Le isole Comore, la nuova meta nell’Oceano Indiano

Le isole Comore, la nuova meta nell'Oceano Indiano, un paradiso ancora poco frequentato turisticamente e tutto da scoprire.

Le Isole Comore, l’idilliaco scenario di
spiagge semi deserte

Icona articoloChe l’Oceano Indiano sia un paradiso per gli amanti delle spiagge è cosa nota. Qui sono infatti presenti anche le  Seychelles ed il Madagascar, perle uniche nel panorama di viaggi da sogno e di relax. E’ qui che troviamo le Isole Comore, un arcipelago composto da tre isole, le Grande Comore, Mohéli, Anjouan.

Negli ultimi anni le rotte turistiche sono sempre più in aumento per una meta che per la maggioranza è ancora quasi del tutto inesplorato. Il suo nome è traducibile in ‘isole della luna’ ma anche ‘isole dei profumi‘, grazie alle tante varietà di piante profumate che qua crescono spontanee.
Una volta scoperte, avrete modo di comprendere come l’influenza principale presente nelle isole sia quella dei suoi dominatori, sostanzialmente arabe e sopratutto europee. Qua infatti si sono avvicendati olandesi, francesi, inglesi e portoghesi.
Questo ha determinato come l’architettura tipica sia proprio principalmente araba ed europea mentre la classica ‘nota’ africana è quasi del tutto assente.

La principale fonte di sostentamento non è il turismo, ancora troppo poco sviluppato per generare una economia, ma è l’agricoltura. Tuttavia è estremamente probabile che nel giro di qualche anno, forse un decennio, sarà proprio il turismo ad essere predominante, vista la bellezza unica dei paesaggi.
Scegliere le Isole Comore come meta di vacanza oggi, significa scoprire anche l’accoglienza più pura del popolo africano con una tendenza allo stile francese, gli ultimi dominatori, che hanno anche conservato la quarta isola dell’arcipelato, la Mayotte.

Il turismo alle Isole Comore

Vacanze sulle Isole Comore

Se le Grande Comore sono le prime ad essere vendute ai turisti, le altre due isole Mohéli e Anjouan sono quasi del tutto inesplorate da europei ed americani. Per trovare una prima stratificazione tipica occorre infatti recarsi alle Grande Comore dove ha anche sede l’aeroporto che unisce l’arcipelago con il resto del mondo.
Qui troviamo anche il fulcro cittadino, la Capitale è il luogo dove trovare i negozi di souvenir e di artigianato classico con i suoi ristoranti e i locali dove sorseggiare un drinks.
Va da sé che per rimanere in tema di vacanza quasi selvaggia occorre invece proprio spostarsi lontano da queste zone.

Decidere di andare in vacanza nelle Isole Comore significa programmare una vacanza a contatto con la natura. Da non perdere le specie animali tipiche, probabilmente mai viste prima, come il pipistrello gigante o la tartaruga marina.
Del resto anche se le Isole Comore diverranno presto sinonimo di mare idilliaco, non sono le uniche attività che possono essere praticate.
Se amate il trekking, ad esempio, potreste pensare di salire sulla montagna più alta delle Comore, la Karthala, che con i suoi oltre 2300 metri nasconde anche un vulcano in attività.

Dove dormire alle Comore

Vacanze sulle Isole Comore

Con un approccio turistico cosi recente è facile comprendere come lo standard qualitativo non abbia ancora raggiunto i livelli occidentali a cui siamo abituati.
La grande maggioranza degli alberghi e dei resort sono presenti su Grande Comore e sono strutture relativamente economiche e spartane.
Tra le strutture più lussose troviamo il Golden Tulip Grand Comore di Moroni che dispone di bungalow fino ad arrivare alle camere superior vista mare; il Moheli Laka Lodge, sempre a Moroni, che nonostante le sue tre stelle offre una superlativa suite vista mare di oltre 40 metri quadri posta proprio di fronte alla spiaggia.

Qualunque sia la vostra decisione in materia, ricordate che -come per le Seychelles ed il Madagascar – il periodo migliore per visitare le Isole Comore va da giugno ad ottobre, in quanto da novembre a maggio siamo nel periodo delle piogge, assolutamente sconsigliato per pianificare una vacanza.

Scopri di più:

Le cinque isole più grandi del mondo
Cosa fare a Nosy Be in Madagascar
Africa, le spiagge e le isole più spettacolari
Seychelles, guida turistica di viaggio

 

Condividi su: