1
Condividi su:

Viaggiare in moto in Europa

icona-articoloSe chiedete a un motociclista perché apprezza muoversi su due ruote, vi sentirete sicuramente rispondere che è per la libertà di esplorare territori mai prima visti.
In questo articolo abbiamo redatto una veloce classifica delle 5 destinazioni europee preferite dai bikers, alcune mete sono davvero singolari.

Le 5 migliori destinazioni europee da visitare in moto

Tenerife

Tenerife, parcheggio motoA poche miglia dalla costa del Marocco, nelle Canarie, troviamo una delle mete perfette per un viaggio in Europa in moto.
Siamo a Tenerife, territorio spagnolo, la più grande delle isole e con un clima mite in ogni periodo dell’anno.
Comprendere quando viaggiare in moto alle Tenerife è piuttosto semplice. A gennaio la media climatica è di 17°C e siamo nel mese più freddo. Gli altri mesi naturalmente hanno temperature più gradevoli e da marzo a ottobre ogni giorno è perfetto.

Tenerife è un’isola vulcanica scolpita da successive eruzioni nel corso della sua storia, iniziamo con un giro su El Teide – il terzo più grande vulcano attivo al mondo.
Niente male anche l’idea di provare a percorrere il nord di Tenerife.
Potremo dirigerci verso l’alto nord di Tenerife: il tragitto da Las Mercedes a San Andrès è meno turistico ma offre una strada infinitamente ricca di curve che ci porterà attraverso il Parque Natural de Anaga.

Il panorama sarà estremamente diverso rispetto alla zona vulcanica, ma troverete ampie zone montuose incastonate in campi e boschi.
Un viaggio davvero emozionante.

OneMag - Logo Micro
I cinque miglior piatti da mangiare in Spagna

Grecia

Le top 5 destinazioni europee per i motociclistiLa Grecia è conosciuta per l’Ouzo, distillato che raggiunge i 50° alcolici.
Se volete fare una escursione per le strade della Grecia in moto un bicchierino sarà sufficiente per darci la giusta carica.
Saremo quindi pronti a scoprire la sua storia e il suo mare incontaminato e le decine di isole, tutte da scoprire.
In questa tappa in giro per l’Europa in moto abbiamo pensato di proporvi Cefalonia, nel mar Jonio, un’isola ricca di baie sabbiose e paesaggi scoscesi.

La sua costa è ricca di rocce e strette strisce di sabbia bianca come quella Myrtos, nella zona nord dell’isola. A bordo della nostra moto potremmo proprio raggiungerla facilmente. Se siete nel periodo estivo cercate il traghetto che vi porterà direttamente nel nord-ovest dell’isola di Cefalonia, nella regione di Piros, dove la spiaggia di Myrtos sarà pronta ad accogliervi.

Se siete in inverno, le temperature rimangono comunque accettabili scendendo difficilmente sotto i 15°. Durante i mesi più freddi il pericolo più comune è quello di trovarsi improvvisamente nel bel mezzo di un acquazzone improvviso. Basterà nel caso equipaggiarsi con una buona tenuta anti pioggia per risolvere. Le piogge, in ogni caso, hanno una durata media di poche ore.

OneMag - Logo Micro
Cosa vedere sull’isola di Milos

Andalusia

Le top 5 destinazioni europee per i motociclistiRitorniamo in Spagna, questa volta sulla terraferma.
Scegliamo una delle zone dove spesso vengono proprio testate le nuove moto prima di essere immesse nel mercato.
Siamo nell’Andalusia, un

Ma anche una volta un territorio scelto sia dagli esperti che dai semplici motociclisti in cerca di avventura.

La fama di questa regione spagnola è ampiamente meritata visto anche che in queste zone le giornate di pioggia sono davvero rare (generalmente non più di 5 in tutto l’inverno). Saranno anche i meravigliosi paesaggi che, uno dopo l’altro si proporranno, ad affascinarvi e costringendovi più volte a fermarvi e fotografare questo territorio quasi incontaminato.

Se volete farvi conquistare provate la strada che da Marbella raggiunge Ronda. La storia è davvero sotto le vostre ruote visto che questo percorso fu costruito dagli inglesi che volevano sfuggire alla calura estiva di Gibilterra per migrare, appunto, verso il clima più mite di Ronda.
La strada originale è la A377 da seguire in direzione Casares per poi virare verso la A369 da Gaucin in poi.
Se siete più temerari potreste invece optare per la strada più impegnativa, quella che si estende per ulteriori 40 km da La Heredia fino a raggiungere appunto Ronda.

Una volta raggiunta Ronda approfittate per visitarla con calma. Sarete in un villaggio la cui montagna è la regina incontrastata insieme al Rio Gaudalevin, il fiume che scorre interamente nella provincia di Malagà.
Prima di riposare una cenetta al Ristorante Almocabar saprà rifocillarvi in tutti i sensi.

OneMag - Logo Micro
Viaggio a Siviglia, la capitale dell’Andalusia

Sicilia

Le top 5 destinazioni europee per i motociclistiRimaniamo invece nella nostra splendida Italia per trovare uno degli spettacoli mozzafiato da percorrere a bordo della nostra moto.
Scegliamo la Sicilia, dove partiremo dal Nord, precisamente dal Parco delle Madonie che raggiungiamo da Campofelice di Rocella.

E’ un percorso storico considerando che è esattamente quello che veniva percorso durante la Targa Florio, una gara automobilistica tra le più complesse da percorrere di tutta la storia delle corse in auto.
Grazie a temperature quasi sempre ottime, 14° C la media stagionale invernale, la Sicilia risulta essere davvero un luogo da percorrere tutto l’anno. Grazie alla poca presenza di turismo durante il periodo autunnale e primaverile, i mesi che vanno da marzo a giugno e da settembre a fine ottobre sono quelli da preferire.

OneMag - Logo Micro
Taormina, turismo nell’elegante città della Sicilia

Mallorca

Mallorca, viaggio in motoConcludiamo tornando ancora in Spagna. Ci troviamo a 250 km dalla terraferma dove troviamo una delle isole più esotiche del Mediterraneo.
Siamo a Mallorca, isola che saprà stupirvi per i suoi paesaggi immersi nel verde e le sue coste meravigliose il cui fascino è interamente da scoprire.

Mallorca è prevalentemente montuosa e questo contribuisce con clima differenti in base alla posizione. I venti provengono da nord-ovest, quindi il sud-est tende essere più caldo e secco, ma con 300 giorni di sole all’anno Mallorca rimane una isola sempre ricca di energia.
Da provare il montagnoso litorale costiero nord-occidentale, ovvero la strada Ma-10 da Andratx a Port de Soller ricca di tornanti e curve, alcune anche impegnative.

La mattina presto, la strada la cui lunghezza è di 60 chilometri tende a essere piuttosto fredda e scivolosa, ma una volta abituati e aver adottato la giusta prudenza sarete premiati con una splendida vista.
Ogni curva nasconde infatti una vista incredibile sulla valle, sulle montagne o sull’oceano sottostante. Brividi garantiti.


 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

1