Condividi su:

Masada, Israele
Cosa vedere nella città fortificata di Masada

Tutti gli articoli di Israele

Cosa vedere a Masada, mappaicona-articoloCi troviamo a circa 400 metri di altitudine dove troviamo Masada, quella che era un tempo l’antica fortezza di Erode. Non siamo troppo distanti dal Mar Morto, per la precisione proprio in quello che potremmo definire il fulcro del deserto della Giudea. Per raggiungere Masada la scelta migliore è indubbiamente salire su una funivia che ci permetterà di ammirare l’antico sito archeologico. Se invece vi sentite allenati e non avete alcuna fretta, percorrete il piccolo sentiero che in meno di un’ora vi consentirà di raggiungere Masada a piedi.

E’ una di quelle tappe che in un viaggio a Israele non può mancare, una meta indispensabile per poter dire di avere viaggiato da queste parti.

Cosa vedere a Masada

Raggiungere Masada

Cosa vedere a Masada, funivia e sentiero

Masada si trova a un centinaio di km da Gerusalemme, nella Giudea sud-orientale, e spesso l’antica città fortezza è inserita in uno dei tanti tour che partono proprio dalla città santa ogni mattina. In un viaggio di circa tre ore sarete arrivati nel sito archeologico, meta di scolari nel periodo di apertura delle scuole ma anche di reclute appartenenti alle Forze di Difesa che qui compiono il loro solenne giuramento.

Se preferite organizzare da voi il vostro percorso, noleggiate una macchina oppure salite a bordo di uno dei vari bus che portano a Masada e siate pronti a scoprire in piena autonomia il sito. Ricordate solo di prestare attenzione alle temperature che in estate possono raggiungere anche i 50°C.

Organizzatevi con scarpe comode, vestiti leggeri e qualche bottiglietta d’acqua, in particolar modo se avete scelto di salire mediante il sentiero dei serpenti, il percorso pedonale che vi farà arrivare alla Porta del Sentiero del Serpente, una tra le porte più belle di tutto il sito archeologico.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopriamo Eilat, l’antica città di Israele

La storia di Masada

Cosa vedere a Masada

La fortezza di Masada venne realizzata per la prima volta nel 103 a.C. e i lavori richiesero oltre trent’anni, concludendosi giusto poco prima che Erode conquistasse la regione. E’ uno dei luoghi più rappresentativi di Israele essendo stato il baluardo giudaico conclusivo ad essere conquistato dai Romani. I guerrieri dell’antica Roma trovarono una fortezza ben organizzata, con cerchie murarie presiedute da torri e una caserma dove trovavano alloggio e ristoro i soldati israeliani. Non solo, Erode realizzò due sontuosi palazzi dove però non ebbe mai modo di viverci, morendo prima della loro conclusione.

Dopo aver raso al suolo Gerusalemme, i Romani decisero di puntare i propri eserciti verso questa roccaforte che ospitava la fortezza di Erode e dove i giudei avevano trovato rifugio.
I giudei tuttavia, pur di evitare di essere fatti prigionieri dai romani, preferirono un suicidio di massa e nessuno, racconta la storia, è stato trovato vivo al momento dell’ingresso dell’esercito romano a Masada.

Oggi poco è effettivamente rimasto da quei gloriosi anni e quanto rimane è sotto tutela dell’UNESCO che lo ha incluso nel suo lungo elenco di Patrimoni dell’Umanità.
E’ anche in forte crescita turistica e una meta che è diventata indispensabile per tutti coloro in viaggio in Israele. Del resto Masada è tornata visitabile solo recentemente, ovvero dalla fine degli anni ’60 dello scorso secolo quando il sito è stato riportato alla luce.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Ecco Negev, l’area desertica di Israele

Visita all’interno della fortezza di Masada

Cosa vedere a Masada, panorama

Dopo aver varcato la soglia dalla Porta del Serpente avrete subito modo di ammirare le abitazioni dei funzionari in cui è presente anche una antica chiesa bizantina. Proseguendo la vostra passeggiata arriverete al Palazzo di Erode, quello che in passato era la villa del re con tanto di terme e di varie sale dedicate al ricevimento degli ospiti.

Sulla sinistra vi troverete invece di fronte alla zona a sud della fortezza con il Palazzo Piccolo, l’edificio voluto da Erode come residenza degli ospiti. Nelle sue vicinanza ha sede anche il Palazzo Occidentale, ben 3700 metri quadri di estensione che definiscono il più grande complesso della cittadella.

Potrete concludere la vostra visita al Museo di Masada, un piccolo edificio che contiene i principali reperti trovati durante i vari scavi e dove si avrà modo anche di scoprire la storia della fortezza mediante varie rappresentazioni teatrale. Gli spettacoli, svolti in un teatro all’aperto, avvengono in lingua ebraica ma per i turisti è previsto un servizio di noleggio di cuffie per la traduzione simultanea.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Le città Patrimonio UNESCO che meritano assolutamente una visita

Il Mar Morto

Cosa vedere a Masada, Israele

Se avete scelto di visitare Masada in autonomia potreste anche decidere di completare la vostra escursione con una visita al Mar Morto. Le sue tipiche caratteristiche di salinità avranno sicuramente modo di farvi divertire.
Per riuscire a trovare il punto migliore allontanatevi dalla riva, facendo tuttavia attenzione a non andare troppo sott’acqua per evitare delle bruciature.
Superate queste piccole precauzioni, avrete sicuramente modo di divertirvi in modo davvero insolito in questo grande specchio lacustre.

Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio


 

Condividi su: