Lubiana, cosa vedere nella capitale slovena

Cosa vedere a Lubiana, la capitale della Slovenia, città abitata da molti studenti grazie alla sua prestigiosa università e ricca di spazi verdi. Lubiana è posta sulle sponde del fiume Ljubljanica che la divide esattamente in due parti, quella storica e quella commerciale. Il meteo di Lubiana consentono di visitarla tutto l'anno, anche se durante i primi mesi dell'anno le temperature possono scendere anche sotto lo zero. Tra le cose da vedere a Lubiana segnaliamo il Castello ed il Ponte dei Draghi, peculiare ponte sul fiume Ljubljanica. Ecco tutte le attrazioni da vedere a Lubiana, la capitale della Slovenia. 4 min


2
Cosa vedere a Lubiana
Condividi su:

Cosa vedere a Lubiana,
la capitale della Slovenia

icona-articoloLubiana, la città con il più grande patrimonio culturale e storico della Slovenia, si caratterizza per un centro urbano frequentato da giovani studenti universitari.
I diversi atenei cittadini rendono la capitale della Slovenia una delle mete più interessanti per un corso di studi. Alla vivacità dei giovani, Lubiana contrappone numerosi spazi verdi, parchi e giardini perfetti per essere scelti per relax, divertimento o per studiare.

Cosa vedere a Lubiana, mappa

La città è posta sulle sponde del fiume Ljubljanica, dove ai lati troviamo numerosi caffè all’aperto, luoghi ideali per ammirare i tanti palazzi dall’architettura barocca.
Il fiume Ljubljanica divide la città nelle due principali aree: quella storica e quella commerciale, di stampo decisamente più moderno.

A livello culturale ricordiamo i numerosi musei che punteggiano in tutto il centro urbano.
Le punte di diamante sono indubbiamente il Museo Nazionale della Slovenia, che espone cimeli ed opere a stampo storico e il Museo d’Arte Moderna, sede delle più importanti opere d’arte slovene dello scorso secolo.

Come raggiungere Lubiana

Cosa vedere a Lubiana, fiume Ljubljanica
Lubiana, fiume Ljubljanica

La città di Lubiana, il cuore economico e politico del paese, è posta proprio nel centro geografico della Slovenia.

Raggiungibile con un viaggio in macchina di poco più di un’ora da Trieste, la città è molto frequentata proprio dai turisti italiani, il principale flusso straniero. Gli austriaci che provengono da Vienna potranno invece raggiungerla percorrendo l’autostrada A1-E57.
I visitatori croati che arrivano da Zagabria la potranno visitare percorrendo l’autostrada A2-E70.

Da Trieste si può raggiungere Lubiana anche viaggiando in autobus e, una volta scesi, non avrete difficoltà a muovervi grazie a una rete di trasporti piuttosto efficiente.
Lo scalo aeroportuale più vicino è quello di Lubiana-Brnik, posto a meno di 30 km a nord della città.

Abitata da circa 270.000 persone, Lubiana non è particolarmente ampia e quindi facilmente visitabile anche in una giornata. La capitale della Slovenia ospita al suo interno una discreta quantità di attrazioni turistiche e di attività perfette per i viaggiatori di qualunque età.

OneMag-logo
Link-uscita icona  In viaggio da Trieste? Scopri anche Cerknica, la cittadina con un peculiare lago

Quando andare a Lubiana

Lubiana meteo

Il clima di Lubiana si presenta particolarmente rigido durante l’inverno ma piuttosto mite e piacevole durante la stagione estiva. In questo secondo caso le temperature massime di media non superano i 28 gradi. I mesi da preferire per visitare Lubiana sono quelli tra maggio e settembre, perfetti per piacevoli passeggiate.

Luglio e agosto sono i mesi in assoluto con maggior traffico turistico ma senza particolare affollamento. Anche nei due mesi turistici più intensi, Lubiana rimane visitabile senza particolari criticità.
Da evitare, invece, i primi tre mesi dell’anno, quelli in cui la temperatura può facilmente scendere sotto lo zero termico, compromettendo la qualità della visita.
Anche novembre è un mese da evitare, essendo il più piovoso di tutto l’anno.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Viaggio nelle Alpi Giulie per visitare la città di Bled e il suo lago

Cosa vedere a Lubiana

Cosa vedere a Lubiana, veduta del Ponte dei Draghi
Lubiana, veduta del Ponte dei Draghi

La città di Lubiana è indubbiamente una città dove scoprire storia e cultura.
Numerosi i punti di riferimento che la rendono eccezionale per trascorrere una o più settimane in questo centro urbano dove storia e natura tutt’oggi coesistono perfettamente

Di seguito abbiamo stilato una lista con alcune tra le più importanti attrazioni per il turismo nella capitale della Slovenia.
Ecco quindi cosa vedere a Lubiana.

Cosa vedere a Lubiana, il Castello
Lubiana, il Castello
    • Ponte dei Draghi: situato sul fiume Ljubljanica, tra Kopitarjeva ulica e Resljeva cesta, poco distante verso nord dal mercato centrale di Lubiana.
      Costruito agli inizi del XX secolo, il Ponte dei Draghi rappresenta un’attrazione turistica per via della sua peculiare struttura architettonica, di alto interesse artistico.
      Torniamo indietro nel tempo, a più di un secolo oggi, precisamente negli ultimi anni del XIX secolo. Lubiana era una città diversa, certamente in parte industriale, ma con un carattere che riusciva ancora ad emanare quel fascino da fiaba medievale. Gli abitanti si spostavano in città con l’utilizzo di carrozze o, più semplicemente, a piedi. Le strade erano di pietra e gli edifici che le contornavano portavano il caratteristico marrone scuro del legno d’abete.
      Era arrivato il momento di pensare a come attraversare il fiume Lubjanka in sicurezza, visto che l’attuale ponte di attraversamento non era più adatto alle esigenze di una città in forte crescita.
    • Castello di Lubiana: menzionato per la prima volta nella metà del XII secolo e abitato fino ad almeno il XIII, il Castello di Lubiana corona la città tramite la sua eccezionale posizione in cima alla collina nel centro storico della città.
      Tromostovje: il Tromostovje, tradotto in Triplo Ponte, è – come facilmente intuibile – un gruppo di tre ponti che attraversano la città medievale sul fiume Ljubljanica. Il ponte centrale è costituito da pietra clinica, mentre quelli ai lati in calcestruzzo
    • Piazza Prešeren: Situata a poca distanza dal Triplo Ponte e dalla pittoresca chiesa Francescana dell’Annunciazione, Piazza Prešeren è dedicata dall’omonimo poeta France Prešeren, figura di spicco della cultura slovena.
    • Cattedrale di San Nicola: Principale edificio ecclesiastico di Lubiana nonché un capolavoro artistico ed architettonico.
      La Cattedrale di San Nicola, situata in Piazza Cirillo e Metodio, è l’unica cattedrale della città, facilmente riconoscibile per la sua peculiare cupola verde e per le due torri.
    • Metelkova: Uno dei simboli della capitale della Slovenia è il Metelkova, un centro culturale ed autonomo sito nel centro città. Il sito, in precedenza, era adibito a quartier generale militare dell’allora esercito dell’impero austro-ungarico, oggi è facilmente riconoscibile per i suoi meravigliosi murales dipinti sull’esterno.
    • Museo nazionale della Slovenia: Maggiore centro museale di tutta la Slovenia nonché uno dei simboli di Lubiana, a ristretta distanza dal parco Tivoli troviamo il Museo Nazionale della Slovenia.
      Qua sono ospitati cimeli, documenti ed opere inerenti alla storia del paese. Per maggiori informazioni inerenti ad orari ed esposizioni visitare il sito web ufficiale.
    • Chiesa francescana dell’Annunciazione: Situata nel cuore della precedentemente citata Piazza Prešeren, la Chiesa Francescana dell’Annunciazione è uno dei principali edifici religiosi della città.
      Facilmente riconoscibile per il suo colore rossastro, che indica l’ordine francescano moderno, a partire dal 2008 la chiesa è protetta come monumento culturale.
    • Tivolski Grad: L’attuale sede del museo di Arte grafica era in precedenza la casa estiva del vescovo di Lubiana.  La sua costruzione risale al XVII secolo e, dopo varie ristrutturazioni, oggi è uno dei luoghi culturali per eccellenza della città.
    • Teatro Nazionale Sloveno di Lubiana:  La costruzione dell’edificio fu opera dell’architetto austriaco Alexander Graf che aveva già in precedenza realizzato altri luoghi d’arte in Boemia e nella Moravia. La costruzione richiese due anni e si concluse nel 1911.
      L’interno è ornato sfarzosamente, il vestibolo d’ingresso è in stile classico, mentre l’esterno riveste il classico stile dei primi anni del 1900. Da notare, una volta entrati, il balcone posto poco sopra l’ingresso e sorretto da colonne.

 

Ultimo aggiornamento: 4 settembre 2020


 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

2