Condividi su:

Cosa vedere a Milano Marittima

Tutti gli articoli della provincia di Ravenna
Cosa vedere a Milano Marittima, mappa
© Apple Maps

icona-articolo

Milano Marittima è una delle località più note della Riviera Romagnola, nella provincia di ⇒ Ravenna, da cui dista poco meno di 25 km. La cittadina è nota per le sue spiagge ma anche per i suoi locali notturni, che caratterizzano la movida notturna della costa romagnola. Città elegante e frequentata anche per i suoi tanti negozi di alta gamma, Milano Marittima è una meta perfetta se oltre a trascorrere una vacanza balneare si vuole conoscere il territorio che la circonda.

Cenni storici

Cosa vedere a Milano Marittima, veduta dal porto
© Marco Vernieri / Flickr

La storia di Milano Marittima risale ai primi del Novecento quando Cervia era una piccola cittadina con un numero di abitanti inferiore ai 10.000 abitanti. All’epoca il traino economico era la pesca, la coltivazione del territorio e la produzione di sale, una produzione che non permetteva certo importanti risparmi. Al termine del primo conflitto mondiale i primi turisti timidamente si avvicinavano alla costa romagnola, grazie anche alla ferrovia che la univa alle grandi città.

La nascita di Milano Marittima e al suo riferimento al capoluogo lombardo non fu causale. Nel 1907 il comune di Cervia, Milano Marittima è una sua frazione, e gli imprenditori Maffei di Milano stipularono un’accordo secondo il quale una striscia di terra doveva essere trasformata. Qui, secondo gli accordi, dovevano essere costruite ville ma anche parchi e giardini, una perfetta località in grado di ospitare i nuovi turisti. Fu cosi che nacque Milano Marittima. Il progetto iniziale prevedeva la creazione di una città giardino, idea proposta dal pittore Giuseppe Palanti, membro della neonata Società per lo sviluppo della spiaggia di Cervia.

L’idea del Palanti riprendeva quella dell’inglese Ebenezer Howard, urbanista inglese che alla fine dell’Ottocento si mise all’opera per realizzare un progetto che all’epoca era considerato da tutti utopistico. Lo scopo era quello di realizzare una città che avesse tutte le comodità tipiche di un centro urbano ma contemporaneamente godere di tutti i benefici tipici della vita di campagna. Nel 1914 vennero costruite i primi villini circondati da giardini e fontane e, dopo la pausa forzata dovuta alla guerra, nel 1926 venne aperto il primo albergo. Il concomitante arrivo dei primi turisti diede il giusto impulso per realizzare i primi stabilimenti balneari a a proseguire con la realizzazione di viali alberati su cui affacciavano sempre più i villini.

Nel corso degli anni lo sviluppo di Milano Marittima come località di vacanza si sviluppò con l’arrivo della prima discoteca nel 1962, il Pineta. Giusto trenta anni dopo venne inaugurato Mirabilandia e oggi Milano Marittima si conferma come uno dei più rinomati centri balneari della Riviera Romagnola.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Ravenna, la città dei mosaici

Le spiagge di Milano Marittima

Le spiagge di Milano Marittima
Le spiagge di Milano Marittima | @Lorenzo Gaudenzi / Flickr

Quattro chilometri di puro litorale sabbioso descritto come uno dei migliori di tutta la costa adriatica. L’eccellenza del turismo balneare romagnolo che dagli anni ’60 è in continuo sviluppo: la spiaggia di Milano Marittima. Con esattezza, si tratta di un unico arenile sabbioso suddiviso in diversi stabilimenti, con alcune aree, più periferiche, libere.

Le spiagge di Milano Marittima sono una destinazione molto amata dalle famiglie e dai giovani, ma anche molto apprezzate dai VIP. Tutte le spiagge possiedono alcune caratteristiche che le rendono adatte rispettivamente ai giovani o alle famiglie, in base ai servizi e comfort disponibili. In alcuni casi ci si può recare in veri e propri beach club d’eccellenza, tra cui il Papeete Beach, mentre in altri si trovano lingue di sabbia lussuose e indicate a un target di pubblico più adulto.

