Visitare Mdina, la prima capitale di Malta

Cosa vedere a Mdina, la prima capitale di Malta nota anche con il nome italianizzato di Medina, un borgo di poco più di 400 abitanti dove, tra le sue strade, sono passati oltre 30 secoli di storia. Tra le cose da vedere a Mdina imperdibili sono i suoi palazzi del centro storico, una serie di scorci suggestivi da scoprire con l'ausilio di una mappa, come quella offerta dall'Ufficio del turismo. Da non perdere a Mdina troviamo la Cattedrale di San Paolo, l'edificio religioso più importante, il relativo Museo della Cattedrale e il Palazzo de Piro, in passato residenza nobiliare e oggi sede di eventi culturali. Ecco cosa vedere a Mdina, Malta.

Guida di Mdina, Malta

icona-articoloLa forma italianizzata del suo nome è Medina, ma quella vera è Mdina. Il borgo è l’ex capitale dell’isola di Malta ed oggi conta meno di 400 abitanti tra le strade e gli edifici che hanno visto pagine di storia scorrere in quasi 30 secoli.

Mdina è stata un crocevia prezioso di scontri ed incontri culturali. Ha conosciuto le tradizioni di diversi popoli e ha trattenuto caratteristiche particolari di ogni realtà che ha avuto modo di passare di qua. Oggi si presenta come una cittadina dalla forte impronta araba ben visibile nella cinta muraria con l’attiguo centro di Rabat.

L’ingresso in città avviene attraverso l’antico portale che, grazie anche ad un recente restauro, rappresenta un gioiello architettonico degno di essere un simbolo famoso della città e, neanche a dirlo, motivo costante delle foto dei turisti.

Cosa vedere a Mdina

Il centro storico

Centro Storico di Mdina

E qui di turisti ne arrivano a migliaia ogni anno, pronti ad affollare le stradine del centro storico sulle quali si affacciano i palazzi dei nobili di Malta. Proprio il centro storico è una delle mete imperdibili nella visita della città. 

Esso è caratterizzato da una fitta rete di vicoli che regalano inaspettati scorci molto suggestivi. Qui è letteralmente facile perdersi quindi è preferibile girare muniti di mappa e seguire i consigli offerti dall’Ufficio del turismo locale.

Cosa visitare a Mdina

Cosa visitare a Mdina

La Piazza San Paolo è l’antico foro della città ed è ancora oggi il suo cuore. Qui si trova la Cattedrale di San Paolo, l’edificio religioso più importante della zona risalente alla fine del Seicento. La chiesa, come la stessa piazza, sono dedicate all’apostolo Paolo che qui visse dopo aver trovato rifugio in seguito ad un naufragio.

Accanto alla chiesa si trova il Museo della Cattedrale di San Paolo che custodisce una ricca collezione di paramenti sacri ed icone, ma anche molti reperti archeologici di età romana e gli archivi del Vescovo di Mdina.

Una visita merita anche il Palazzo de Piro, un tempo residenza nobiliare ed oggi sede di eventi culturali di grande importanza. Caratteristico è il bar qui presente, ricavato nelle vecchie stalle del palazzo con una cornice suggestiva ed originale.

Per una passeggiata rilassante o per godere di un po’ di fresco in assoluta tranquillità si possono visitare i giardini pubblici Howard che si trovano sotto il bastione centrale della cinta muraria.

OneMag-logo
Malta, guida turistica di viaggio

La Piazza Tas-sur

Piazza Tas-sur, Mdina
Piazza Tas-sur

Ed a pochi passi da qui si trovano i resti di una grande villa romana che rappresenta una meta archeologica molto interessante ed affascinante. Per regalarsi una vista mozzafiato sulla città bisogna raggiungere Piazza Tas-sur, il belvedere locale.
La piazza si trova su un antico bastione della cinta muraria ed è costituita da uno slargo pedonale dal quale si può ammirare la città dall’alto, ma soprattutto godere di un’atmosfera magica al tramonto quando i colori rendono tutto più suggestivo ed indimenticabile.

OneMag-logo
Cosa vedere a Malta

Il Festival Medievale

Festival Medievale di Mdina

Se avete in programma un viaggio a Mdina cercate di farlo coincidere con il locale Festival Medievale, un evento unico e caratteristico, una festa che si sviluppa nel centro storico e permette di rivivere i fasti e le gesta dell’antico splendore della città.

Il Festival è un vero ritorno al passato con soldati, dame e cavalieri che girano per le strade facendo rivivere un’epoca di splendore e grande cultura. Alla fine di ogni mese di aprile è possibile assistere a questo grande evento che apre le porte di molti palazzi nobiliari solitamente chiusi al pubblico e permette ai visitatori di ammirare le sfarzose decorazioni delle ampie sale.

Uno spettacolo nello spettacolo con il folklore che si fonde con la storia regalando un’esperienza di viaggio affascinante ed indimenticabile.

Condividi su: