Linz, guida turistica della terza città d’Austria

Linz, guida turistica della terza città d'Austria tra edifici storici, tanti musei e gallerie d'arte avveniristiche. Tra le cose da vedere a Linz segnaliamo il Museo della tecnologia, ovvero l'Ars Electronica Center, edificio museale dove trovare i media del futuro e attrazione ideale anche per i più piccoli. Da visitare a Linz anche la Piazza Principale, la Hauptplatz, il fulcro cittadino dove trovare turisti ed abitanti e dove ammirare i tanti edifici barocchi alternati a quelli rinascimentali. Ecco cosa vedere a Linz, la terza città dell'Austria. 8 min


0
Guida turistica di Linz

La guida di Linz, Austria

Icona articolo

Linz è la terza città dell’Austria ed è posta nell’Alta Austria, a poca distanza dal Danubio. E’ indubbiamente una delle città da non perdere in un viaggio in Austria e, un antico detto, ricorda come ‘In Linz beginnt’s’, ovvero ‘tutto ha inizio a Linz‘. E non è certo un errore.
Linz è infatti in grado di offrire davvero tutto quanto si desidera da un viaggio. Dagli edifici storici, da quelli con una architettura straordinaria al vivace panorama culturale, ai tanti musei e ad una galleria d’arte avveniristica.

Basterebbe questo a convincerci della maestosità di Linz ma non siamo certo solo noi ad affermarlo. Dal 2014 la città austriaca è entrata nella rete delle Città Creative dell’UNESCO e nel 2009 è stata Capitale Europea della Cultura.
Linz è in continua evoluzione ed è una città contemporanea che non dimentica i suoi trascorsi storici, quasi a passeggio tra una sottile linea che permette di varcare secoli in pochi passi. Dalle zone moderne alla città vecchia, l’Altstadt, Linz è pronta ad ospitarvi per offrirvi indimenticabili emozioni.

La storia di Linz

Guida di Linz

Nato come villaggio celtico fortificato, Linz venne presto conquistata da Romani a cui attribuirono il nome di Lentia. Nell’VIII Secolo Lentia passò sotto il dominio bavarese e la città prese il nome di Linze, affermandosi come centro commerciale per il commercio delle materie prime di lavorazione dalla Stiria.
Facile comprendere la decisione di Federico III che nel 1849 la scelse come Capitale dell’Impero, ruolo che ricoprì fino al 1493, anno della sua morte.

Il nuovo sviluppo Linz lo ritrovò solo in seguito alla costruzione della ferrovia che permise nuovamente alla città di rinascere. Con quest’ultimo sviluppo Linz divenne presto anche un importante centro culturale e, nella sua universià, studiò anche Hitler che era nato proprio a poca distanza.
Durante proprio l’epoca nazista videro la luce diverse acciaierie ed impianti siderurgici che ancora oggi sono attivi e che vedono una delle principali attività economiche della città.

Terminata la Seconda Guerra Mondiale, Linz fu terra di confine tra il territorio controllato dai sovietici a quello dominato dagli americani. L’ultima importante crescita avvenne dalla seconda metà degli anni ‘Cinquanta dello scorso secolo grazie alla sua forte presenza industriale.

OneMag-logo
Cosa vedere a Wels, in Austria

Guida alle attività turistiche di Linz

I musei

Guida turistica di Linz

Una città come Linz è ovviamente ricca di attrazioni turistiche.
La più nota ed importante è il Museo della tecnologia, ovvero l’Ars Electronica Center, edificio museale in cui è anche racchiuso un padiglione dedicato alla scienza e i media del futuro. Qui, un vero e proprio paradiso per i più piccoli, si potrà interagiere con robot e stampare in 3D, tra le tante cose.
Da ammirare di notte quando le vetrate si illuminano di diversi colori.

Altro edificio museale da non perdere è lo Schlossmuseum, ovvero il Museo di Storia ospitato nel Castello di Linz. Qua, sopra una collina che si affaccia sul Danubio, avrete modo di immergervi tra i tanti tesori custoditi nelle sale di questo affascinante museo. Troverete padiglioni dedicati all’arte, all’archeologia passando poi tra le esposizioni di armi fino ad arrivare alla tecnologia e al folklore.

A Linz trova spazio anche una delle gallerie d’arte più prestigiose di tutta l’Austria. Parliamo del Lentos, un edificio rettangolare realizzato con vetro e acciaio e al cui interno trovano sede opere di Warhol, Schiele e Klimt, giusto per citare i più noti.
Altro fondamento basilare della vita culturale di Linz è la Landesgalerie, ospitata in un classico edificio della fine del XIX secolo. Qui troviamo invece una ricca collezione tra dipinti e fotografie risalenti alla storia moderna. Imperdibili le mostre temporanee, spesso protagoniste più delle collezioni stabili, che vengono generalmente dedicate ad artisti locali. All’esterno si trova un meraviglioso giardino ricco di sculture moderne, un forte contrasto rispetto allo stile dell’edificio, costruito in stile neoclassico.

OneMag-logo
Cosa vedere a Graz

A spasso per Linz

La piazza principale della città è la Hauptplatz, ricca di turisti ed abitanti. Qua troviamo una serie di edifici barocchi che si alternano a tenui edifici rinascimentali. Da ammirare, giusto nel centro della piazza, la Dreifaltigkeitssäule, ovvero la Colonna della Trinità. E’ un maestoso monumento di 20 metri di altezza costruito nel 1723 come celebrazione della liberazione della città dai tristi avvenimenti, quali guerra e pestilenza.

Passeggiando per il centro storico avrete modo di vedere diversi cartelli che indicano il Kepler Salon. E’ l’edificio che ha ospitato Johannes Kepler, il grande matematico ed astrologo che proprio qua completò le rivoluzionarie tavole rudolfine. Oggi la casa adibita proprio al Kepler Salon che ospita diversi eventi a tema scientifico. Sempre a Keplero sono dedicate l’Università di Linz, dove ebbe modo di insegnare tra il 1612 e il 1626 e la Planetenbrunnen, la Fontana dei Pianeti posta nel Landhaus inserita in un meraviglioso chiostro con colonne toscane.
Lo stesso Landhaus è da visitare. Si tratta di un ex convento rinascimentale che al suo interno ospita tre cortili, comunicanti fra di loro. Oggi ospita la sede del Parlamento e del governo dell’Alta Austria.

Sempre in tema di edifici non perdetevi il Bischofshof, la residenza vescovile realizzata in barocco da un progetto di Jakob Prandtauer, l’architetto che ha progettato anche le abbazie di Melk e di Sankt Florian. Oltre agli uffici del vescovo diocesano ospita al suo interno anche altri uffici religiosi e amministrativi ecclesiastici.

OneMag-logo
Hallstatt, il paradiso tra i monti dell’Austria

Gli edifici religiosi di Linz

Guida di Linz

La Neur Dom è uno tra gli edifici più prestigiosi della città. La cattedrale, realizzata in stile neogotico, è meravigliosamente decorata con guglie, vetrate e archi. La struttura è stata progettata da Vinzenz Statz, l’architetto a cui si deve anche la Cattedrale di Colonia e realizzata nel XIX secolo. Nonostante il maestoso campanile sovrasti l’intera città di Linz, lo stesso venne limitato a 134 metri per non sminuire la Cattedrale di Santo Stefano di Vienna.
Al suo interno troverete una serie di vetrate, denominate Linzer Fenster, che raccontano la storia della città.

Più antica è invece la Cattedrale di Sant’Ignazio, costruita alla fine del XVII secolo e caratterizzata da due campanili gemelli, anch’essi svettanti sul panorama di Linz. Tra le cose da vedere a Linz merita aggiungere il suo interno

Al suo interno imperdibili le colonne dorate ed il magnifico altare realizzato in marmo rosa.
Ancora precedente è la Martinskirche, una delle chiese più antiche di tutta l’Austria e di cui si ha notizia fin dal 799. All’interno sono da ammirare un forno di epoca romana e un prezioso dipinto del XIII secolo che emula il Volto Santo di Lucca.

OneMag-logo
Schloss Leopoldskron, il castello di Salisburgo

Gli spazi verdi di Linz

Guida di Linz

Imperdibile il vero polmone verde, il Donaupark, che rappresenta indubbiamente una delle cose da vedere a Linz. Posto affianco al Lentos, la galleria d’arte, ospita al suo interno una serie di sculture che trovano spazio tra i tanti giardini curati con estrema cura. E’ il luogo dove gli abitanti in estate si ritrovano a passeggiare o a praticare sport lontani dal traffico cittadino.

Sempre in tema di spazio verde merita inserire una visita anche al Giardino Botanico, il Botanischer Garten, posto poco distante dal centro storico. Al suo interno trovano sede diverse migliaia di piante provenienti da tutto il mondo e la più grande collezione di cactus di tutta Europa.

Guida di Linz

Tra le cose da vedere a Linz, se il tempo a vostra disposizione lo permette. inserite anche i suoi dintorni. A pochi km potrete per esempio visitare la collina di Pöstlingberg, raggiungibile mediante una antichissima ferrovia a cremagliera. Una volta in cima, oltre a respirare a pieni polmoni, godrete di un panorama incredibile sia della città che della sua immediata periferia.

Se volete approfittare di una pausa termale raggiungete Bad Leonfelden, mentre per ammirare uno splendido altare realizzato interamente in legno nel Quattrocento cercate la chiesa di St Wolfgang posta a Kefermarkt.

Ricordate infine che da Linz passa la pista ciclabile del Danubio, quella che viene considerata dagli appassionati la più bella di tutta Europa. Dal suo inizio, in Germania, attraversa quasi interamente l’Austria per poi passare per Slovacchia, Ungheria, Croazia, Serbia fino a terminare alle foci del Danubio nel Mar Nero.


Like it? Share with your friends!

0