Cosa vedere in Egitto

Le 10 migliori città da visitare in Egitto


Condividi su:

Le 10 città imperdibili dell’Egitto

Tutti gli articoli dell’Egitto

Mappa amministrativa dell'Egitto

Icona articolo onemag

Siamo in quella che è nota come terra del sole, un paese che affascina il visitatore per la sua lunga storia e che attrae per le sue località balneari. Il Mediterraneo a nord e il Mar Rosso a est contribuiscono a richiamare ogni anno decine di migliaia di turisti pronti a scoprire le calde acque ma anche per avventurarsi nelle tante località che sono state la culla della civiltà egizia. Parlare di Egitto significa parlare di piramidi, quelle che troviamo a Luxor e nella capitale, Il Cairo, oltre ai tanti reperti che sono conservati nei musei, primo fra tutti quello Egizio della capitale. Per scoprire il paese si può anche scegliere di salire su una nave da crociera e seguire il corso del Nilo, uno dei fiumi più lunghi al mondo e indubbiamente tra i più affascinanti.

In questo articolo abbiamo selezionato le 10 migliori città da visitare in Egitto, le mete che sopra tutte risultano imperdibili, tra cui troviamo naturalmente la capitale e alcune delle località balneari più frequentate in assoluto.

 

Le 10 città da visitare in Egitto

 

Numero 10 (dieci) onemag

Ismailia

Le 10 città da visitare in Egitto, Ismalia

Posta sul lago Temshah sul canale di Suez, la città di Ismailia è poco nota a livello turistico, sviluppata durante la costruzione del canale. Viene invece particolarmente apprezzata dagli abitanti della capitale che qua vengono per rilassarsi nelle sue spiagge, proprio quelle lacustri. In stile prettamente europeo, con case basse circondate da giardini, Ismailia pare essersi fermata proprio dopo la sua costruzione, seguendo lo stile francese e inglese, quello dei costruttori del canale. Tra le attrazioni da visitare segnatevi il Museo che conserva oggetti antichi, tra cui il mosaico del IV secolo che rappresenta i personaggi della mitologia greca. Il secondo museo, probabilmente più interessante, è quello dedicato proprio alla costruzione del Canale di Suez, ragione principale di una visita.

In alternativa non rimane altro che seguire le indicazioni proprio dei carioti, ossia quella di rilassarsi lungo le rive del lago Temshah.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  I laghi da non perdere in Egitto

Numero 9 (nove) onemagOasi di Dakhla

Oasi Dakhla in Editto

L’oasi di Dakhla nasce dal deserto arido circostante, verde e brulicante di vita. I borghi cospargono questa zona, con edifici fatti di mattoni di fango e stretti vicoli che rivelano tesori nascosti. L’oasi di Dakhla è considerata una delle più belle, con oltre 500 sorgenti calde e varie rovine, tra cui quella della antica città medievale. Oggi l’oasi richiama un buon numero di turisti che visitano Mut, insediamento antico le cui origini sono da ricercare all’epoca dei faraoni. Oggi la città è invece moderna, anche se è piacevole passeggiare nel suo centro storico, con strade e vicoli che possono essere facilmente percorsi a piedi.

Anche se qua si viene soprattutto per l’archeologia, non sono tantissimi i turisti che affrontano il viaggio solo per questa ragione. Qua, infatti, tra tombe monasteri e strutture medievali, sono presenti alcuni resort tra i più lussuosi ed esclusivi di tutto l’Egitto. Se volete il relax e il piacere assoluto, segnatelo in agenda.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Marsa Matruh, la costa settentrionale dell’Egitto


Numero 8 (otto) onemagEdfu

Tempio di Edfu in Egitto

Nascosta nell’Alto Egitto, sulle fertili rive del fiume Nilo, Edfu è una città agricola che non vede un’enorme quantità di turisti. La città stessa è modesta e qui infatti si viene unicamente per una ragione, visitare l’omonimo Tempio, incredibilmente ben conservato. La città ospita circa 60.000 abitanti ed è situata sulla riva ovest del Nilo, non troppo distante da Assuan. La sua notorietà, dicevamo, la dobbiamo al Tempio dedicato a Horus, costruito tra il 237 a.C. e il 57 a.C., durante il regno di Cleopatra VII. Tra i templi ancora oggi visibili, questo è tra quelli più egregiamente conservati.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Il Tempio di Kom Ombo in Egitto

Numero 7 (sette) onemagOasi di Siwa

Oasi di Siwa in Egitto

Traboccante di palme, ulivi e viottoli ombrosi, la città è disseminata di scintillanti sorgenti di acqua dolce. Siamo a Siwa, una città che sembra davvero non essersi accorta del cambiamento, dove possiamo ancora oggi vedere asini passeggiare lungo le strade dove affacciano abitazioni di fango. Eppure qua sono decine di migliaia i turisti che scelgono di visitarla, anche se è spesso definita una località perfetta per chi ama la solitudine. Si trova a 650 km dal Cairo e i suoi abitanti parlano un dialetto locale che non è comprensibile dagli altri egiziani, una vera e propria lingua a se stante. Il fatto che fino agli anni ’80 dello scorso secolo fosse quasi irraggiungibile, prima della realizzazione dell’autostrada che la collega a Marsa Matruh, ha contribuito a lasciare questo territorio quasi a se stante. Siwa è anche nota per le saline. L’acqua di Siwa viene anche sfruttata da un’impresa italo-egiziana che la imbottiglia e la commercializza quasi ovunque in Egitto.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Egitto, idee di viaggio | Cosa vedere in Egitto

Numero 6 (sei) onemagHurghada

Lungomare Hurghada in EgittoLe colorate barriere coralline e le pittoresche spiagge sabbiose rendono Hurghada la città ideale per una pausa estiva. Un’area urbana dove il vecchio incontra il nuovo, Hurghada è la principale destinazione turistica dell’Egitto, con i turisti attratti lì per soffermarsi sulle morbide sabbie, godersi i numerosi deliziosi ristoranti ed esplorare una fetta di storia.

Il centro storico di El Daha rivela la vera vita egiziana, con le sue moschee, i mercati e la rete di vicoli stretti.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Hurghada, guida turistica della località balneare del Mar Rosso

Numero cinque (5) OneMagAssuan

Città di Assuan in EgittoUna delle tre città turistiche in Egitto che si trovano lungo le rive del Nilo, Aswan è una bellissima area con palme e un clima caldo. Antica base militare e importante presidio, le cave qui fornivano il granito essenziale utilizzato in molte delle sue antiche strutture – e qui c’è molto da vedere.

Questo languido e bellissimo tratto del Nilo fornisce terra coltivabile a molti villaggi nubiani che si affidano al fiume. Con le reliquie dei tempi antichi ancora evidenti nella zona, puoi facilmente trascorrere alcuni giorni di relax rilassandoti in una pensione sul fiume ad Assuan e prenderti del tempo per esplorare le isole e i templi.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Egitto, uno dei paesi migliori al mondo per il turismo invernale

Numero 4 (quattro) OneMagSharm el-Sheikh

Sharm el Sheikh in Egitto

Sharm el Sheikh, soprannominata “il gioiello del Mar Rosso“, è una delle principali mete turistiche egiziane tra quelle affacciate sul Mar Rosso. Negli ultimi decenni, Sharm è stata una delle mete preferite dai turisti europei per le vacanze, soliti ad affollare le splendide spiagge e i grandi resort lussuosi con un buon rapporto qualità-prezzo. L’andamento, tuttavia, sta cambiando. Infatti, negli ultimissimi anni si è registrato un calo di presenze turistiche del 70%. Questo ha fatto sì che i costi generali diminuissero e che anche le migliori camere sono libere per essere prenotate a buon prezzo. Sharm el Sheik è una destinazione perfetta per chi ricerca una meta di completo relax davanti a un mare cristallino.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa fare e vedere a Sharm El Sheik, perla del Mar Rosso

Numero 3 (tre) OneMagLuxor

Luxor in EgittoIl paesaggio lussureggiante di Luxor è sede di incredibili monumenti antichi e di una ricca vegetazione che cresce grazie ai fertili terreni alimentati dal Nilo. Il Nilo si dirama nel cuore della moderna città di Luxor, nella sponda orientale del fiume, e dell’antica capitale di Tebe posta invece sulla sponda occidentale. La città un tempo tra le più floride del mondo antico è oggi un moderno museo a cielo aperto per i visitatori. Questo territorio è disseminato di storia, reliquie e tesori antichi, che sono stati praticamente cuciti nella terra e sono rimasti incredibilmente intatti per millenni.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Moschea di Muhammad Ali de Il Cairo, Egitto

Numero 2 (due) OneMagGiza

Piramidi di Giza in EgittoLe iconiche Grandi Piramidi di Giza, per millenni le strutture più alte del mondo prima dell’arrivo dei grattacieli, si poggiano sull’altopiano desertico sullo sfondo dell’intricato skyline della città sempre invadente. Le piramidi sono una delle meraviglie antiche più iconiche del mondo, che rappresentano l’Egitto e i suoi legami con la civiltà storica. Oltre 100 mila persone furono impiegate per la costruzione delle tre principali piramidi, che occupano il sito da ben 4500 anni.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Le tre piramidi della Necropoli di Giza, Egitto

Numero 1 (uno) OneMagCairo

Il Cairo in Egitto

Il Cairo è una città impegnativa e forse nemmeno semplice da visitare. Ciononostante, con la giusta dose di forza di volontà e voglia di scoprire la città si riuscirà senza troppa fatica a scoprire il carattere cosmopolita di cui è nota Il Cairo. Una città dalle dimensioni incredibili, con 22 milioni di persone, con strade trafficate e grandi palazzi moderni che si mescolano con strutture antichissime. Per prime le Piramidi di Giza, situate immediatamente dopo la periferia cittadina, a cui si aggiungono mercati storici, baazar, moschee e grandi parchi verdi, il tutto caratterizzato dal corso del Fiume Nilo. Imperdibile è il famoso Museo Egizio vanta un’incredibile collezione di antichi manufatti egizi.


 

Condividi su: