Condividi su:

Le migliori spiagge di Uluwatu, Bali (Indonesia)

Leggi tutti gli articoli dell’Indonesia
Mappa di Uluwatu, Bali
Mappa di Uluwatu, Bali

Icona articolo onemagUluwatu è una splendida località posta nella punta sud-occidentale di Bali, tra le più celebri isole dell’Indonesia. Ad aver reso nota Uluwatu in tutto il mondo sono le sue numerose spiagge paradisiache, inserite in un contesto di alte scogliere a ridosso del mare e avvolte da templi e antiche strutture incantevoli. Uluwatu rappresenta la meta per eccellenza del surf, sede tra l’altro di campionati, a cui si aggiungono i suoi vivaci bar informali e un’atmosfera unica, davvero imbattibile.

I turisti che scelgono Bali come meta vacanziera generalmente prediligono la vasta costa di Kuta e Seminyak, che a detta di molti è però meno affascinante di quella di Uluwatu. Le spiagge di Uluwatu sono generalmente più pulite, meno trafficate e affollate, come anche più scenografiche. Alcune di queste spiagge sono nascoste, difficili da individuare, e spesso richiedono delle vere escursioni in trail appositi per essere raggiunte. Questo però è un chiaro sinonimo di purezza, senza grandi hotel e resort o luoghi in generale che contaminano la purezza di tal luogo.

Per riconoscere le spiagge in questa zona è anche bene apprendere un fondamento della lingua indonesiana.
Nella lingua locale, la parola spiaggia è Pantai, e questa precede sempre il nome proprio della spiaggia, un’esempio? Pantai Bingin, una delle spiagge che più meritano essere visitate. Benvenuti nella nostra guida alle migliori spiagge di Uluwatu, in Indonesia.

Come arrivare a Uluwatu

Uluwatu, panorama aereo sulla scogliera
Uluwatu, panorama aereo sulla scogliera

Già dalla mappa è possibile capire che Uluwatu non è una meta che rientra nei classici canoni turistici di Bali, sebbene in linea d’aria non sia troppo distante da ⇒ Denpasar. Ci trovaimo nell’area sud-ovest di Bali, in direzione opposta dall’aeroporto a Kuta e Seminyak.

Nonostante geograficamente non sia posta nella più gettonata costa nord e ovest, raggiungere Uluwatu è di per sé semplice. Infatti, da Denpasar è possibile prendere uno dei tanti taxi che senza prezzi troppo alti accompagnano il turista a Uluwatu. Sono disponibili anche app per il noleggio con conducente, come Grab e Gojeck, che offrono prezzi molto convenienti, con un’unica pecca non proprio irrilevante: potresti ritrovarti a dover viaggiare sul retro di uno scooter.

Punto fondamentale per visitare Uluwatu è quello di raggiungerla al più presto possibile.
Il terribile traffico di Bali già alle prime luci del mattino intasa le strade, rendendo il viaggio un vero inferno. Oltre alla mattutina ora di punta, è consigliato anche lasciare Uluwatu prima del tramonto o in tarda serata. Verso il tramonto, sia le flotte di turisti che di residenti si recano qua per gustarsi un’aperitivo serale in spiaggia così come per ammirare l’imbrunirsi al Tempio di Uluwatu, rendendo altrettanto complicato spostarsi.

Se raggiungere Uluwatu e l’annessa penisola di Bukit possa richiedere poco tempo, non si può dir lo stesso del muoversi una volta arrivati. La morfologia molto peculiare del luogo ha messo a dura prova le infrastrutture stradali dell’Indonesia, costrette a creare strade tortuose e anguste, spesso non percorribili in automobile. Motivo per cui, una volta arrivati, è una buona idea noleggiare un proprio scooter con cui spostarsi in autonomia. Lo scooter per molti non è un’opzione contemplabile, in tal caso sarà meglio farsi amico un taxista che vi accompagni durante la vostra giornata di viaggio.

OneMag-logo
Link-uscita icona Turismo nei paesi orientali, il fascino di un viaggio esclusivo

Le migliori spiagge di Uluwatu

Padang Padang

Padang Padang è una delle più famose spiagge di Uluwatu, che sopratutto negli ultimi anni ha raggiunto un alto livello di notorietà. Questo significa che sarà semplice ritrovarsi in spiaggia assieme a una folta folla di turisti, che vi si recano nonostante la morfologia non molto accogliente. Il territorio di Uluwatu si compone per alte e ripide scogliere, alla cui cima sorgono i centri abitati, mentre nel fondovalle, raggiungibile mediante brevi percorsi escursionistici, si trovano le spiagge.

Quindi, anche per questa affollata spiaggia sarà necessario preventivare una breve ma tortuosa passeggiata lungo la scalinata, adatta purtroppo solo a chi non ha difficoltà motorie. Inoltre, per accedere alla scalinata che conduce alla sottostante spiaggia è necessario pagare un piccolo contributo, davvero minimo, ma obbligatorio.
Padang Padang è inoltre una delle migliori spiagge per il surf, sede di eventi internazionali che si tengono periodicamente ogni anno.

OneMag-logo
Link-uscita icona Il lago vulcanico più grande del mondo è in Indonesia

Bingin

Spiaggia di Bingin, Uluwatu in Indonesia
Spiaggia di Bingin, Uluwatu in Indonesia

Questa è una spiaggia dal fascino davvero autentico. Surfisti e backpackers scelgono Bingin, come un luogo di comunità, che vanta un certo fascino ormai perso, quello della Bali più pura, ancora intatta dal turismo di massa. La spiaggia è punteggiata da piccole locande, caffè e abitazioni della gente del posto, il tutto in un guazzabuglio di edifici costruiti sulla scogliera.

Raggiungere la spiaggia è un’esperienza frenetica, che verrà però ricompensata dalla fine e soffice sabbia bianca e gente del posto molto calorosa e socievole. Ci sono anche alcuni ottimi caffè, come il famoso Kelly’s Warung. Le onde sono considerate le migliori per i surfisti più esperti, ma quando è bassa marea, le acque poco profonde sono ideali per nuotare e fare snorkeling.

OneMag-logo
Link-uscita icona Yogyakarta, anima tradizionalista dell’Indonesia

Suluban

Situata nel punto più remoto di Uluwatu, questa spiaggia rocciosa è uno dei luoghi più popolari di Bali per il surf. Le sue onde sono costantemente buone, con picchi d’altezza che spesso raggiungono i 4-5 metri.

La spiaggia di Suluban non è propriamente l’ideale per prendere il sole, ma garantisce una vera avventura nello scendere fino ai gradini della scogliera. Qua ci si trova avvolti da un’enorme caverna, dando così l’idea di ritrovarsi a nuotare all’interno di una piscina naturale. Purtroppo, la roccia non offre grandi esperienze per la balneazione, sia in acqua che fuori, ma vanta un’atmosfera davvero eccellente e si trovano alcuni eccellenti bar sulla sua cima. Imperdibile al tramonto.

OneMag-logo
Link-uscita icona Indonesia, cosa non perdere nel quarto paese del mondo

Ungasan

Ungasan ospita una serie di bellissime spiagge con accesso privato, bagnate da un mare dal blu molto profondo e ben pulito. È una spiaggia adatta sia a chi desidera trascorrere una giornata di relax che attimi di puro divertimento. Consigliato è anche il Sundays Beach Club, in cui poter trascorrere la propria giornata tra drink, panorami e un mare splendido, pagando una piccola quota d’ingresso.

OneMag-logo
Link-uscita icona Isola di Bali, storia ed informazioni generali

Nusa Dua

Nusa Dua è un’oasi urbanizzata di Uluwatu, con hotel e resort di lusso. Qua hanno sede diversi hotel appartenenti alle grandi catene internazionali ed è un luogo molto diverso sia da Uluwatu che da Bali in generale. Le sue strade sono perfettamente mantenute e fiancheggiate da giardini ben curati. Questa soluzione è indicata a chi desidera soggiornare in luoghi di prima qualità, come il Courtyard by Marriott, con tutti i servizi e comfort per una vacanza dedita al completo relax. L’unica pecca è qua non si è immersi nella caratteristica atmosfera di Bali e, a dir la verità, le spiagge di Nusa Sua non sono di tal livello da essere visitate senza soggiornare in uno degli hotel qua presenti.


 

Condividi su: