Argentina,
le 10 migliori città da scoprire

Leggi tutti gli articoli dell’Argentina


Icona articolo onemag

Benvenuti in Argentina, secondo stato per estensione dell'America Latina e ottavo paese più grande al mondo. Siamo in un territorio ricco di zone umide ma anche di pianure, come quelle della Pampa e ancora di steppe, come in Patagonia. Tra le città da vedere in Argentina al primo posto merita ovviamente la sua capitale, Buenos Aires, ma tra le sue 23 province sono numerosi i posti che meritano una visita, alcuni di più giorni.

Con oltre 45 milioni di abitanti, buona parte della città dell'Argentina sono quasi del tutto sconosciute al turismo. Ci riferiamo alle zone umide di Ibera, Esteros del Iberá, l'enorme rete di lagune dove i protagoisti sono i caimani e i cormorani. Ma anche l'Antofagasta de la Sierra, il remoto villaggio con laghi ghiacciati e visitati dai fenicotteri oppure la Laguna Diamante, il lago d'alta quota con tanto di vulcano.
Ecco le città dell'Argentina da scoprire e visitare.

 

Le città dell'Argentina da visitare

Numero 10 (dieci) onemag

San Martin de los Andes

Le città dell'Argentina, San Martin de los Andes

Iniziamo a scoprire le città da visitare in Argentina dalla splendida città di San Martin de los Andes. Situata nelle Ande dell'Argentina centro-meridionale, San Martin de los Andes è una delle più importanti mete turistiche della provincia di Neuquén, collocata ad appena una quarantina di chilometri dal confine con il Cile. Circondata da montagne con fitti boschi e profondi laghi glaciali, la città vanta una cornice paesaggistica di incommensurabile bellezza, dove la natura incontaminata attira escursionisti da tutto il mondo.

Tuttavia, trovandosi a oltre 1'500 chilometri dalla capitale Buenos Aires il viaggio che occorre preventivare per raggiungere San Martin de los Andes è lungo e spesso anche molto costoso. Fondata nel febbraio del 1898, oggi è una delle località turistiche più frequentate di questa porzione di territorio argentino. Si tratta, inoltre, della città sede del consorzio del Parco Nazionale Lanín, nonché del punto di partenza della famosa Strada dei Sette Laghi, che lungo i suoi 110 chilometri offre panorami mozzafiato fino a Villa La Angostura.

 

Numero 9 (nove) onemag

La Plata

Le città dell'Argentina, La Plata

Poco distante dalla capitale dell'Argentina si trova il capoluogo della Provincia di Buenos Aires, La Plata. Questa è considerata una delle più ordinate città del mondo, in particolare sotto l'aspetto urbanistico. Prendendo in mano una cartina della città si note facilmente come ogni strada, isolato e quartiere sia inserito in modo armonioso nel contesto metropolitano. Per scoprire l'origine di tale conformazione stradale urbana occorre tornare indietro nel tempo, alla fondazione della città.

La Plata, in viaggio nelle pampas dell'Argentina

La Plata, in viaggio nelle pampas dell’Argentina

Cosa vedere a La Plata, Argentina

La Plata è una città dell'Argentina di poco meno 800.000 abitanti a breve distanza dal Rio de La Plata e all'interno dell'area nota come pampa. L' area geografica nota come Pampa parte dal Rio de la Plata e raggiunge...

È metà XIX secolo, in questo periodo l'Argentina era un paese in forte crescita economica, urbanistica e demografica. Nei pressi dell'odierna capitale Buenos Aires venne fondata la città, Dardo Rocha, allora presidente della provincia di Buenos Aires dal 1881 al 1884, si occupò di organizzare gli incarichi per la progettazione de La Plata. Il risultato finale è a dir poco incredibile.  Questo reticolato, estremamente ordinato, pulito e logico, di strade, piazze e parchi, è oggi uno dei punti di riferimento a livello mondiale per lo studio nelle facoltà d'ingegneria civile.

