Marsiglia, guida della capitale della Provenza

Marsiglia, guida della capitale della Provenza


Condividi su:

Cosa vedere a Marsiglia

Tutti gli articoli della Francia
Cosa vedere a Marsiglia, mappa
© Yandex maps

icona-articoloLa seconda città della Francia è posizionata sulla costa del Mediterraneo, caratterizzata da una costa affascinante e con un antico porto che la collega da ben 26 secoli con il resto del mondo. Siamo in una delle città più antiche di Francia, una città vivace, colorata e allegra con una personalità che da sempre emana un fascino intenso. Capoluogo della Provenza, Marsiglia negli ultimi decenni è completamente rinata ed è, dopo la capitale, la città più multiculturale grazie proprio al suo porto, che nei secoli ha sbarcato milioni di persone provenienti da ogni parte del mondo.

Lo stile di vita provenzale che la caratterizza si incontra con la cosmopolità della stessa, una serie di vibrazioni che rendono la città del sud della Francia piacevole da visitare qualunque giorno dell’anno. Il crocevia della vita è al Porto Vecchio, dove i marsigliesi si svegliano facendo colazione e dove vanno a dormire, dopo una cenetta ristoratrice a base di pesce o di altre specialità. Se avete poco tempo, sappiate che le cose da vedere a Marsiglia possono essere anche visitate in un weekend, certo non con l’attenzione che meritebbero. Non fatevi mancare una passeggiata attraversando Le Panier, la città vecchia che si apre di fronte a voi a nord del porto. Vi attendono musei, il magnifico Hotel de Ville e, se volete, salire anche sul trenino panoramico che vi porterà alla Basilica di Notre Dame de la Garde, tappa ideale per godere del panorama.

 

 

Cosa vedere a Marsiglia

Marsiglia è una città che è possibile visitarla senza ausilio di mezzi pubblici. Il centro storico è piacevolmente perfetto per una passeggiata e tra qui e il Porto Vieux vi attende una camminata di circa 20 minuti. In molti potrebbero chiedersi se Marsiglia, come un tempo si diceva, è una città pericolosa. Quello che vi consigliamo è di prestare la corretta attenzione come fareste in qualunque altra località con magari solo l’avvertenza di evitare lunghe passeggiate dopo il tramonto. Meglio in questo caso rientrare scegliendo una delle due linee della metropolitana oppure la rete di bus e tram che copre ogni quartiere della città. Come per quasi tutte le città, anche a Marsiglia è possibile acquistare un City Pass che permette l’utilizzo illimitato dei mezzi pubblici e anche di alcune attrazioni.

 

Il Porto Vecchio

Cosa vedere a Marsiglia, il Porto Vecchio

La storia della città è praticamente racchiusa nel magnifico porto storico con annesso un viale dove poter passeggiare, tra le prime cose da vedere a Marsiglia. A meta strada dalla Basilica di Notre Dame de la Garde e il centro storico, è qua dove si scopre la vita degli abitanti e le loro tradizioni. Al risveglio qua si assapora il caffè e la colazione ammirando la Basilica, che spunta dirigendo lo sguardo a sud.

Siamo nel punto perfetto per iniziare a scoprire la città, iniziando proprio avventurandosi nei vicoli e nelle piacce per per scoprire tutta la storia di Marsiglia. Si potrà per esempio scegliere di visitare la fortezza posta a protezione del porto e della città. Realizzata nel 12° secolo, il Fort Saint-Jean è oggi invece un museo, il MuCem, il Museo delle civiltà Europee e Mediterranee. Da queste parti si svolge anche il mercato, con alimenti freschi provenienti dal mare ma anche specialità gastronomiche di tutta la Provenza.

Dal Porto Vieux ci si dirige lungo Le Panier per scoprire uno dopo l’altro i vicoli che ospitano le tante bancarelle, alcune anche con cibo da asporto. La presenza del porto permette anche di scegliere una gita in barca, una traversata per scoprire i luoghi meno noti della città. Potreste anche decidere di salire sulla piccola nave che più volte al giorno porta i turisti al Parco nazionale delle Calanques, dove potrete ammirare le rocce oppure optare per una più veloce traversata verso Canebière, una delle zone più vivaci di Marsiglia. Qui si svolge la movida serale della capitale della Provenza, la zona che offre più di ogni altra locali, gallerie d’arte e teatri, tra cui l’Opéra di Marsiglia.

Le attrazioni di Marsiglia sono raggiungibili facilmente proprio prendendo come riferimento il Porto Vecchio, sede anche di numerosi alberghi dove poter decidere di alloggiare. Qui partono gli autobus che vi permetteranno di raggiungere le altre località e con i traghetti esplorare altre zone. Se siete indecisi sulla zona in cui pernottare, ecco questa potrebbe proprio essera la soluzione perfetta.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo Rouen, il capoluogo della Normandia

Le Panier

Cosa vedere a Marsiglia, le PanierA poche centinaia di metri dal Vieux Port troviamo Le Panier, l’area più antica di Marsiglia posta sul lato a nord del vecchio porto. Voluto dagli antichi greci, Le Panier deve essere scoperto semplicemente passeggiando, senza un preciso itinerario. Preparatevi ad affrontare scalinate per ammirarecasedi varie epoche con vari colori, botteghe artigianali e una serie di viuzze medievali.

Le Panier ha una certa somiglianza con Napoli, città spesso proprio affiancata a Marsiglia er l’ondata migratoria che portò molti partenopei a vivere in Provenza. E’ stato anche, in passato, il quartiere delle tante attività illecite, non ultimo il contrabbando di sigarette. Oggi il quartiere de Le Panier è da annoverare tra le cose da vedere a Marsiglia per la sua vivacità e per i suoi due musei qua presenti, voluti dall’architetto Le Corbusier: il Museo delle Arti e il Museo di Archeologia.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Eccoci a Nimes, la città degli antichi fasti romani

La Canebière

Cosa vedere a Marsiglia, la Canebiere

Dal Porto Vecchio, fino a raggiungere il quartiere Réformés, troviamo la zona nota come La Canebière. Tra le cose da vedere a Marsiglia, La Canebière è l’arteria principale del centro storico e probabilmente la più nota.La sua storia ci riporta al 1666 quando Luigi XIV volle realizzarla su quello che un tempo era una vecchia fabbrica di canapa con il relativo campo di coltivazione. La Canebe, infatti, è proprio traducibile in canapa e in passato era la via probabilmente più florida di tutta Marsiglia. Inizialmente piuttosto breve, dal XVIII secolo l’arteria è stata prolungata fino al porto diventando sede di numerosi locali, hotel e ristoranti.

La strada è anche la sede dove poter ammirare il già citato Teatro dell’Operà ma anche il Palazzo della Borsa, oggi trasformato in sede della Camera di Commercio e sede del Museo della Marina e dell’Economia.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Una gita a Dinan, il borgo medievale della Bretagna

Cattedrale di Santa Maria Maggiore

Cosa vedere a MarsigliaConosciuta dai marsigliesi come Le Major, la Cattedrale Santa Maria Maggiore è poco distante dal vecchio porto cittadino, poco più di 500 metri.

Riconoscibile da subito per la sua facciata in marmo bianco e per la sua cupola di 70 metri, la cattedrale ospita al suo interno meravigliosi mosaici bizantini e i resti di una precedente basilica, costruita proprio dove ora sorge la cattedrale. Pur essendo una delle principali chiese della città, gli abitanti condividono il loro affetto per la chiesa Notre Dame de La Garde, rendendo quindi imprescindibile entrambi tra le cose da vedere a Marsiglia.

Basilica di Notre-Dame de la Garde

Cosa vedere a Marsiglia, Basilica di Notre-Dame de la Garde

Sulla piccola collina di La Garde troviamo la Chiesa di Notre-Dame, costruita in stile bizantino e che domina la città dai suoi poco più di 150 metri di altitudine. Attiva come luogo di preghiera, è anche una delle attrazioni più visitate di tutta Marsiglia e particolarmente apprezzata dai suoi abitanti. Da notare particolarmente il campanile che ha in cima una grande statua della Madonna con un bimbo in braccia, visibile da grande distanza. La sua realizzazione, in bronzo dorato e laminato d’oro, è stato eseguito dallo scultore Lequesne e posizionata nel 1870.

La storia ci ricorda come, nel XV secolo, Carlo II d’Angiò inserì la collina tra le zone di vedetta, caratteristica che solo nel 1978 venne ufficialmente dichiarata conclusa.
Oltre alla chiesa, sulla cima della Garde è possibile ammirare un piccolo forte costruito nel 1524 come difesa marittima. I resti del forte sono ancora oggi ammirabili durante la visita al Santuario.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Aix-en-Provence, l’elegante città della Provenza

Il Palais du Pharo

Cosa vedere a Marsiglia, Palais du Pharo

Rimaniamo sempre nei dintorni del Porto Vieux per raggiungere la prossima delle cose da vedere a Marsiglia. Siamo di fronte a uno spettacolare edificio costruito da Luigi Napoleone Bonaparte come regalo per la moglie. La sua posizione è sul promontorio, giusto alle spalle del Fort Saint-Nicholas, nei terreni che un tempo furono donati dall’amministrazione comunale proprio a Napoleone.

Oggi il Palazzo è di proprietà della città di Marsiglia ed è adibito a centro congressuale e alcuni uffici distaccati del Comune.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo Deauville, la lussuosa ed esclusiva meta balneare della Normandia

Le altre attrazioni del centro di Marsiglia

Cosa vedere a Marsiglia, veduta Cattedrale e Vecchio Porto

Sempre dal Vecchio Porto, facilmente raggiungibile anche in bus, troviamo l’Unité d’Habitation, un moderno edificio che i marsigliesi conoscono anche come Cité Radieuse. E’ una struttura adibita ad abitazioni, con 12 piani di appartamenti, a cui si aggiungono ambulatori medici, strutture sportive, negozi e anche un hotel. In zona è anche possibile visitare il MAC, il Musée d’Art Contemporain e la sua eccellente collezione d’arte, o anche lo Château Borély dove troverete il Museo Borély, sede museale che custodisce le collezioni in passato presenti nel Museo della Arti Decorative & Moda.

Se volete invece apprezzare un magnifico edificio seicentesco, reggiungete l’Hospice de la Vieille Charité con la sua magnifica cappella barocca che oggi ospita il Musée d’Archéologie Méditerranéenee e il magnifico Musée des Artes Africains, Océaniens et Améridiens.  Infine da non perdere in una visita a Marsiglia la Cattedrale, intitolata a Santa Maria Maggiore e costruita in stile bizantino. La sua costruzione risale al 1852 e proprio Napoleone III diede il via ai lavori, che si conclusero nel 1856.

Per entrare a contatto con la natura possiamo dirigerci verso il Parco Balneare del Prado, un’area verde con all’interno spiagge per rilassarsi e aree giochi invece per i più piccoli. Giusto al suo fianco ha invece sede il Parc Borély, il giardino botanico che comprende anche un’area museale con il Museo di Arte Contemporanea e il Museo di Arti Decorative. Se volete invece scoprire come Marsiglia sta ricostruendosi, visitate i Docks, vecchi edifici residenziali e commerciali riconvertiti in locali e uffici, un modo per comprendere come rivalutare vecchie aree dismesse.

 

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Tregastel e la Costa del Granito Rosa, una delle più suggestive di Francia

Château d’If

Cosa vedere a Marsiglia

Usciamo dal nucleo urbano per scoprire le altre attrazioni che meritano essere inserite tra le cose da vedere a Marsiglia. L’isolotto posto di fronte a Marsiglia, If, è anche la sede di una fortezza in passato utilizzata anche come prigione ed è sicuramente da inserire tra le cose da vedere a Marsiglia. E’ il luogo dove Dumas avrebbe ipotizzato la reclusione del Conte di Montecristo.

Dalla forma quadrata, il castello ha 3 torri principali e una altezza piuttosto imponente, circa 30 metri, che lo rendono visibile facilmente a occhio nudo da Marsiglia. Dal Porto Vecchio è possibile raggiungerlo con traghetti turistici, piuttosto frequenti specie durante l’alta stagione estiva. La costruzione della fortezza, nata sopratutto come difesa costiera, risale al 1500 e la sua edificazione avvenne con materiali piuttosto economici. Tuttavia la scelta fu tutto sommato corretta visto che nessuno scontro è mai avvenuto durante i secoli, restituendo oggi una fortezza quasi perfetta.

Durante la visita, guidata o libera, è possibile vedere le celle che fino al 1890 è rimasta attiva e che contiene anche una serie di graffiti incisi dai prigionieri durante la loro detenzione.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona   Vence, cosa vedere nella graziosa cittadina in Provenza

Calanques

Cosa vedere a Marsiglia, Calanques

Una delle zone che maggiormente richiamano flusso turistico sono quelle dei Calanchi, in francese Calanques, dei massicci calcarei che da sempre hanno fornito ispirazione a diversi artisti francesi. Qua è possibile entrare nel Parco Nazionale, una escursione ideale da affrontare in una giornata, per guardare da vicino le pareti di roccia. Il Parco è stato istituito nel 2012 e, da Marsiglia, raggiunge la città di Cassis in un percorso di 12 km circa.

È possibile raggiungerlo in treno oppure in barca dal Porto Vecchio o ancora in auto, avendo cosi modo di visitare due delle calanques più frequentate, quella di Sormiou e Morgiou. In qualsiasi modo avrete raggiunto il Parco, la modalità migliore è poi quella di passeggiare per ammirare anche la splendida flora e fauna del territorio.
Ricordate solo che in alcune settimane estive, al fine di preservare il territorio da possibili incendi, alcune calanques vengono chiuse precauzionalmente.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona   Musée d’Orsay, Parigi | Il rinomato Museo d’Orsay, l’impressionismo di Parigi

Come raggiungere Marsiglia

Cosa vedere a Marsiglia, panorama e Cattedrale

Non troppo distante dalle coste della Liguria, Marsiglia si può facilmente raggiungere sia autonomanente in auto, che con i mezzi pubblici, principalmente in treno o in aereo. L’aeroporto di Marsiglia si trova a 20 chilometri a nord dal centro città e dispone di collegamenti diretti con diverse principali città italiane.

In treno invece la stazione principale è la Gare Saint-Charles mentre se opterete per un viaggio in bus arriverete probabilmente alla stazione degli autobus, la Gare Routière.
In auto servono circa 5 ore da Torino e poco meno di 4 ore da ⇒ Genova.
Tuttavia si suggerisce di visitarla senza macchina essendo Marsiglia dotata di una eccellente rete di mezzi pubblici.

Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2021


 

Condividi su: