Le città note e meno conosciute della Cina

Le città note e meno conosciute della Cina, ecco quali sono. Tra le meraviglie naturali della Cina segnaliamo le cascate di Detian, il confine naturale tra Cina e Vietnam, la valle di Juizhaigou, un parco naturale, e il Parco Forestale Nazionale Zhangjiajie. Tra le città note della Cina ricordiamo Shangai, il centro finanziario della Cina, Sian, nota soprattutto per le Mura Ming, e Qingdao, una delle metropoli cinesi con un alto standard di qualità della vita. Ecco le città note e meno conosciute della Cina.

Guida alle città della Cina

icona-articoloCon quasi 10 milioni di chilometri quadrati di superficie, la Cina offre un territorio ricco di bellezze naturali e di monumenti. Oltre 4 mila anni di storia hanno creato nel Paese numerosissime imperdibili mete.
Sono oltre un centinaio le città cinesi che hanno al loro interno monumenti inestimabili come monasteri, musei, piazze e Palazzi storici.

La maggior parte dei visitatori della Cina percorrono il cosiddetto triangolo d’oro, formato dalle città di Pechino, Xi’an e Shanghai, le tre città più famose del Paese, nonché mete più gettonate.

Cosa vedere in Cina

Tra le cose da vedere in Cina la Grande Muraglia e le Tombe Ming, poi, sono indubbiamente le destinazioni più accorsate e rinomate, ma ci sono anche molti altri apprezzabili siti da visitare per scoprire la ricchezza culturale del Paese più popoloso del mondo.
Eccone alcune meraviglie naturali davvero imperdibili tra le cose da visitare in Cina.

– Cascate di Detian

Cascate di Detian

Per gli amanti della natura e del trekking, ci sono le cascate di Detian. Esse rappresentano il confine naturale tra Cina e Vietnam con un salto di 70 metri diviso in tre spettacolari cascate che formano delle piscine naturali di acqua trasparente, circondate da una rigogliosa vegetazione tropicale.
Tra le cose da vedere in Cina, le cascate Detian sono tra le più grandi cascate al mondo, ponendosi al 4° posto. L’acqua atterra su una piscina naturale che permette di vedere la cascata direttamente da sotto il muro dell’acqua, regalando anche la possibilità di fare un bel bagno.

– Jiuzhaigou

Cosa vedere in Cina, Jiuzhaigou

Tra le cose da visitare in Cina segnaliamo anche la valle di Juizhaigou, un parco naturale tra i più ricchi e famosi del Paese. Siamo nella prefettura di Nanping dove troviamo una serie di villaggi tibetani che idolatrano la natura nel suo insieme, dai fiumi alle montagne.
Dal 1977 l’area è un Patrimonio UNESCO e tanti altri sono i riconoscimenti attribuitole, tra cui quella di Patrimonio Mondiale da salvaguardare.
Qui in effetti troviamo un paesaggio tra i più incredibili della natura, tra laghi, foreste e montagne praticamente perennemente innevate. Qui troviamo anche il gioco cromatico delle acque cristalline del sito che cambiano colore, passando dal dorato all’azzurro, grazie alla presenza di alghe colorate.

Parco Forestale Nazionale Zhangjiajie

Parco Forestale Nazionale Zhangjiajie

Il Parco Zhangjiajie è da inserire con certezza nelle cose da visitare in Cina. La sua dimensione, circa 50 km quadrati, è tra i più visitati per le sue incredibili formazioni carsiche, che hanno anche inspitato Cameron per il suo celebre Avatar.
Nel parco si trova la Porta del paradiso, una scala di 5 chilometri con la quale si arriva ad una porta naturale scavata nella roccia che introduce ad un tempio. Il tutto è posto all’interno di un’area decisamente più ampia, la Wulingyuan Scenic Area, inserita nel 1992 come Patrimonio mondiale Unesco.

In Cina anche è visibile il più grande Buddha della storia dell’umanità, scolpito nella roccia per rendere più sicura la navigazione di tre fiumi. La statua è quella del Buddha di Leshan, voluta da un monaco buddhista nel Settecento.

Cultura cinese

Visitare le città della Cina, Fenghuang
Fenghuang

La cultura cinese annovera cinque montagne sacre e Huangshan è la più rappresentativa di esse. Qui i templi sono scavati nella roccia e tutt’intorno ci sono incredibili scenari naturali dai colori vividi ed irripetibili.

Accanto alle grandi metropoli che rappresentano la maggioranza dei centri urbani cinesi, ci sono anche numerosi paesini custodi di antiche tradizioni. Fenghuang, per esempio, è un paese sul fiume Yangtsé, caratterizzato da palafitte, ponti di legno e di pietra ed antiche torri di guardi che spuntano dall’acqua.

Sullo stesso fiume sorgono decine di piccoli paesi galleggianti e tra di essi uno dei più belli è Whuzen,  con la residenza di Mao Dun, famoso scrittore della Cina moderna; il tempio taoista Xiuzhen Guan; il corridoio coperto che si snoda per un chilometro lungo il Fiume Azzurro; ed il ginko secolare.

OneMag - Logo Micro
10 cose da vedere a Pechino

Le metropoli cinesi

Cosa visitare in Cina, Shangai

Le grandi città, ovviamente, offrono una grande varietà di destinazioni.
Pechino offre la vista sugli antichi quartieri costruiti secondo le regole del Feng Shui, arte propiziatoria basata sulla disposizione di mobili ed oggetti. 

Shangai rappresenta il centro finanziario della Cina ed è caratterizzato da costruzioni colorate come il Tunnel della Luce che collega Pudong al Bund. In città c’è il Museo di Shangai che è il più importante del Paese.

Xi’an, conosciuta anche come Sian, è famosa soprattutto per le Mura Ming, le Pagode della Grande e della Piccola Oca selvatica, il Mausoleo dell’imperatore Qin Shi Huang con l’Esercito di terracotta, e le Terme Huaqing.

Tra le località più sconosciute ma che meritano una visita ci sono: Qingdao è una delle metropoli cinesi con un alto standard di qualità della vita ed è famosissima per la birra Tsingdao che è la più consumata in Cina e nel mondo. I quartieri tradizionali di Kashgar ed i numerosi mercati ricreano atmosfere di altri tempi nella città che è uno degli ultimi baluardi dell’antica via della seta ed un importante centro commerciale dell’Asia centrale.

Luoyang è una delle antiche capitali del Paese e culla del taoismo. Ricca di storia è famosissima per le sue Grotte di Longmen, un enorme complesso di circa 1400 grotte con 100 mila sculture buddiste scolpite nella roccia, dichiarato patrimonio dell’Unesco.

Le destinazioni possono essere davvero tantissime in Cina e possono comprendere itinerari più o meno famosi, e la sorpresa sarà una costante in ogni esperienza di viaggio in questo grandissimo Paese.

Condividi su: