Cosa vedere a Macugnano | Guida di viaggio

Macugnaga, Verbano Cusio Ossola | Cosa vedere a Macugnaga


Condividi su:

Macugnaga, la piccola perla del Monte Rosa

Tutti gli articoli del Piemonte

Icona articolo

Il piccolo borgo di Macugnaga si trova nelle Alpi Pennine, nel nord del Piemonte, località sciistica confinante con il Passo del Monte Moro e con Zermatt, nel Canton Vallese svizzero. I suoi confini sono inoltre con la Valsesia, raggiungibile attraversando i 2738 metri di altitudine del Passo del Turlo.
Lo si raggiunge facilmente percorrendo la A26, in direzione di Gravellona Toce, per poi immettersi nella ss 33 del Sempione fino all’uscita di Piedimulera che consentirà di raggiungere la Valle Anzasca e quindi l’abitato di Macugnaga.

Cenni storici

Mappa di MacugnagaLe origini di Macugnaga ci riporta alla metà del 999 quando l’Arcivescovo di Milano Arnulfo cedeva l’allora Macana, il primo nome di Macugnaga, all’Abate Lanfredo, appartenente al Monastero dei Benedettini di Arona.
La sua nascita come vero e proprio centro abitato risale tuttavia al XII secolo per volere dei Walser, il popolo di origine alemanna che emigrò dal vicino Vallese per insediarsi negli alpeggi del Monte Rosa.

Ancora oggi la loro presenza è chiaramente visibile dalle numerose costruzioni in pietra e legno ma anche dal dialetto locale che alcuni anziani ancora parlano. Durante la festa patronale di ferragosto è interessante ammirare gli abiti tipici dell’epoca, un costume ricamato che viene portato anche in altre occasioni ufficiali.

Dopo l’arrivo degli Sforza, che governarono l’Ossola dopo un periodo sotto la signoria dei Visconti, nel 1535 Macugnaga e l’intera valle passò sotto il governo spagnolo. L’Ossola venne poi unita al Regno di Sardegna e nel 1743 Macugnaga inserita nel Mandamento di Vogogna prima di essere soppresso e trasferito nella Provincia dell’Ossola.
La nascita del Regno d’Italia la vide annessa alla provincia di Novara prima dell’istituzione, nel 1992, della provincia del Verbano Cusio Ossola a cui tutt’ora appartiene.

OneMag-logo
Link in uscita Varzo | Cosa vedere a Varzo, il borgo della Val Divedro

Cosa vedere a Macugnaga

Chiesa della Madonna dei Ghiacciai
Chiesa della Madonna dei Ghiacciai, Macugnaga

Definita la perla del Monte Rosa, Macugnaga è un piccolo villaggio posto a 1327 metri di altezza composto da quattro frazioni ognuna composta da una precisa identità.
Staffa è la sede comunale, mentre Pecetto è la frazione che si raggiunge al termine della strada statale, dove merita vedere la Chiesa della Madonna dei Ghiacciai e l’antica Baita Pala. Proprio dalla sede municipale si può raggiungere il primo nucleo abitato di Macugnaga, Dorf, dove troviamo la Chiesa Vecchia in stile medievale.

Davanti alla chiesetta si trova il simbolo più antico di Macugnaga, un tiglio a grandi foglie che pare essere stato piantato proprio dai fondatori. A fianco la Chiesa Vecchia troviamo invece un piccolo cimitero che in passato è servito per tumulare guide e alpinisti che hanno perso la loro vita sul Monte Rosa.

Nella frazione Borca ha invece sede la Chiesa dell’Assunta, edificio a singola navata caratterizzata da un campanile costruito molto di recente, nel 1936. La casa parrocchiale conserva al suo interno il Museo Casa Walser. Inaugurato nel 1982, il Museo propone la vita dei fondatori del borgo attraverso una tipica abitazione su tre livelli, di cui l’interrato propone la cantina adibita a mostre temporanee mentre il piano terra è quello dedicato alla cucina. Al piano superiore troviamo tre sale che ripropongono le lavorazioni più tradizionali tra cui la preparazione del pane.

Tra le cose da vedere a Macugnaga anche il secondo museo del nucleo urbano merita di essere visitato. Parliamo del Museo della Montagna e del Contrabbando, anch’esso collocato in un antico edificio walser, con una serie di reperti legati alla storia alpinistica del borgo.

Macugnaga è anche un comprensorio sciistico dove praticare oltre a sci alpino e di fondo, snowboard, pattinaggio e anche fuoripista in una area sicura. Tra le regine delle piste di Macugnaga non perdetevi la pista Moro-Bill, 6 km di curve che dai 2900 del Passo Moro scende fino ai 1700 dell’Alpe Bill, lungo la parete est del Monte Rosa.

OneMag-logo
Link in uscita Parco del Gran Bosco di Salbertrand

Escursioni da Macugnaga

Cosa vedere a Macugnaga, Lago delle Fate
Il Lago delle Fate, Macugnaga

Da Macugnaga sono varie le escursioni che possono essere praticate, una serie di passeggiate che condurranno ai tanti rifugi della zona oppure sulle cime delle montagne.
Da Staffa si potrà prendere in considerazione il Lago delle Fate, posto a 1309 metri, oppure salire in funivia sul Passo di Monte Moro o ancora raggiungere il Belvedere, un punto panoramico del Monte Rosa raggiungibile in seggiovia oppure mediante un sentiero che parte da Pecetto.

Proprio dal Belvedere potremo raggiungere, questa volta esclusivamente a piedi, il rifugio Zamboni-Zappa, realizzato nel 1925 e posto a 2065 metri di altitudine. Dal rifugio si potrà poi concludere l’esperienza raggiungendo, in pochi minuti, la Cappella Zapparoli dove fermarsi per ammirare la parete est del Monte Rosa.


 

Condividi su: