Condividi su:

Madonna di Campiglio, cosa vedere
Dove sciare a Madonna di Campiglio

Tutti gli articoli del Trentino Alto-Adige

icona-articolo

A poco meno di 30 km da Trento, quasi nel centro della Val Rendena, troviamo l’elegante e discreta Madonna di Campiglio, una tra le località sciistiche più note internazionalmente. Posizionata tra le Dolomiti di Brenta e i ghiacciai dell’Adamello, la cittadina ha poco meno di 800 abitanti e si trova a 1.550 metri di altitudine.
Pronti a scoprire Madonna di Campiglio?

Cenni storici

Mappa Madonna di CampiglioLe origini turistiche di Madonna di Campiglio risalgono alla meta dell’Ottocento quando Giambattista Righi, personaggio nato nel 1830 a Strembo, comune poco distante da Trento con oggi poco meno di 600 abitanti, acquistò l’ex monastero di Santa Maria di Campiglio.
L’edificio, allora appartenente alla mensa capitolare della provincia di Trento, venne completamente ricostruito e trasformato in primo albergo, lo Stabilimento Alpino, creato con lo scopo di accogliere i primi turisti.

Righi si accorse presto che non bastava certo un albergo per trasformare l’area in zona turistica senza la creazione di una adeguata rete di collegamento. Nel 1875 attinse nuovamente ai propri risparmi per realizzare la carrozzabile tra la cittadina e gli altri centri dell’Alta Val Rendena. A seguire le orme di Righi ci pensò poi la famiglia Oesterreicher, la stessa proprietaria del Grand Hotel Trento, che acquistò lo Stabilimento Alpino ne 1882.

Franz Joseph Oesterreicher aveva le idee ben chiare, rendere Campiglio il luogo perfetto per far soggiornare la borghesia del Centro Europa. Furono diversi gli ospiti illustri che infatti la scelsero, la Principessa Sissi giusto per citare il nome più importante.
Gli Oesterreicher rimasero davvero a lungo a Madonna di Campiglio. Di loro si parla fino al 1955 quando la proprietà venne invece venduta a imprenditori di Milano e della Lombardia che diedero un ulteriore aspetto elegante alla cittadina.

Il secondo dopoguerra era il momento perfetto per iniziare a promuovere le attività sportive. Nel 1947 venne fondata la Società Funivie e l’anno successivo il primo impianto vide la luce. L’inizio del decennio successivo coincise con l’apertura di nuove funivie e anche le prime sciovie.
Oggi Madonna di Campiglio è tra le più importanti stazioni sciistiche italiane, perfetta da scoprire anche in estate.

OneMag-logo
L’incantevole lago di Levico Terme

Madonna di Campiglio, cosa vedere e cosa fare

Madonna di Campiglio cosa vedere, via principale

La vecchia carrozzabile di metà dell’Ottocento voluta da Righi è oggi trasformata nella S.S. 239 che connette Madonna di Campiglio con le Valli Giudicarie, attraversando il Valico di Campo Carlo Magno.
La semplicità con cui si raggiunge la cittadina del Trentino, aiutata dall’autostrada A22, con un uscita a Trento Sud o da San Michele all’Adige in base alla propria provenienza, ha contribuito notevolmente allo sviluppo e alla crescita turistica.

La ragione principale per una vacanza a Madonna di Campiglio è naturalmente lo sci grazie alle note piste del comprensorio della Ski Area Madonna di Campiglio-Pinzolo-Folgarida-Marilleva. Siamo infatti nella più grande area dedicata allo sci del Trentino, oltre 150 km di piste con 60 impianti di risalita moderni. In questo comprensorio appartengono anche Folgarida Marilleva e Pinzolo, completando il trittico delle località più prestigiose del comprensorio.
Madonna di Campiglio è anche sede di una delle più antiche gare d’Europa, la Tre gare nel Trentino dove vengono anche disputate le gare di slalom speciale per la Coppa del Mondo di sci alpino.

Cosa fare in estate

In estate la cittadina offre giornate indimenticabili grazie ai tanti sentieri che possono essere percorsi sia da escursionisti che in mountain bike. Sono anche numerosi i sentieri che possono essere percorsi a piedi, regalando momenti di relax e di sport estivo ai turisti in cerca di refrigerio dalle afose città poco distanti.
Da visitare i cinque laghi di origine glaciale che sorgono nei dintorni, Serodoli, Gelato, Nero, Ritorto e Lambin.
In ogni periodo dell’anno, Madonna è in grado di far divertire giovani e meno con le sue serate, spesso arricchite da eventi o appuntamenti allegri.

Il Carnevale Asburgico

Immancabile presenziare al Carnevale Asburgico, appuntamento annuale del mese di Febbraio con una delle rievocazioni storiche più appassionanti di tutta la regione. Durante l’evento si potranno ammirare le varie sfilate in abiti d’epoca, completate da spettacoli teatrali e anche da cortei in fiaccolata tra i boschi ancora ricchi di neve.
Il momento saliente del Carnevale Asburgico è il Gran Ballo dell’Imperatore, svolto nel salone Hofer dell’Hotel Des Alpes, il medesimo che ospitò la Principessa Sissi nella sua settimana di presenza a Madonna di Campiglio.


 

Condividi su: