Moldavia, guida turistica di viaggio

Moldavia, guida turistica di viaggio alla scoperta di un territorio ricco di tradizione e grande produttore di vino. Ecco la Moldavia.

Moldavia,
tradizione e cultura in viaggio affascinante

icona-articoloLa Moldavia è uno stato dell’Est Europa, confina a nord-est con l’Ucraina e ad ovest con la Romania. Non ha alcun confine bagnato dal mare.
La popolazione moldava è rimasta legata alle tradizioni e alle proprie culture, uno dei pochi paesi europei in cui è possibile ammirare il fascino originale del vecchio continente.
Benvenuti in Moldavia.

Cosa vedere in Moldavia

Moldavia guida turistica, bandiera

Il territorio è composto da una pianura collinosa interrotta da molti torrenti e fiumi. È famosa per i suoi campi di girasoli e, visto il territorio pressochè pianeggiante, l’agricoltura è fiorente.
La capitale, nonchè città più grande, è Chișinău con quasi 800.000 abitanti.
Fino al 1991 faceva parte dell’Unione Sovietica.

Informazioni generali

Guida turistica della Moldavia

Tra le cose da vedere in Moldavia troviamo i suoi monasteri, tra i più belli di tutta l’Europa. Anche l’area protetta del Basso Prut, ricca di laghi e fiumi, è meta perfetta per escursioni e gite in campagna.
Da citare anche la cultura vinicola. I moldavi sono amanti del vino e nel loro territorio sono presenti diverse cantine.

Le lingue ufficiali sono il moldavo e il rumeno, l’inglese fuori dai centri urbani è poco parlato.
La moneta ufficiale è il Leu moldavo, qua potrete trovare il cambio attuale.
Per visitare la Moldavia non sarà neccessario avere alcun visto d’ingresso, dal 2007 non è più richiesto per i cittadini dell’UE.

Moldavia, guida turistica di viaggio

L’Italia, come per i principali scali europei, è fornita di voli diretti per l’Aeroporto Internazionale di Chișinău, il volo dura circa 180 minuti.

Sono comuni i furti, borseggi e altri episodi di micro-criminalità, soprattutto nella capitale Chișinău.
Anche le manifestazioni politiche e di protesta sono presenti. Nonostante siano pacifiche queste possono recare disagi sulla viabilità e sulle zone di possibile interesse turistico.
È possibile riscontrare difficoltà nel comunicare con il popolo moldavo visto la scarsa diffusione della lingua inglese.

Clima

Il clima della Moldavia è di tipo continentale, gli inverni sono gelidi e ricchi di neve e le estati sono miti.
La stagione fredda ha una temperatura media di -2 gradi durante la giornata, anche se la presenza delle masse d’aria scandinave portano il territorio fino anche a -20.

In estate la temperatura è mite, con medie attorno ai 26 gradi e durante i mesi di Luglio e Agosto sono frequenti i temporali. Fare attenzioni anche alle possibili alluvioni, già avvenute recentemente nel 2008 e nel 2010.
Le due stagioni intermedie sono abbastanza brevi ma piacevoli: a maggio e a settembre si hanno di media minime di 12 gradi e massime intorno ai 20 gradi.

Cosa vedere

Guida turistica della Moldavia

Milesti Mici e Cricova sono le due cittadine del vino, al loro interno sono presenti decine di chilometri di cantine e all’esterno i campi vinicoli contornano il paesaggio.
Orheiul Vechi è un complesso naturale e storico unico all’aria aperta situato a Trebujeni, a 60 chilometri a nord-est di Chişinău. Qui sono stati scoperti reperti risalenti ad epoche diverse come il Paleolitico, l’Eneolitico e l’Età del Ferro.

Da visitare assolutamente il Capriana, il monastero più famoso della nazione.
Per ultimo ma non meno importante il Saharna, uno dei più antichi insediamenti monastici all’interno della Chiesa ortodossa della Moldovia.

La gastronomia

Moldavia, guida turistica di viaggio

La cucina moldava è pressochè povera, caratterizzata soprattutto da legumi e vegetali. Tra i più diffusi troviamo grano, fagioli, lenticchie e pomodori.
Una delle ricette più importanti della nazione è il Sarmale, un impasto di riso, di carne e di cipolla arrotolato in una foglia di vite.

Il Sarmale tipicamente viene accompagnato con il Smantana, una panna preparata con formaggio bryndza e limone.Anche la carne è abbastanza diffusa, tra le preferite della popolazione troviamo il maiale, la gallina, l’oca ed il vitello.
Ottime le zuppe a base di vegetali e carni di ogni tipo. La più famosa è la Zeama de Gaina cu Taiatei, ovvero la zuppa di gallina con tagliatelle, che è considerato il piatto tipico nazionale.

Scopri di più:

Transnistria, la regione che non c’è
Soroca, cosa vedere nella capitale gitana

Condividi su: