Le Virgin Islands, paradiso di avventurieri e pigri

Le Virgin Islands, paradiso di avventurieri e pigri. Alla scoperta delle isole piene di fascino della natura, spiagge mozzafiato ed attività straordinari da fare.

Alla scoperta delle Virgin Islands

Oltre sessanta isole vulcaniche nelle Piccole Antille, simili a briciole di territorio sparse nell’oceano Atlantico, formano l’arcipelago delle Isole Vergini americane, conosciute anche come le U. S. Virgin Islands.

La storia delle Isole Vergini

La loro denominazione evidenzia la dipendenza dagli Stati Uniti, mentre devono il nome a Cristoforo Colombo ed al culto di sant’Orsola e delle sue seguaci illibate. Dopo l’iniziale dominio danese, le Isole passarono agli americani che ne fecero una meta turistica apprezzata. Sorte diversa da quella delle Isole Vergini britanniche, a lungo isolate per volere del proprio Governo centrale.

Dopo un passato da terra dei pirati che qui trovavano rifugio, le Virgin Islands oggi sono il regno dei velisti e dei vacanzieri alla ricerca dello splendore naturale unico che le caratterizza e le rende davvero un angolo di paradiso caraibico.

Le spiagge delle Isole Vergini

Le isole, infatti, sono molto conosciute per le spiagge di sabbia bianca e sottile, per le acque cristalline e per la rigogliosa vegetazione che le ricopre. Tramonti straordinari tra palme alte e mare appena increspato dai venti tropicali, le rendono un esempio di natura meravigliosa, mentre le tartarughe marine le scelgono per deporre le proprie uova.

I porti delle Isole Vergini

Le Virgin Islands, paradiso di avventurieri e pigri

Le Isole Vergini americane sono famose anche per i porti strategici di Charlotte Amalie, la capitale sull’isola di Saint Thomas, e Christiansted sull’isola di Saint Croix, la più grande dell’arcipelago. Le altre due isole maggiori sono Saint John e Water Island. 

L’isola di St Thomas, caratterizzata dalla forma che ricorda una lucertola, ed in particolare la città di Charlotte Amalie, mostrano ancora evidenti segni della dominazione danese ed il suo centro storico è ricco di costruzioni in colori pastello con i tetti rossi che si stagliano sullo sfondo colorato dal blu intenso del mare nella baia.

Passaggio obbligato visitando la capitale, è il Blackbeard Castle bellissimo punto panoramico. Un po’ di storia si respira a Fort Christian, una costruzione tutta rossa  che è simbolo della città. Risalente al 1670, nel corso del tempo l’edificio è stato un baluardo difensivo, un palazzo del governo, una chiesa ed una prigione.

Le isole di St. Thomas e St. John sono separate da tre miglia di mare e quando si passa da una costa all’altra grazie al locale servizio di traghetti, sembra di seguire un filo conduttore naturale, delicato ma persistente. La natura, infatti, rigogliosa ed a tratti selvaggia, è la costante locale.

Scopriamo Bocas del ToroBocas del Toro, il paradiso scoperto da Cristoforo Colombo
Bocas del Toro, il paradiso scoperto da Cristoforo Colombo, un angolo incontaminato nel Mar dei Caraibi. Scopriamo Bocas del Toro.

Continua a leggere

La flora e la fauna delle isole

Nelle Isole la flora e la fauna sono una risorsa amata e rispettata dalla popolazione che si adopera per preservare ogni habitat grazie aanche ai numerosi parchi naturali presenti sul territorio, come il Virgin Islands National Park, sull’isola di Saint John, avvolta da splendide foreste. 

Cosa fare nelle isole

Cruz Bay è il centro principale dell’isola e sembra un villaggio irreale. Qui tutto è piccolo e pittoresco e sembra ricavato da una dimensione parallela fatta di atmosfere gioise, ma rilassate. Insomma una valida alternativa a chi scappa dalla frenesia e dallo stress alla ricerca di un angolo tranquillo in cui apprezzare la vita.

Sull’isola di St Croix si respira il ritmo turistico dei luoghi più accorsati mescolato con la tranquillità del vecchio mondo. Il cuore dell’isola è la città di Christiansted dall’impronta fortemente coloniale.

Le Virgin Islands, paradiso di avventurieri e pigri

Saint John, quarta isola dell’arcipelago per grandezza, offre splendide spiagge ai suoi visitatori. Trunk Bay è indubbiamente una delle più belle al mondo e le acque che la bagnano sono ideali per lo snorkeling. Qui è possibile effettuare un tragitto subacqueo ben segnalato per l’individuazione dei coralli.

Anche Water Island offre attrazioni storiche e naturali di pregio. Caratteristica del luogo è il Fortino utilizzato durante la seconda Guerra mondiale, con un’ampia area sotterranea che all’epoca servì agli americani per proteggerela base navale sottomarina. Oggi è possibile vizitare la struttura ed anche i bunker costruiti a Carolina Point, sul versante nord dell’isola. 

L’sola deve il proprio nome all’abbondanza di acqua presente sul territorio sotto forma di laghi di acqua fresca, in alcuni punti ache molto profondi.  Proprio questi bacini in passato attiravano i naviganti ed i pirati che quiprovvedevano all’approvvigionamento idrico.

Che vogliate vivere una vacanza alla Robinson Crusoe, nella natura selvaggia e rilassante, o che vogliate assaporare la bellezza rinforzata da lussi e servizi, ammainate le vele, siete arrivati a destinazione: le Virgin Islands offrono la risposta a tutte le vostre richieste.

Scopri di più:

Alla scoperta dell’angolo ghiacciato dell’Argentina
Mississippi, guida turistica di viaggio

 

Condividi su: