Lombardia

Lombardia
Cosa vedere in Lombardia

Le province della Lombardia

Guida della Lombardia

Cosa vedere a Laglio sul Lago di ComoLombardia, un territorio da mille sorprese e tesori.

Siamo nella regione dei ⇒ grandi laghi e principale polo economico del paese. Il suo territorio è stato particolamente valorizzato con grandi città ma anche con numerosi borghi dal fascino unico. La regione, morfologicamente, è quasi di netto divisa in due. A sud il territorio è totalmente pianeggiante, mentre superata Milano, a nord, omogeneamente iniziano ad elevarsi altopiani e vette, alcune delle quali nel tratto dell'estremo nord sono note stazioni sciistiche.

 

Le città della Lombardia

La Lombardia è la regione con più capoluoghi, ben dodici, che si spartiscono il territorio nelle corrispettive province, tra cui una Città Metropolitana, quella di Milano. Con oltre dieci milioni di abitanti, la Lombardia è anche la regione più popolosa d'Italia, con più di un sesto di tutti i cittadini italiani. A primo impatto, la mancanza del mare potrebbe rendere la regione meno esotica e attraente, ma bisogna subito ricredersi.

 

I laghi

La Lombardia è la regione dei Grandi Laghi: tutti e tre i maggiori laghi italiani bagnano la regione, il Lago di Garda, il Maggiore e quello di Como. Oltre a questi, la regione vanta un gran numero di bacini d'acqua medio-grandi, come il Lago di Idro e il Lago di Iseo, rispettivamente tra le province di Brescia e Bergamo. Spostandoci invece nell'area occidentale, l'intera provincia di Varese è costellata da laghi e laghetti vari, come quelli di Ghirla e Comabbio, che attirano tanti visitatori nel weekend, oltre all'omonimo Lago di Varese. Ma ancora ci sono i laghi di Ceresio, Monate, Ganna e Delio, con una lista che ancora potrebbe proseguire.

Le attività all'aperto

Tante le attività all'aperto da poter praticare in Lombardia. Gli amanti del trekking potranno percorrere il Sentiero delle Orobie, l’Alta via dell'Adamello o il Parco Nazionale dello Stelvio. Altri sentieri sono presenti in Valtellina, come la Gran Via delle Orobie, 130 km in totale, e l’Alta Via della Valmalenco, di 110 km, per escursionisti esperti. Interessante la Via dei Terrazzamenti, un itinerario ciclo-pedonale di 70 km attraverso borghi e vigneti, da Morbegno a Tirano.

Emozionanti camminate con vista lago si potranno fare invece nel Sentiero del Viandante, un percorso di 45 km lungo la sponda orientale del Lago di Como, oppure la Via dell’Alto Lario, nell’Alto Lario occidentale.

Se volete mettervi alla prova con l’arrampicata potrete scegliere la Val di Mello, nella bassa Valtellina, le cime dell’Adamello oppure una delle falesie del Lago di Como o del Lago di Garda. Sempre in Valtellina si potrà praticare raftinghydrospeed e kayak mentre nei laghi il canyoning.

Varie le possibilità di cicloturismo. Il Sentiero Valtellina, 114 km da Bormio a Colico o la Pista Ciclabile del Mincio, che collega Peschiera del Garda con la città di Mantova. Alternative sono la Ciclopista del Garda, a picco sulle rive del lago da Limone a Riva del Garda; la Ciclabile dell’Adda e la Ciclovia della Valle Brembana, da Bergamo fino alla alta Val Brembana.

 

L'inverno in Lombardia

In inverno gli appassionati di sci e snowboard possono contare su impianti sciistici moderni e ben attrezzati che garantiscono un innevamento perfetto: tra i centri maggiori, il comprensorio di Ponte di Legno-Tonale (41 piste, 28 impianti di risalita, 100 km in totale), dell’Aprica (22 piste, 22 impianti di risalita, 50 km in totale), Livigno (78 piste, 32 impianti di risalita, 115 km in totale), Bormio (18 piste, 15 impianti di risalita, 50 km in totale), Madesimo (30 piste, 12 impianti di risalita, 37 km in totale) e Montecampione (20 piste, 11 impianti di risalita, 30 km in totale). Numerosi sono anche gli itinerari per ciaspole e le piste di pattinaggio oltre alla possibilità di fare gite in motoslitta con cena in rifugio o gite in elicottero. In Valle Camonica e in Alta Valtellina è anche possibile sperimentare lo sled-dog, ovvero uscite con slitte trainate da cani siberiani.

Gli sport acquatici

Sui maggiori laghi lombardi è possibile dedicarsi a diversi sport acquatici: il Lago di Garda, il Lago di Como, il Lago Maggiore e il Lago d’Iseo sono la cornice ideale per la vela, per il windsurf e il kitesurf ma anche per sci nautico, canoa, immersioni, wakeboard e stand up paddle.

 

Terme

La Lombardia vanta alcuni degli stabilimenti termali più scenografici e noti d’Italia: a partire dalle Terme di Bormio, in Valtellina, già citate al tempo degli antichi romani, alle Terme di Sirmione, sul Lago di Garda, dalle Terme di San Pellegrino in Val Brembana alle Terme di Boario in Valcamonica.

 

Turismo religioso

Ricca di monasteri, abbazie e memorie storiche, la regione è una meta apprezzata anche per il turismo religioso: luoghi imperdibili sono il Sacro Monte di Varese, Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, l’Abbazia di Chiaravalle, la Certosa di Pavia, o l’Abbazia di San Benedetto in Polirone. La zona meridionale della Lombardia, tra Pavia e Lodi, è attraversata dalla Via Francigena, oltre ad altri percorsi interessanti come il Cammino di Sant’Agostino e il Cammino di San Colombano, nel Mantovano.

 

Gli eventi gastronomici

Dulcis in fundo, sono molti gli itinerari del gusto all’interno della regione: la Strada del Franciacorta, tra Brescia e il Lago d’Iseo, la Strada vino e sapori Oltrepò Pavese, nel Pavese, la Strada dei Vini e dei Sapori della Valtellina, la Strada dei Vini e dei Sapori Mantovani, la Strada dei Vini e dei Sapori della Valcalepio e la Strada del Vino e dei Sapori del Garda invitano a indugiare tra vigneti e aziende agricole dove fermarsi per degustazioni di vino, visite alle cantine e dove assaggiare le specialità più tipiche della regione.