Cosa vedere a Marbella, Costa del Sol

Tutti gli articoli della Spagna

<!–@ inlined-iframe @–>

!function(){“use strict”;window.addEventListener(“message”,(function(e){if(void 0!==e.data[“datawrapper-height”]){var t=document.querySelectorAll(“iframe”);for(var a in e.data[“datawrapper-height”])for(var r=0;r<t.length;r++){if(t[r].contentWindow===e.source)t[r].style.height=e.data["datawrapper-height"][a]+"px"}}}))}();

Icona articolo onemagConosciuta anche con il soprannome di Milla de Oro, il Miglio d’oro, Marbella è una città balneare ⇒ dell’Andalusia, in Spagna. Poco più di 130.000 abitanti per questa città che nel passato è stata protagonista di un turismo d’eccellenza con VIP e personaggi noti che qua hanno trascorso le loro vacanze. Il soprannome, dicevamo, ricorda proprio questo periodo, a cavallo tra gli anni ’60 e gli ’80 dello scorso secolo, quando attori e personaggi dello spettacolo qua scelsero di acquistare casa. Posta a circa 60 km da ⇒ Malaga, Marbella è una delle principali località della Costa del Sol, una località quasi esclusiva che il tempo ha però trasformato in una meta più popolare.

Oggi Marbella è infatti una popolare località in cui il turismo è indubbiamente la voce economica più importante, una cittadina apprezzata per il clima gradevole ma anche per servizi turistici di alta qualità e un centro storico dall’influenza araba ben curato e accogliente. Grazie alla sua vicinanza con Malaga, la seconda città dell’Andalusia, Marbella può anche essere meta di una giornata di escursione, grazie anche alle sue spiagge, meravigliose e ben tenute. Siamo pronti per scoprire cosa vedere a Marbella, ⇒ Costa del Sol.

 

Cosa vedere a Marbella

Il centro storico

Il centro storico di Marbella, in SpagnaIl centro storico, ovvero il Casco antiguo, è sicuramente una delle prime cose da vedere a Marbella. Prendetevi del tempo a disposizione e preparatevi a passeggiare in questo angolo della vecchia Spagna caratterizzato dalle mura arabe che racchiudono le tipiche abitazioni di colore bianco. Una passeggiata tra i vicoli e le piazze fiorite, vi consentiranno anche di visitare le tante botteghe e i vari negozi, alcuni davvero caratteristici.

Il fulcro del centro storico di Marbella è la Plaza de los Naranjos e qua hanno sede alcuni tra gli edifici più importanti e interessanti della città andalusa. La principale caratteristica è tuttavia la presenza di numerosi alberi d’arancio, gli stessi che danno il nome alla piazza. Ammirate la fontana del XV secolo e date un’occhiata al Municipio, realizzato in stile rinascimentale nel XVI secolo. Dalla piazza potrete poi proseguire la vostra visita nel centro storico ammirando alcuni degli altri edifici posti nei dintorni, come la Cappella di Santiago Apóstol, l’antico Hospital Bazán oggi sede del Museo del Grabado Español Contemporaneo o ancora le mura del Castello.

Interamente pedonale e collinare, il centro storico di Marbella saprà anche entusiasmarvi visitando la Calle del Peral, il fulcro della movida serale e dove andare se si vogliono trovare i migliori cocktail bar e i locali alla moda.

 

Malaga, cosa vedere nella quinta città della Spagna

Cosa vedere a Malaga, la città dell’Andalusia nella quale vivace movida, divertimento, storia e cultura sono protagoniste, insieme ad un numero rilevante di attrazioni.Ecco le…

Chiesa di Nostra Signora dell’Incarnazione

Cosa vedere a Marbella, la Chiesa di Nostra Signora dellIncarnazioneSempre nel centro storico, non troppo distante dalla Plaza de los Naranjos, troviamo la Plaza de la Iglesia dove ha sede la → Iglesia de nuestra Señora. Riconoscibile per il suo campanile di 33 metri, visibile da molte zone della città, è possibile accedere alla sua cima e ammirare un panorama imperdibile del centro di Marbella. Siamo nella chiesa più importante della città e sorge su quella che in passato era una moschea e persino un edificio militare difensivo.

La sua costruzione è iniziata nel 1510 e l’edificio è realizzato in diversi stili, con riferimenti sia al gotico che al rinascimentale che al barocco. Il suo interno è a tre navate ed è possibile ammirare la pala d’altare barocca dedicata al Santo Patrono della città, San Barnaba. Merita uno sguardo anche l’organo, considerato tra i più importanti fra le produzioni del XX secolo.

Avenida del Mar

Cosa vedere a Marbella, Avenida del MarAltra passeggiata fra le più frequentate di Marbella, appena fuori dal centrale contesto cittadino, è l’Avenida del Mar. Siamo nel più importante boulevard di Marbella che conduce, come facilmente comprensibile dal nome, direttamente alle spiagge.

Siamo in una meravigliosa passerella panoramica caratterizzata da numerose sculture di artisti del calibro di Eduardo Soriano o Salvador Dalì. Il percorso parte dal Parco Alameda e raggiunge una delle spiagge più belle della città, la Spiaggia di Venere. La passeggiata è tra le più eleganti dell’intera Costa del Sol, una pavimentazione in piastrelle di marmo che ben accoglie i visitatori in questo che è a tutti gli effetti un museo all’aria aperta. Ben illuminato anche di notte, lungo la passeggiata hanno inoltre sede numerosi negozi e diversi locali, tra cui vari ristoranti e bar dove rilassarsi subito dopo il bagno.

Nel sotterraneo dell’Avenida del Mar è presente un grande parcheggio, quello che permetterà di accedere al Parco Alameda.

Parco Alameda

Parco Alameda a Marbella, in Spagna

Tra il centro storico e l’Avenida del Mar troviamo il Parco Alameda, una oasi di verde e anche il luogo dove rilassarsi dal trambusto della città.

Caratterizzata da una grande fontana, quella della Virgen del Rocio, il Parco è giusto nel mezzo tra il lungomare e il centro storico e anticipa l’Avenida del Mar. Una passeggiata nel Parco Alameda permetterà di rinfrescarsi e riposare in una delle meravigliose panchine in ceramica ma anche salire su una carrozza trainata da cavalli e visitare in questo insolito modo l’angolo verde del centro di Marbella. Sede di mercatini e anche di altri eventi, il Parco Alameda di Marbella non è eccessivamente grande, un territorio di poco superiore ai 20.000 metri quadrati sorto nel XVII secolo e ristrutturato più volte. Lo trovate nei dintorni di Avenida Ricardo Soriano, l’arteria principale della cittadina.

 

Salamanca, la città universitaria della Spagna | Cosa vedere a Salamanca

Cosa vedere a Salamanca, la città della Spagna centrale nella regione di Castiglia e Leon. Salamanca è una tipica città medievale con meno di 150.000…

Paseo Marítimo, il lungomare di Marbella

Paseo Marítimo a Marbella, SpagnaSiamo finalmente arrivati alla prossima tra le cose da vedere a Marbella, il Paseo Marítimo, il lungomare. Si tratta di una elegante passeggiata di ben 6 km che dal porto di Marbella raggiunge Puerto Banús.

Se avete scelto di percorrerlo interamente, partite proprio dal porto e dalla sua spiaggia libera, quella scelta soprattutto dagli abitanti per una pausa di relax. Ambiente tranquillo e chiringuito sono i tratti salienti della spiaggia, caratterizzata spesso dai profumi del pesce fresco cucinato direttamente in spiaggia.

Proseguendo la passeggiata incontrerete in una zona dedicata alla forma fisica, una palestra all’aperto con vari esercizi da compiere durante la passeggiata. Ancora dopo vi troverete nella parte più centrale della passeggiata, caratterizzata da palme, ricca di fiori e alberi esotici. Questo è il tratto più esclusivo, il luogo dove hanno sede i migliori ristoranti della città ma anche dove cercare un tapas-bar oppure dove ammirare la spiaggia, quella maggiormente apprezzata dalle famiglie, grazie a una ampia area giochi.

Ancora più avanti per raggiungere il Puerto Deportivo, il porto turistico, dove potrete ammirare i tanti eleganti yacht ormeggiati. Da qui il Paseo Marítimo vi permetterà di ammirare il faro, uno dei punti di riferimento iconico della cittadina. Verso la conclusione, raggiungerete la spiaggia del Miglio d’Oro e quindi il rinomato Puerto Banús, il porto turistico posto nella zona di Nueva Andalucía, a sud-ovest di Marbella.

 

Cosa vedere a Oviedo, capoluogo delle Asturie

Cosa vedere a Oviedo, capoluogo delle Asturie, una delle aree più sottovalutate in termini turistici ma incredibilmente affascinante.

Altro da vedere a Marbella

Cosa vedere a Marbella, veduta aereaTra le altre cose da vedere a Marbella merita segnare il Museo del Bonsai, uno dei più importanti del suo genere in Europa. Purtroppo al momento viene segnalato come definitivamente chiuso e non abbiamo informazioni su una possibile riapertura.

Di altro genere sono invece le rovine del Castello Arabo, poste all’interno della Riserva naturale della Rocca di Gibilterra, un’area protetta che custodisce anche la Grotta di San Michele e il Tunnel del Grande Assedio, uno dei sistemi di difesa tra i più ingegnosi mai realizzati dall’uomo utilizzato durante il 14° Assedio di Gibilterra, dal 1779 al 1783.

In questo tunnel scavato a mano vennero aperte delle feritoie in cui vennero collocati cannoni e l’idea venne ripresa nel secondo conflitto mondiale quando il tunnel venne allungato di oltre 50 km. Il Castello Arabo venne invece costruito nel 1160 ma danneggiato gravemente dagli spagnoli nel 1300 e solo la Torre del Homenaje, ricostruita nel 1500, è l’unica parte integra che resta del castello e che è possibile visitare.

La Alcazaba de Málaga, infine, è una costruzione militare posta nella montagna di Gibralfaro, a fianco del Teatro Romano della città e frontalmente al porto. La sua costruzione risale al secolo XI per volere del berbero Badis ben Habús, reggente di Grenada. Oggi rappresenta uno dei monumenti tra i più iconici di Malaga.

 

Cosa vedere a Segovia in Spagna

La guida turistica di Segovia in Spagna, la città dai colori caldi di terracotta e dichiarata patrimonio dell’UNESCO. Tra le cose da vedere a Segovia…

Spiagge di Marbella

Spiagge di Marbella, in SpagnaMarbella è una destinazione balneare tra le più apprezzate dell’Andalusia. La città vanta ben 23 spiagge che si alternano lungo i quasi 30 chilometri di costa cittadina. Marbella è anche una delle città andalusiane con il maggior numero di Bandiere Blu, ben 5 le spiagge qua presenti con tale riconoscimento.

Nella costa occidentale di Marbella meritano le due spiagge di Playa Guadalmina e Playa Linda Vista, situate lungo la costa delle due omonime località. Piuttosto vicine ai centri abitati, le spiagge si estendono per 1500 e 600 metri, entrambe insignite con la Bandiera Blu e caratterizzate da un litorale di sabbia mista ghiaia.

Altra importante spiaggia insignita con la Bandiera Blu è Artola, elegante anfratto naturista di fine sabbia dorata. Racchiusa tra le dune di Artola, affacciate sul porto di Cabopino, la spiaggia è lunga 1,5 km e ampia circa 25 metri. Playa de Nueva Andalucia è lunga invece circa 1 km e ampia circa 30 metri, tra le spiagge più apprezzate e affollate anche per il suo club nautico.

Nella piccola località di San Pedro de Alcántara si trova una grande spiaggia di sabbia scura, larga circa 50 metri e lunga oltre 1 km. Qui si trova un’area giochi, bar chiringuitos e anch’essa è insignita della Bandiera Blu. La sua acqua cristallina è perfetta per gli sport acquatici. Altrettanto interessante è Casa Blanca, Bandiera Blu caratterizzata da una spiaggia lunga ben 2 km per 45 metri di ampiezza media. Composta da un litorale di sabbia chiara, è indicata a chi cerca relax in spiaggia e divertimento in acqua.