Maratea, la più ambita meta del Sud Italia

Maratea, la più ambita destinazione del Sud Italia in un territorio elegante e contornato da spiagge e da paesaggi imperdibili. Ecco Maratea

Maratea, la località elegante della Basilicata

La zona costiera tirrenica della Basilicata è breve: solo 28 km di litorale elevato e roccioso separano la linea costiera del Cilento, in Campania, dall’inizio di quella calabrese, a sud.
All’interno di questo sbocco sul mare, però, la pittoresca regione vanta uno dei luoghi di villeggiatura più eleganti e ambiti del Sud Italia: Maratea.

Il borgo di Maratea non è costituito da un unico comune, ma da svariate piccole frazioni collegate, ottimi presupposti per esplorare questa parte della costa in barca, treno o auto.
La principale linea ferroviaria, quella che da Napoli porta a Reggio Calabria, percorre la costa, infilandosi nelle gallerie, seguita parallelamente dalla SS18, che fa un percorso spettacolare fra fitti boschi e una costa scoscesa, piena di insenature e grotte.

Il territorio

Il territorio è caratterizzato da spiagge di sabbia di colore argento, spesso incontaminate e lontane dai grandi centri urbani. Nel corso degli anni la zona è divenuta una delle preferite dagli italiani e attira una clientela piuttosto benestante. Sebbene non sia più veramente una zona “segreta” come un tempo, il suo sviluppo è stato molto responsabile e controllato, evitando così il degrado dell’ambiente.

Città-fantasma CracoCraco, la città fantasma in Basilicata
Craco, la città fantasma in Basilicata, un borgo che assomiglia ad un villaggio del lontano West e teatro di numerosi film.

Continua a leggere

Dal punto di vista culturale c’è poco da vedere e poco da fare, sebbene sia possibile fare immersioni ed altri sport. Questo è uno dei posti migliori dove passare due o tre giorni di relax.

La località vanta due alberghi notevoli: la Locanda delle Donne Monache, che vanta una tradizione che dura da generazioni, e il Santavenere, apprezzato da una clientela amante delle comodità.

Le frazioni

Il nucleo della città è Porto Maratea, una minuscola frazione affacciata sul mare con graziose case, yacht eleganti e barche da pesca dai colori vivaci. Si può raggiungere tramite una delle due strade più piccole che partono dalla SS18, una delle quali conduce dopo un breve tragitto all’altrettanto minuscola frazione di Fiumicello a nord. Qui una bella spiaggia saprà accogliervi con tanto di angolo ristoro.

L’antico borgo originario di Maratea -noto anche come Maratea Paese o Maratea Inferiore- nascosto ai piedi del Monte San Biagio, raggiungibile tramite una diramazione dalla strada principale. Il luogo, fondato dai Greci nell’ 8 Sec. A.C., è un labirinto di minuscole strade e vicoli, acciottolati e di antiche chiese, fra cui spicca quella di San Vito, del X secolo.

Cosa visitare a Maratea

Le rovine di Maratea Antica punteggiano i declivi al di sopra della città, lungo la strada che sale a Monte San Biagio. A dominare la vetta di 624 metri, rivolta verso l’interno montagnoso, è la statua di marmo bianco del Redentore, alta 20 metri, costruita nel 1963. Proprio di fronte troverete il Santuario di San Biagio, il patrono della città che nella seconda domenica di maggio, durante la festa principale, viene visitato da una imponente processione.

Ancor più lontano, Marina di Maratea, centro di soggiorno più moderno, si estende a 5 km a sud della città sulla SS18, mentre all’interno l’elevato villaggio di Rivello, raggiungibile per la pittoresca strada di montagna a nord di Maratea, via Trecchina, è una gratificante meta per la gita di un giorno.

Scopri di più:

Cosa visitare a Castelseprio
Cosa vedere a Bardonecchia

 

Condividi su: