Condividi su:

Cosa vedere sull’isola di Miyajima,
l’isola sacra di fronte a Hiroshima

Tutti gli articoli del Giappone

Icona articoloGiusto di fronte a Hiroshima, troviamo l’isola di Miyajima, raggiungibile in meno di un’ora di traghetto partendo proprio dalla moderna città che si trova sull’isola giapponese Honshu. Considerata isola sacra dai giapponesi, la sua storia coincide con i primi coloni che qua, pare, abbiano convissuto con varie divinità. Convinzioni a parte, l’isola di Miyajima è indubbiamente un luogo di pace e serenità, il luogo ideale dove trascorrere qualche ora lontano da caos e traffico.

L’isola si rivela ai suoi visitatori coperta da una fitta vegetazione, caratteristica che da sempre ha attratto monaci e cittadini in cerca di un luogo dove poter meditare indisturbati. Oggi è il fascino turistico principale, visitata da turisti provenienti da ogni località.L'isola di Miyajima in Giappone, vedutaGià il suo nome è di fatto una piccola anticipazione di quello che ci attende. Il nome Miyajima può essere tradotto in santuario, definendo proprio l’edificio di culto come il centro nevralgico del richiamo turistico. Il santuario è composto da una serie di edifici racchiusi in modo da formare un grande complesso dedicato al culto. Ogni edificio è connesso all’altro mediante una serie di pilastri che affondano nel mare e permettono di spostarsi comodamente.

All’arrivo la prima cosa che avremo modo di osservare è il torii, il vero simbolo dell’isola.
A dire il vero già poco dopo la partenza da Hiroshima si avrà modo di cominciare ad ammirare e, sopratutto se avrete scelto di arrivare durante il tramonto, la sua vista sarà davvero mozzafiato. E’ meraviglioso sopratutto durante la bassa marea, quando si mostra in tutta la sua bellezza, e anche la tarda sera, quando l’illuminazione lo rende ancora più spettacolare.

L’isola di Miyajima

Il o-torii di Miyajima

Cosa vedere sull'isola di Miyajima, il torii sull'acqua

Il torii è il simbolo dell’isola, chiamato anche porta di Ootorii, è costruito in legno e il suo colore rosso lo rende visibile anche da lontano, augurando un benvenuto ai suoi visitatori.
I suoi pilastri hanno un’altezza di 17 metri e rimane eretto solo grazie al suo peso, senza alcuna ulteriore lavorazione.
Siamo a circa 200 metri dalla terraferma anche se, durante la bassa marea, è possibile arrivare al santuario direttamente passeggiando.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopriamo Nara, la città giapponese dai tanti Patrimoni UNESCO

Santuario di Itsukushima

Cosa vedere sull'isola di Miyajima, il Santuario di Itsukushima

Il Santuario shintoista di Miyajima, inserito nei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO e nei Tesori Nazionali del  Giappone, è composto da diversi edifici posti proprio sulla baia dell’isola. L’edificio principale è a forma di pagoda, circondato da altri edifici realizzati in stili differenti. Oltre alla principale esiste anche una pagoda a due piani, un centro teatrale e vari santuari.

Nonostante gli stili non sembrano omogenei, l’effetto è voluto. Visto infatti dalla porta di Ootorii pare di ammirare una serie di paraventi che contrastano, grazie al colore rosso, con il verde delle montagne viste in lontananza.
La sua posizione, giusto sulla baia, lo ha danneggiato più volte dalle diverse tempeste che si sono abbattute sull’isola. Il tifone del 2004 lo ha seriamente compromesso e i lavori di restauro dovrebbero concludersi definitivamente proprio nel 2021.

OneMag-logo
Link-uscita icona Giappone, queste le città da visitare

Il Monte Misen

Cosa vedere sull'isola di Miyajima, Il Monte Misen

Tra le altre cose da visitare sull’isola di Miyajima troviamo la sua vetta più alta, il Monte Misen, posto a 500 metri circa sul livello del mare. Una volta raggiunta la sua cima si potrà ammirare, specie nelle giornate di sole, un panorama unico che comprende anche una vista mozzafiato su Hiroshima.
La salita può essere effettuata con una comoda funivia che in pochi minuti vi consentirà di salire al punto più alto oppure a piedi, con una passeggiata piuttosto impegnativa e consigliata ai più allenati. Una volta arrivati sarete accolti da una serie di piccole statue buddiste.

OneMag-logo
Link-uscita icona Takayama, la città conosciuta come Little Tokyo per i suoi tanti siti storici

Tempio Daisho-in

Cosa vedere sull'isola di Miyajima, il Tempio Daisho-in

Il complesso buddista posto proprio alla base del Monte Misen è il Tempio Daisho-in.
Meno noto rispetto al Santuario ma altrettanto affascinante, vi si accede attraverso la Porta di Niomon, struttura ai cui lati sono presenti due statue Nio che simboleggiano la difesa contro il male.

Attraverso una lunga scalinata arriverete di fronte alla porta centrale del tempio, ammirando anche una serie di scritture. Una volta giunti in cima troverete una campana che, secondo antica tradizione, dovrà essere suonata per annunciare il proprio arrivo e augurandosi buona fortuna. E’ possibile arrivarci mediante un secondo percorso a cui accedere, una alternativa che vi permetterà di ammirare una lunga serie di oltre 500 statue Rakan, i discepoli di Buddha. Se volete percorrerlo recatevi in direzione opposta rispetto alla scalinata iniziale.

Sopra, una volta scelto il percorso preferito, potrete osservare i vari edifici tra cui la Sala di preghiera dove vengono svolte anche diverse cerimonie ogni giorno. Da vedere anche la struttura ottagonale Hakkaku Manpuku Hall posta al centro di un piccolo stagno dove all’interno sono posizionate le divinità della fortuna di Miyajima. Tra le altre sale da non perdere la Grotta di Henjokutsu illuminata da una serie di lanterne che rendono l’ambiente tra i più affascinanti dell’intero Tempio.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Esploriamo la Baia di Tokyo, l’insenatura nell’Oceano Pacifico

Senjokaku

Cosa vedere sull'isola di Miyajima, Senjokaku

E’ il nome del Santuario di Hokoku che viene tradotto come Padiglione da 1000 stuoie e che indica la spaziosità dell’edificio. La sala, costruita nel 1587, si trova su una piccola collina proprio a fianco del Santuario di Itsukushima.

La sua costruzione era voluta con lo scopo di celebrare i soldati caduti ma non venne mai completato. Una volta arrivati, infatti, vedrete solo una parte di quello che sarebbe dovuto essere un edificio tra i più importanti di tutta l’isola.
Oggi è intitolato a Toyotomi Hideyoshi, il fondatore prematuramente scomparso che spiega anche la ragione della mancata conclusione dei lavori.

OneMag-logo
Link-uscita iconaIshigaki, il Giappone paradisiaco che non ti aspetti

Goju-no-to Pagoda

Cosa vedere sull'isola di Miyajima, Goju-no-to Pagoda

L’edificio più spettacolare di tutta l’isola di Miyajima è indubbiamente la grande Pagoda di Goju-no-to. Parliamo infatti della pagoda di ben 5 piani, la più imponente tra tutte, che con la sua altezza di 27 metri rappresenta l’edificio più massiccio tra quelli presenti.
Costruita nel 1407 interamente in legno è uno dei più classici esempi di architettura con quella della dinastia Tang in Cina.

La trovate a pochi minuti di cammino dopo essere sceso dall’imbarcadero e purtroppo non è accessibile all’interno.

Ultimo aggiornamento: 7 Gennaio 2021


 

Advertisement
Condividi su: