0
Condividi su:

Le migliori spiagge delle Mauritius

Icona articolo

Siamo sull’Oceano Indiano in posizione est rispetto a Madagascar e, insieme all’isola di Riunione appartenente al territorio francese, da vita all’arcipelago delle Mascarene. L’isola di Mauritius, ovvero l’isola principale a cui si uniscono le altre isole più piccole e i tanti atolli corallini, è decisamente un luogo da visitare se si amano i panorami quasi selvaggi e la vegetazione lussureggiante.

Mauritius è anche l’isola perfetta per coloro che amano le immersioni, grazie anche ad una barriera corallina imperdibile, e per tutti gli amanti in genere degli sport acquatici e sopratutto per i surfisti e per gli appassionati di kitesurf grazie ai venti alisei che da queste parti soffiano quasi sempre ma sopratutto durante l’inverno locale, da maggio a ottobre, il periodo sconsigliato per visitare le isole Mauritius.

Le migliori spiagge di Mauritius

Le spiagge di Mauritius

Imbarazzo della scelta, le Mauritius sono incredibilmente belle per una vacanza di tutto relax e mare. Il periodo migliore per andarci è quello che parte a fine ottobre e arriva fino alla fine di aprile, festività natalizie e pasquali quindi comprese.

Una delle spiagge da prendere assolutamente in considerazione è la Point aux Piments, ideale per le famiglie e strepitosa per la sua sabbia bianchissima.
A poca distanza dal villaggio di Souillace troviamo invece la nota spiaggia Gris Gris anche se in questa area non è presente la barriera corallina. Tuttavia è molto frequentata proprio per questa ragione, non avendo ostacoli per le onde che qui diventano molto alte regalando un panorama estremamente avvolgente. Per questa ragione la zona della spiaggia più frequentata è quella della “Roche Qui Pleure”, il cui nome di roccia che piange deriva proprio dalle onde che sbattendo contro la scogliera si trasformano in gocce di acqua salata.

Una delle spiagge più conosciute è senz’altro quella di Gran Baie, posta a nord dell’isola principale di Mauritius. In passato villaggio di pescatori, oggi una sorta di agglomerato simile ad un villaggio turistico che ne hanno profondamente modificato l’aspetto originale.

OneMag-logo
Cosa vedere a Port Luis, la capitale delle Mauritius

Le spiagge da non perdere

Altrettanto nota, se non forse anche di più, la spiaggia di Flic en Flac, onomatopeicamente il rumore prodotto quando si cammina sul bagnasciuga.
I suoi oltre 3 km di spiaggia regalano anche un vicino villaggio di pescatori e anche a non troppa distanza dal Lago Tamarin, noto per essere frequentatissimo dai surfisti e per la presenza di delfini. Da qui è anche facile arrivare alle cascate di Chamarel, altra attrazione da non perdere in zona.

Interessante anche la spiaggia di Cap Malheureux dove troviamo proprio la ‘plage de Malheureux’, nota per essere il lugo dove sono sbarcati i britannici pronti per attaccare Port Luis.
Altrettanto interessante la spiaggia di Trou aux Biche, perfetta per garantirsi una abbronzatura a prova di viaggio di ritorno. Le sue calme acque regalano una meravigliosa barriera corallina e una giornata di tutto relax che potrà terminare con una meravigliosa cenetta a bordo acqua.

Per concludere potremmo anche trascorrere una giornata poco distante dalla spiaggia di Troux aux Biche, ovvero nella spiaggia pubblica di Mont Choisy. E’ a forma di mezzaluna con una meravigliosa e bianca cornice di sabbia finissima con il grande pregio di poter trascorrere una giornata, specie durante la settimana, senza altri bagnanti a distanza di occhio. Anche qua si potrà concludere l’esperienza con una deliziosa cenetta di pesce a bordo mare in uno dei ristoranti situati nelle estremità delle spiagge.

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0