L’area più grande del litorale di Milano Marittima è suddivisa in vari stabilimenti dove si possono noleggiare ombrelloni e lettini, a cui si aggiungono diversi e importanti servizi per il turista, come la ristorante, l’animazione per adulti e bambini, feste, aree benessere o ancora campi sportivi.

Di seguito citiamo alcune delle spiagge più note di Milano Marittima:

  • Papeete Beach: con tutta probabilità il più famoso degli stabilimenti, nonché simbolo d’eccellenza del divertimento a Milano Marittima, tanto da produrre e vendere perfino una linea d’abbigliamento. Una discoteca a cielo aperto, con feste e dj-set che durano tutta la notte.
  • Paparazzi Beach 242: questo è uno dei più chic stabilimenti di Milano Marittima, nonché uno dei preferiti dagli imprenditori e dai VIP. Ricca è la offerta di servizi e comfort, che spaziano da quelli classici per la balneazione, come cabine, docce e lettini, a quelli invece per lo sport, tra cui campi di beach volley, tennis, basket e calcio.
  • Bicio Papao: anche questo è uno stabilimento molto di tendenza, molto curato e frequentato da celebrità. È indicato per coloro che desiderano momenti di maggior relax con un buon livello di comfort, soprattutto dettato dalla sua cucina ottima.
  • Bagno del Pino: questa è una spiaggia molto bella, adatta soprattutto alle famiglie con bimbi piccoli. È uno stabilimento in cui potersi rilassare a costi contenuti, con baby club e punto ristoro di ottima qualità.
  • Bagno Holiday Village: questa è una delle più grandi spiagge di Milano Marittima. In totale si contano oltre 400 ombrelloni, con un fronte mare che si estende per ben 110 metri. Il ristorante, la terrazza panoramica e una grande piscina direttamente in spiaggia rendono questo uno stabilimento di assoluta qualità.
  • Bagno Club Milano 273: ultimo importante stabilimento in lista, molto noto per il suo club per bambini in cui viene offerta la possibilità di praticare sport. A questo si aggiunge anche un’area benessere uno spazio verde per il puro relax. Ultimo ma non per importanza è lo spazio per eventi, dove si possono organizzare cene e festeggiamenti.
OneMag-logo
Link-uscita icona Scopri Cervia, l’antica superpotenza del sale

Cosa vedere a Milano Marittima

Milano Marittima è una destinazione a 360° balneare. Ciononostante, grazie anche alla sua posizione immediata a Cervia e al suo alto numero di presenze turistiche ogni estate, è una località che è riuscita a trasformarsi nel corso degli anni. Questa trasformazione ha portato Milano Marittima a essere un po’ più che sabbia e mare.

La frazione di Cervia è una meta adatta sia ai giovani che alle famiglie, grazie alla ricca offerta di attività e attrattive qua disponibili. Prima tra tutti la sua pineta, che la contorna interamente alle sue spalle, dentro cui si snodano alcuni percorsi perfetti per chi ama le esperienze rigeneranti. Una di queste esperienze è l’escursione in kajak lungo il canale del Pino: al Club Canoa-Kayak è possibile noleggiare una canoa.

Rimanendo in città è d’obbligo la passeggiata sul Lungomare Batani, il recentissimo viale inaugurato nel 2018 che ha dato finalmente a Milano Marittima un lungomare che fino ad allora non esisteva. Il Lungomare Batani è interamente costellato da negozi e locali, avvolto da un paesaggio davvero eccezionale, in cui giungere ai vari stabilimenti balneari.

Altro luogo d’interesse a Milano Marittima è il cosiddetto Vialetto degli Artisti. Come suggerisce il suo nome, si tratta di una strada dove ogni sera d’estate, a partire dalle 19, si radunano decine artisti, tra creativi, pittori e designer vari. Con un susseguirsi di bancarelle e postazioni è possibile entrare in diretto contatto con l’arte contemporanea di artisti locali, ove acquistare una delle opere esposte. Questo vialetto è situato sull’argine del Canale del Pino, tra il Viale Matteotti e il Viale 2 Giugno.

OneMag-logo
Link-uscita icona San Mauro Mare, Emilia Romagna | La frazione marittima di San Mauro Pascoli

Cosa fare a Milano Marittima

Cosa fare a Milano Marittima
Cosa fare a Milano Marittima | @Marco Vernieri / Flickr

Alta è anche l’offerta dedicata ai divertimenti. Con la prerogativa di visitarla nella stagione estive, tra giugno e settembre, a Milano Marittima si trovano diversi locali, pub e discoteche che regalano notti intere di svago e divertimento. Chi invece vuole staccare la spina e sceglie una vacanza a Milano Marittima può riposarsi in spiaggia come recarsi nello stabilimento termale qui vicino.

Le famiglie, invece, hanno modo di scegliere su uno dei tanti alberghi che costellano Milano Marittima, da quelli più in budget a quelli più confortevoli. Un comune denominatore che tutti i turisti dovrebbero considerare è la gita a Mirabilandia, distante appena 20 minuti di strada, dove piccoli e grandi possono divertirsi e svagarsi in giostre e attrazioni adrenaliniche.

Una tappa perfetta sia durante in estate che nelle mezze stagioni è quella della Riserva Naturale della Foce del Bevano. Mentre, per un’esperienza più storico-culturale la vicina Ravenna, Patrimonio UNESCO, è una delle città che tutti dovrebbero visitare, per via della ricchissima arte mosaica che decora ogni storico edificio nel centro città.

OneMag-logo
Link-uscita icona Bellaria, in vacanza tra mare e cultura

Vita Notturna | La nightlife di Milano Marittima

La vita notturna di Milano Marittima, Vanquis Bar
La vita notturna di Milano Marittima, Vanquis Bar | @Marco / Flickr

Appena s’immagina la Riviera Romagnola sorge immediato immaginare la sfrenata vita notturna che qua può essere vissuta.
Tante sono le discoteche, tra cui la storica Pineta o l’amatissimo Papeete, a cui si aggiungono eleganti lounge bar brulicanti di persone durante ogni sera d’estate. Molto interessante è anche il Vanquis Disco Bar, brulicante di persone ogni sera.

Intraprendendo una breve passeggiata si può raggiungere il suggestivo Canale di Cervia, un’area vivace e ricca di luoghi in cui trascorrere la propria serata dedita al divertimento.
Tante sono anche le feste in spiaggia, spesso organizzate dagli stabilimenti balneari o dalle stesse discoteche, in primis il Papeete Beach.
Quindi, tra aperitivi, drink e dj-set il divertimento a Milano Marittima è assicurato.

OneMag-logo
Link-uscita icona Santarcangelo di Romagna, il medioevo nell’entroterra medioevo

Cosa vedere nei dintorni di Milano Marittima

Cosa vedere nei dintorni di Milano Marittima, le Saline di Cervia
Cosa vedere nei dintorni di Milano Marittima, le Saline di Cervia | @Sandra Vignoli / Flickr

I dintorni di Milano Marittima sono davvero ricchi di attrazioni e luoghi d’interesse. Infatti, a pochi minuti dal centro di Milano Marittima si può giungere in un’ampia area pedonale ricca di negozi, boutique e punti vendita di genere vario. Proseguendo da qua, si giunge all’area del Canale di Cervia, dove è custodito lo storico e prezioso Magazzino del Sale, eredità dell’epoca in cui Cervia fu una superpotenza del commercio e produzione del sale.

 

 

Condividi su: