Le città di Israele da scoprire e visitare

Tutti gli articoli di Israele

Icona articolo onemagLa Repubblica di Israele è un territorio di piccole dimensioni ma ricco di meraviglie naturali e, naturalmente, uno tra i luoghi più sacri del mondo. I suoi confini sono con Giordania e Siria a est, mentre nel sud troviamo l'Egitto e a nord il Libano. Il resto del paese confina invece con il Mediterraneo, parte della fortuna turistica del paese, grazie a una costa tipicamente mediterranea in grado di richiamare un turismo di tipo balnare. Morfologicamente il nord, la Galilea, si compone di una pianura costiera e di una zona collinare rivolta verso l'entroterra. Nella parte meridionale troverete la zona montagnosa della Giudea e il deserto del Negev.

Non ci rimane altro che iniziare a scoprire le città da visitare a Israele, territori misti tra luoghi santi e archeologici ma anche più indirizzati a un turismo giovane e vivace, come nella parte costiera.

 

Le città da visitare a Israele

Numero 7 (sette) onemagNazareth

Le città di Israele, Nazareth

Cominciamo il nostro viaggio alla scoperta delle città di Israele da Nazareth, uno dei centri israeliani più importanti per la storia del cristianesimo. Siamo in uno dei luoghi con un valore storico e culturale fondamentali, strettamente legata al nome di Cristo. Nazareth è il più grande e importante centro di prevalenza musulmana nel nord di Israele, distante circa 40 minuti di auto dal confine con la Cisgiordania. Degli oltre 77 mila abitanti, i dati raccolti da un censimento indicano che più del 68% della popolazione è musulmana, mentre il rimanente 32% è cristiano.  Nazareth è conosciuta per essere una città dove ebrei, cristiani e musulmani convivono in maniera del tutto pacifica.

 

Numero 6 (sei) onemag

Caesarea

Le città di Israele, Cesarea

A circa un’ora da Tel Aviv si trova uno dei posti più suggestivi in cui sia mai stata: il parco nazionale archeologico di Cesarea. È un luogo di Israele da visitare assolutamente, e soprattutto durante le belle giornate soleggiate puoi unire il fascino della cultura al relax di una tintarella sulla spiaggia dell’acquedotto.

Da non perdere è il suo Parco Archeologico. La bellezza di questo sito archeologico è dovuta soprattutto alla sua posizione sul mare. Potrai immaginare la maestosità di questa città all’epoca di Erode anche grazie al video multimediale trasmesso al centro visitatori, che ti metterà faccia a faccia con la figura complessa e contraddittoria del governatore. Il palazzo di Erode era usato dal governatore, e successivamente dai prefetti romani, per i momenti ameni o di vacanza, e secondo una ricostruzione era complessivo di Terme.

 

Numero cinque (5) OneMag

Haifa

Haifa, la terza città d’Israele per numero di abitanti, è il centro industriale del paese. Tuttavia, questo non significa che la città non sia gradevole da visitare o priva di attrattive turistiche, bensì è proprio l'esatto opposto.
Nella parte alta, dove si estendono piacevoli quartieri residenziali, si possono praticare lunghe passeggiate con splendide vedute panoramiche della costa a nord, mentre a metà del monte i giardini del tempio bahai dalla cupola dorata spiccano come uno dei luoghi più affascinanti dello stato, senza contare che nei pressi di Haifa ci sono numerose località che meritano una breve visita.

 

Numero 4 (quattro) OneMagGerusalemme

Cosa vedere a Huancayo, Torre Torre

Tra le città più antiche del mondo, Gerusalemme è un posto diverso rispetto agli altri.
Per gli israeliani è la loro capitale mentre per il resto del mondo è Tel Aviv. E’ la città sacra per eccellenza non solo di cristiani ma anche di ebrei e musulmani.
Passeggiando per Gerusalemme è possibile vedere le chiese unirsi alle sinagoghe e alle moschee, ognuna delle quali rappresenta una tappa per i tanti pellegrini che ogni anno la visitano.

Gerusalemme è Patrimonio UNESCO dal 1981 e nonostante le tante difficoltà è una città con un forte afflusso turistico. Qua si viene per visitare la parte antica, quella racchiusa all’interno della cinta muraria e che permette di accedere ai quattro quartieri, suddivisi per culto, che contraddistinguono Gerusalemme.
E’ anche una meta turistica importante grazie ai suoi monumenti, per i suoi deliziosi souk dove trovare di tutto e per il più noto tra le attrazioni, il Muro del Pianto, il luogo sacro per definizione di tutto il popolo ebreo.

 

Numero 3 (tre) OneMag Tel Aviv

Le cose da fare gratis e divertenti a Tel AvivTel Aviv è il polo finanziario e turistico di Israele, meta turistica ricca di attrazioni e che merita essere visitata. L’agglomerato urbano di Tel Aviv mescola i lunghi litorali sabbiosi e la vivace nightlife con l’eleganza del Downtown, creando un contrasto affascinante con i quartieri più tradizionalisti: Tel Aviv è una destinazione completa sotto tutti i punti di vista.

La città israeliana affacciata sul Mediterraneo ha tra i suoi punti forti una importante tradizione culturale, una vita notturna interessante e buon cibo. È una località cosi variegata che permette di offrire diverse tipologie di vacanza, da coloro che amano rilassarsi al mare agli amanti della frenesia notturna o ancora per visitare una delle città culturalmente più interessanti.

 

Numero 2 (due) OneMag Eilat

Cosa vedere a Eilat, l'antica città di IsraeleLa città di Eilat è conosciuta come la meta balneare di Israel, anche se il suo richiamo turistico è dovuto anche ad altre ragioni, tra cui lo shopping, grazie all’esenzione delle imposte sugli acquisti. Siamo tra il Deserto del Negev e il Mar Rosso, dove Eilat viene anche visitata per la sua storia e per ammirare le tante attrazioni naturali.

Grazie al suo contorno di montagne, la città è naturalmente protetta, permettendo temperature miti e mare con acqua calda, perfetto per la crescita di coralli. Anche la bassa umidità che caratterizza la città, la rende confortevole anche nelle giornate più calde, permettendo anche vacanze durante il periodo invernale.

 

Numero 1 (uno) OneMag

Giaffa

Veduta su GiaffaGiaffa è il cuore, le radici e il presente di Tel Aviv. La città portuale di Giaffa appare menzionata in una delle tavole dell'Antico Egitto di oltre quattromila anni fa. Tale dato ci indica, quindi che il Porto di Giaffa fu utilizzato sin dall'Età del Bronzo e che i suoi primi abitanti furono i cananei, seguiti poi dai bizantini, islamici, crociati, ottomani e persino da Napoleone Bonaparte.

Lo splendore commerciale che contraddistingueva questa bellissima città portuale, infatti, è ancora tangibile, aspetto che la rende uno dei veri e propri must della città di Tel Aviv. La somiglianza fra le case di Giaffa è scalfita solo dalle porte e dalle finestre blu che tingono le facciate e dalle colorate vetrine delle gallerie d'arte della zona.


 

Continua a scoprire Israele: