Libreville, la città libera capitale del Gabon

Libreville, la città libera capitale del Gabon, una delle città più costose del mondo, chiamata anche Parigi d'Africa. Scopriamo Libreville.

Libreville, la capitale tra le più care al mondo

Una città moderna ed assai costosa la cui realtà stride con il contesto africano. Eppure Libreville, capitale del Gabon, è caratterizzata da una buona offerta di servizi ed infrastrutture e strade abbellite da ampia viali alberati.

Ai tempi della schiavitù qui venivano mandati gli schiavi affrancati, e da questo le deriva il nome che significa proprio città libera, mentre dopo la colonizzazione da parte degli europei, il Gabon ottenne l’indipendenza dalla Francia nel 1960.

L’impostazione urbana e l’architettura locale conservano traccia dello stile francese e la stessa Libreville è ironicamente chiamata la Parigi d’Africa soprattutto a causa dei costi esosi che caratterizzano lo stile di vita locale.

Cosa vedere a Libreville

Visitando la città ci sono mete imperdibili grazie alle quali imparare di più sulla storia locale e sull’arte dei luoghi. La chiesa di St. Michel è una di queste e si presenta ai turisti con le sue 31 colonne di legno raffiguranti scene bibliche intagliate da un artigianolocale non vedente.

Il Palazzo Presidenziale, invece, è caratterizzato dalle decorazioni in marmo italiano e colonne greche. La sua realizzazione è costata 800 milioni di dollari, ma è assolutamente vietato fotografarlo o visitarlo internamente.

Come sempre la vivacità quotidiana fatta di voci, profumi e colori si ritrova nei mercati rionali ed anche a Libreville ce ne sono di imperdibili. Il mercato Mont Bouet è formato da una fitta rete di stradine zeppe di tutto ciò che si cerca.

Libreville, la città libera capitale del Gabon

Il mercato di Lalala, detto anche Ndzang Nzè è dedicato principalmente ai prodotti agricoli, alla carne ed al pesce. Proprio la carne rappresenta un prodotto particolare perché i visitatori possono assistere alla macellazione di animali come antilopi e gazzelle, scimmie e serpenti.

I Giardini Peyrie ed il Village des Artisans sono altre mete da non trascurare anche solo per apprezzare l’atmosfera che si crea al tramonto quando le passeggiate diventano incredibilmente suggestive.

Spiagge e parchi nazionali

Allontanandosi un po’ da Libreville, verso la costa, si arriva a Cap Santa Clara con le sue numerose e belle spiagge, oppure verso Point Denis per visitare il Parco Nazionale Pongara ed i suoi 930 chilometri quadrati intorno al fiume Komo, con mangrovie spiagge selvagge e paludi d’acqua dolce.

Gabon, guida turistica di viaggio e informazioniGabon, guida turistica di viaggio e informazioni
Gabon, guida turistica di viaggio e informazioni del paese dell’Africa Equatoriale affacciato sull’Oceano Atlantico. 


Meta ideale degli amanti della natura, il Parco si caratterizza per una straordinaria varietà di vegetazione, nella quale vivono molte specie animali, come tartarughe, uccelli, elefanti e gorilla, che qui trovano un habitat perfetto. 

Per esplorare al meglio l’area verde, è possibile effettuare safari fotografici nel bosco o nella savana e scoprire anche altre aree protette come i Parchi Nazionali Akanda, Plateaux Bateke, Ivindo, Loango, Lope , Mayumba, Minkebe, Montes Crystal, Mwagneed il Waka che ospita la foresta pluviale del Chaillu Massif e le ripide pareti della Valle Ikobey.

Scopri di più:

I luoghi più belli dell’Africa
Cosa vedere a Zanzibar

 

Condividi su: