Mantova, cosa vedere nella città lombarda

Mantova è una città lombarda situata a breve distanza dal Veneto ed Emilia Romagna, ricca di storia e cultura. Circondata da 3 laghetti artificiali, Mantova può vantare di essere una delle città storiche più belle della Lombardia. Qui troviamo il maestoso complesso del Palazzo Ducale della famiglia Gonzaga, il Palazzo Te, le chiese, il Castello, la basilica di Sant'Andrea e le altre costruzioni storiche. Nel Palazzo Ducale di Mantova ogni settembre si svolge il Festivaletteratura che attrae migliaia di visitatori appassionati del libro. La città di Mantova è famosa anche per i suoi concerti ed incontri culturali. Scopriamo, quindi, cosa visitare e fare a Mantova.8 min


Mantova

Mantova, turismo in una città delle città più belle della Lombardia

icona-articoloCircondata da 3 laghi artificiali e popolata da circa 50000 persone, Mantova è una delle città storiche più belle della Lombardia e, molto probabilmente, anche dell’intero Nord Italia. Nota per la sua architettura rinascimentale degli edifici eretti dai Gonzaga, Mantova rappresenta una destinazione eccezionale anche per la sua ristretta distanza da località altrettanto interessanti, quali il  Lago di Garda e la città di  Verona.

Passeggiare per le vie di Mantova trasporta il visitatore in un luogo incantato. La vita qua pare essere rimasta indietro nel tempo, dove il suo fascino non è stato mutato con lo scorrere dei secoli.

Tra i personaggi collegati a Mantova sorge spontaneo citare Andrea Mantegna. Ludovico II affidò al pittore veneziano la progettazione e realizzazione del maestoso complesso del Palazzo Ducale, oggi divenuto simbolo della città.

Di notevole interesse è anche il Festivaletteratura. Evento che avviene durante il mese di settembre, dove la città si popola di amanti del libro e della lettura, divenendo di particolare interesse anche per l’atmosfera pre-autunnale che Mantova pare rappresentare lo stereotipo.

Mantova, eventi ed attività in breve

Mantova Bicicletta

Ma non solo libri: anche biciclette. Ad un gran numero di persone piace trascorrere il proprio tempo su una sella e due ruote, ed è anche eccezionale per l’ambiente. Infatti Mantova, tra le città più “Green” in Italia, è circondata dalla ciclabile Peschiera, che percorrere le colline moreniche, le sponde del Mincio, i pittoreschi borghi e gli annessi boschi fiabeschi.

Rimanendo in città non può essere persa la Piazza Erba, con il suo mercato, il Palazzo della Ragione, la Torre dell’Orologio e l’annesso Museo del Tempo. Altrettanto imperdibile il Teatro Scientifico Bibiena, splendido esempio di architettura del 18° secolo, la cui firma di realizzazione porta il nome di Mozart.

Visitare Mantova, tra storia ed architettura

Mantova Turismo

Visitare Mantova è sinonimo di visitare un pezzo di storia, un’eccezionale cimelio urbano e testimonianza dello splendore rinascimentale italiano. Prima di proseguire la lettura sui luoghi d’interesse del comune, facciamo una breve relazione geografica.

Mantova è la casa di poco più 49 mila persone, ed è il capoluogo dell’omonima provincia. Situata a metà tra il Parco del Mincio ed il Parco Regionale Vallazza, i suoi lati sono bagnati dai Laghi Superiore, Mezzo ed Inferiore. Rispettivamente questi sono sviluppati da nord-ovest a sud-est dalla città.

Collocata nella punta sudorientale della Lombardia, a ristretta distanza troviamo anche il maggiore fiume italiano: il Po, che delinea anche il confine con l’Emilia-Romagna. Inoltre, è possibile paragonare Mantova a punta di una piramide capovolta tra il Lago di Garda e Verona, distanti circa 50km. 

Mantova meteo, quando è consigliato visitarla

Mantova Meteo

Mantova è una città a tutti gli effetti evergreen. Non solo per le numerose iniziative in ambito di tutela ambientale, ma anche per la sua stagionalità turistica che dura per 12 mesi l’anno.

Infatti, nonostante durante le due maggiori stagioni Mantova offre due prospettive diverse, la sua ristretta grandezza e l’elevata densità di punti di interesse la rendono turistica anche durante il clima rigido.

A Mantova il meteo si presenta con il classico clima temperato fresco di tipo continentale, che caratterizza l’intera Pianura Padana. Durante l’inverno raramente il clima precipita sotto lo zero ed in estate invece la media della temperatura si assesta attorno ai 25°.

Attenzione però alle precipitazioni. Infatti Mantova è protagonista di precipitazioni che annualmente registrano un valore pari a 650mm, che però vedono grandi picchi durante Aprile ed Ottobre, quindi durante le mezze stagioni.

Come in altre zone della Pianura Padana, Mantova è particolarmente afosa ed umida, per l’intero arco dell’anno, con valori che possono anche superare i 70% di umidità.

Nonostante – come per gran parte delle località non alpine italiane – sia consigliato visitare la città in estate, i primi mesi primaverili ed autunnali possono rivelarsi molto interessanti, grazie alle sue fresche temperature ma non rigide.

Mantova: cosa vedere ed attrazioni turistiche

Attrazioni Mantova

Mantova, come citato più e più volte nel corso della lettura, è una città ricca di attrazioni turistiche e di punti d’interesse. Per visitarla e godersela appieno bisogna avere un certo interesse nel turismo di stampo culturale e storico.

Di seguito abbiamo stilato una lista con alcune tra le attrazioni di maggiore rilievo presenti nella città. Ecco quindi cosa vedere a Mantova.

Palazzo Te

Mantova Palazzo Te

Protagonista di ogni escursione a Mantova, il Palazzo Te è un glorioso edifico monumentale realizzato tra il 1524 ed il 1534, per volere di Federico II Gonzaga. Affidò il compito della costruzione ad uno dei più celebri architetti italiani d’allora: Giulio Romano.

Facilmente raggiungibile anche a piedi, il Palazzo Te è sito lungo il cosiddetto Percorso del Principe: un itinerario che percorre i principali punti di interesse inerenti ai luoghi storici collegati alla vita dei Gonzaga.

Il Palazzo Te è testimone del periodo più fiorente di questa famiglia, che governò per oltre 4 secoli la città di Mantova, divenendo cosi uno dei punti di riferimento per la cultura e l’arte del Rinascimento Italiano.

L’edificio era voluto dal nobile per agevolare le sue battute di caccia, visto la posizione ottimale presso l’immediata periferia mantovana, oltre a qualche consueta scappatella amorosa da giovane aristocratico quale era.

Oggi noi possiamo ammirare un pittoresco patrimonio architettonico ed artistico, che simboleggia la maestosità della città di Mantova nonché calamita per migliaia di turisti ogni mese, provenienti da ogni angolo del pianeta.

Per avere maggiori informazioni su orari e costi visitare il sito web ufficiale.

Palazzo Ducale

Mantova Palazzo Ducale

Dalla periferia ci spostiamo in città, raggiungendo la cosi nota “Reggia dei Gonzaga“, uno dei principali edifici storici del nostro paese nonché uno dei più datati: parliamo del pittoresco Palazzo Ducale.

Sin dai primi anni del 14° secolo, il Palazzo Ducale era adibito a residenza ufficiale dell’alta aristocrazia mantovana, che altro non era la famiglia dei Gonzaga. Qua alloggiavano i principali personaggi storici della città di Mantova e del medioevo italiano: signori, marchesi e duchi.

Per visitare l’intero complesso del Palazzo Ducale è, in teoria, richiesta un’intera giornata, visto il cosi elevato numero di ambienti che ricoprono una superficie totale di circa 35 mila metri quadri.

La struttura ricopre interamente il lato orientale di Piazza Sordello, cuore pulsante della politica dei Gonzaga, i quali regnarono qua dal 1328 sino al 1707. Si cita, per ultimo ma non per importanza, anche il possedimento reale di Maria Teresa d’Asburgo, la quale inserì il Palazzo Ducale nella sua lunga lista di proprietà nobiliari.

Altre attrazioni di Mantova

  • Basilica di Sant’Andrea: Maggiore edificio ecclesiastico di Mantova, la Basilica concattedrale di Sant’Andrea è una suggestiva e splendida opera realizzata per mano di Leon Battista Alberti. L’architetto rappresentò uno dei principali personaggi per lo sviluppo dell’architettura rinascimentale.
  • Castello di San Giorgio: Facente parte della Reggia dei Gonzaga, il Castello di San Giorgio è indubbiamente uno dei monumenti più imponenti e simbolici di Mantova.
  • Camera degli Sposi: La Camera degli Sposi, storicamente denominata come Camera Picta, è una una stanza collocata nel torrione nord-orientale del Castello di San Giorgio. L’ambiente è internazionalmente celebre per i suoi magnifici affreschi, opera di Andrea Mantegna e risalente tra il 1465 e il 1474.
  • Rotonda di San Lorenzo: Nonostante il suo nome possa far intendere ben altro, la Rotonda di San Lorenzo è una magnifica chiesa medievale collocata in Piazza Erbe. Si tratta di uno degli edifici più antichi di Mantova, in quanto eretta nell’11° secolo.
  • Piazza delle Erbe: Impossibile non citare Piazza delle Erbe, capolavoro urbano di Mantova. Configurata durante il periodo di espansione comunale del 12° secolo, Piazza Erbe è sede inoltre di numerosi edifici storici, ognuno dei quali risalente al periodo pre-rinascimentale.
  • Duomo di Mantova: Il Duomo di Mantova, chiamato anche Cattedrale di San Pietro apostolo, è il principale luogo di culto della città, chiesa madre dell’omonima diocesi. Sita nella centralissima Piazza Sordello, a breve distanza troviamo anche il Palazzo Ducale e la Basilica di Sant’Andrea.
  • Chiesa di San Sebastiano: Proseguiamo il nostro itinerario attraverso le cose da vedere a Mantova presso il tempio di San Sebastiano. Si tratta anche in questo caso di un edificio religioso di Mantova, progettato dal già citato Leon Battista Alberti ed oggi adibito a famedio dei caduti.

Scopri di più:

Mantova, la guida turistica
Viadana, il comune più grande della provincia di Mantova
Sabbioneta, il borgo dei Gonzaga
Cremona, la città del Po e della musica

 


Like it? Share with your friends!