 

Numero 8 (otto) onemag

Neuquen

Le città dell'Argentina, Neuquen

Situata nel punto in cui i fiumi Neuquen e Limay si uniscono, ci troviamo nella capitale dell'omonima provincia di Neuquén. Localmente, e con il passare del tempo sempre più anche internazionalmente, si conosce Neuquén per la sua vivace movida serale. Gli argentini definiscono Neuquén una città che non dorme mai. A livello turistico, in città sono presenti diversi luoghi storici molto interessanti come molte attività escursionistiche che si possono vivere dentro e fuori i confini municipali.

Non c'è quindi da stupirsi che Neuquén sia oggi il più importante centro commerciale della Patagonia. La città conta circa 230 mila abitanti, una delle più popolose della Patagonia, e vanta un gran numero di attrazioni, tra cui musei, palazzi storici, teatri, gallerie d'arte ma anche un osservatorio astronomico e riserve naturalistiche. Neuquén ospita inoltre uno dei più grandi parchi cittadini della regione, noto come Central Park, situato di fronte la storica stazione ferroviaria, oggi trasformata nella Sala Civica d'Arte ed Espositiva Emilio Saraco.

Numero 7 (sette) onemagSalta

Le città dell'Argentina, Salta

Soprannominata "Salta la Linda" per la sua bella architettura, i musei sofisticati e la splendida cornice montuosa, Salta è una delle più antiche città dell'Argentina nord-occidentale. Le sue origini risalgono infatti al 1582, in piena epoca coloniale, da cui si sono ereditate un gran numero di architetture storiche. La città di Salta vanta un clima particolarmente piacevole durante l'intero arco dell'anno, elemento che la rende una meta sempreverde, tanto da essersi guadagnata la fama di capitale turistica dell'Argentina nord-occidentale.

Contrariamente a molte altre grandi città dell'Argentina, in passato Salta non è stata un crocevia di migranti europei particolarmente attiva. Questo ha reso possibile la preservazione di tradizioni, influenze e folclori indigeni, rappresentando un esempio raro in tutto il Sud America considerate le sue dimensioni. Il fulcro cittadino è la splendida Plaza 9 de Julio, elegante piazza circondata da locali, caffè e negozi che fanno da cornice alla stupenda facciata della Cattedrale di Salta e de El Cabildo, lo storico municipio cittadino risalente al  XVIII secolo e trasformato oggi in un museo di storia. Nei pressi si trova in oltre il famoso Museo de Arqueología de Alta Montaña (MAAM), che raccoglie una delle più ricche esposizioni di manufatti inca della regione.

 

Numero 6 (sei) onemagSan Juan

Le città dell'Argentina, San Juan

Adagiata in una fertile valle, con un meteo particolarmente soleggiato durante tutto l'anno, San Juan gode di una posizione perfetta per la coltivazione dei vitigni, tanto da essere conosciuta come uno dei principali centri per la viticoltura e la produzione vinicola. Capoluogo dell'omonima provincia di San Juan, la città è situata nell'affascinante regione di Cuyo e includendo l'intera area metropolitana vi risiedono oltre 450'000 abitanti.

Ci troviamo in una città dalle origini antiche, il cui sito è presumibilmente abitato da diversi secoli prima dell'arrivo dei conquistadores spagnoli, mentre vi è traccia certa della presenza degli indiani Huarpe. San Juan è stata fondata nel giugno del 1562, rappresentando uno dei primissimi centri abitati posti sull'omonimo fiume San Juan. Il turismo in città è trainato dalla produzione del vino e dalle relative proposte turistiche, come tour nelle cantine e degustazioni guidate.

Tuttavia, San Juan è anche un noto centro di riferimento per l'escursionismo. Nell'arco di pochi chilometri, spesso nella stessa provincia di San Juan, si trovano mete naturalistiche di fama mondiale. Esempio eccellente è il Parco Nazionale El Leoncito, sito nella provincia di San Juan, dominato dalla Cordigliera delle Ande e dal Monte Mercedario custodisce un paesaggio incontaminato ricco di fascino che dà il proprio meglio di notte, grazie al cielo incredibilmente stellato. Allontanandosi un po' è possibile raggiungere il Parco Nazionale Ischigualasto, a circa 330 chilometri dalla città.

Se invece si sceglie di scoprire l'altrettanto ricca offerta architettonica, storica e culturale di questa zona, appena ad ovest di San Juan si trova la Quebrada de Ullúm, la diga sul terrapieno sul fiume San Juan. Seguendo la Ruta 141 si può raggiungere in una sessantina di chilometri il famoso santuario della Difunta Correa. Imperdibile, infine, il ricco museo archeologico Mariano Gambier a La Laja, a circa 25 km di distanza del centro cittadino, la cui esposizione dall'inestimabile valore comprende manufatti e reperti risalenti dalla preistoria sino alla fondazione della città.

 

Numero cinque (5) OneMag

San Carlos de Bariloche

Le città dell'Argentina, San Carlos de Bariloche

A metà di questo nostro viaggio tra le città imperdibili dell'Argentina abbiamo scelto di inserire forse la più famosa meta turistica della Patagonia: la splendida San Carlos de Bariloche. Spesso abbreviata nel più semplice Bariloche, la città si trova sulle rive del lago di origine glaciale Nahuel Huapi, ai piedi delle Ande.

La località, fortemente trainata dall'industria del turismo, si presenta particolarmente pulita e ordinata, con architetture, tradizioni e caratteristiche che rievocano lo stile di una tipica cittadina svizzera. Non si tratta comunque di un confronto casuale: la città ha visto nel secondo dopoguerra un notevole flusso di migranti tedeschi e austriaci, che hanno esportato molte delle proprie tradizioni presenti appunto anche in Svizzera.

San Carlos de Bariloche, la Saint Moritz argentina

San Carlos de Bariloche, la Saint Moritz argentina

Cosa vedere a San Carlos de Bariloche

Tutti gli articoli dell'Argentina
<img class="size-full wp-image-65401" src="https://www.onemag.it/wp-content/uploads/2018/10/San-Carlos-de-Bariloche-mappa.jpg" alt="Cosa...

Un caso per eccellenza è quello del cioccolato: San Carlos de Bariloche è uno dei più importanti centri di produzione dell'America Latina, ricca di cioccolaterie e botteghe artigianali presenti in gran numero anche per l'elevato numero di turisti europei che la visitano ogni anno.  Bariloche è anche quasi idealmente posizionata a poca distanza da alcune tra le maggiori attrazioni turistiche dell'Argentina. Qua troviamo per esempio il Parco Nazionale Nahuel Huapi e il suo lago, attrazione naturale che ogni anno richiama diversi turisti provenienti anche da altri continenti.

 

Numero 4 (quattro) OneMag

San Miguel de Tucuman

Le città dell'Argentina, San Miguel de Tucuman

Delle città che più stanno crescendo in termini di presenze turistiche, San Miguel de Tucumán è con tutta probabilità al primo posto tra quelle situate nell'Argentina settentrionale. Sebbene il fenomeno del turismo di massa si stia sviluppando solamente dagli ultimi decenni, l'importanza della città è ancora sconosciuta alla maggioranza dei viaggiatori europei.
Ci troviamo infatti nella città che ha dato i natali all'Argentina come la conosciamo oggi.

Per comprendere meglio quanto descritto occorre tornare indietro nel tempo di due secoli.
È il 1812, alle porte della città si è combattuta tra il 24 e il 25 settembre una delle più importanti battaglie nell'ambito delle guerre d'indipendenza ispanoamericana: la Battaglia di Tucumán. Un violento, stremante e sanguinoso scontro armato che vide le forze del Viceré del Perù José Fernando de Abascal y Sousa scontrarsi con l'esercito delle Province Unite del Río de la Plata. In sostanza la battaglia vedeva le forze militari delle colonie spagnole affrontare una delle neonate entità indipendentiste formatesi a seguito della Rivoluzione di Maggio, avvenuta due anni prima.

Le 530 vittime di entrambi gli schieramenti fu un bilancio pesante, che diede però i propri frutti. Nel 1816 si riunì il così noto Congresso di Tucumán a San Miguel de Tucumán, durante il quale venne formalmente proclamata l'indipendenza argentina dalla Spagna. Il 9 luglio è l'anniversario del Congresso di Tucumán e dell'indipendenza dell'Argentina, proclamata festa nazionale.

Quest'affascinante passato è inoltre uno dei motivi per cui San Miguel de Tucumán è una meta turistica imperdibile. In città si trovano monumenti e musei legati all'indipendenza dell'Argentina, che sommati al ricco patrimonio architettonico rendono San Miguel de Tucumán perfetta per un viaggio anche di lunga durata. Oggi San Miguel de Tucumán è una città dinamica, giovane e cosmopolita, che soprattutto dal secondo dopoguerra si è guadagnata il titolo di motore economico del nord-ovest argentino.

 

Numero 3 (tre) OneMag Mendoza

Le città dell'Argentina, Mendoza

Sosta quasi obbligata per gli scalatori dell’Aconcagua, la vetta americana più alta, è Mendoza.  La città, vicinissima alle Ande, ospita anche una numerosa comunità di origine piemontese e friulana, dedita alla produzione di vino e olio d’oliva. Anche se non avete parenti che si sono trasferiti lì, comunque, potete organizzare un viaggio per partecipare alla Fiesta de la Vendimia per celebrare la raccolta dell’uva e festeggiare gli operai e il vino.

Cosa vedere a Mendoza

Mendoza, il crocevia tra Argentina e Cile

Cosa vedere a Mendoza, Argentina

Tutti gli articoli dell'Argentina
<img class="size-full wp-image-67792" src="https://www.onemag.it/wp-content/uploads/2018/08/mendoza-mappa.jpg" alt="Cosa vedere a...

Si svolge tra la fine di Febbraio e l’inizio di Marzo, due settimane in cui Mendoza viene proiettata in una dimensione completamente diversa. È un momento di alta stagione, decine di migliaia di persone si riversano in città e nei vigneti, quindi se volete partecipare prenotate con largo anticipo. È anche l’unico periodo in cui Mendoza si catapulta in una dimensione a lei non congeniale, quello del caos e del trambusto.

Se siete fuori stagione non mancate di cercare una delle decine di cantine sparse per tutta la città, le bodegas, dove avrete modo di degustare un calice dell’ottima produzione locale.
Imperdibile il Malbec, il vitigno le cui origini francesi sono ovvie, che qua ha trovato anche un nutrito gruppo di estimatori. È un vino rosso corposo che rientra tra le migliori produzioni al mondo.

 

Numero 2 (due) OneMag

Ushuaia

Le città dell'Argentina, UshuaiaUn cartello posto giusto di fronte al mare recita: Ushuaia, fin del mundo.
Ed è proprio questa semplice frase d'impatto a rendere bene l'idea di dove ci si trovi, alla fine del mondo. Ushuaia è la città più a sud del mondo, o più correttamente, la più australe.

Questo remoto luogo, di gran lunga più vicino all'Antartide che alla capitale Buenos Aires, è la frontiera di viaggi estremi, molto più di quanto si possa immaginare. Ushuaia è un pezzo di Argentina, fuori dall'Argentina, e non è una metafora. Con 56 mila abitanti, la città è il capoluogo della Provincia di Terra del Fuoco, Antartide e Isole dell'Atlantico del Sud, territorio soggetto a contestazioni nel panorama internazionale, dato che parrebbe (solo nella teoria) amministrare aree che non appartengono de facto all'Argentina.

Ushuaia è davvero una sorpresa per chi la visita. Data la sua ubicazione remota, lungo la costa meridionale dell'Isola Grande della Terra di Fuoco, in un contesto paesaggistico abbracciato sia dalle montagne che dall'acqua del canale di Beagle, ci si aspetterebbe un villaggio sperduto e dimenticato dal mondo. La realtà dei fatti è che Ushuaia è esattamente l'opposto, una città vivace e ricca di vita, molto vivibile, sebbene il suo passato contorto e, su certi aspetti, tetro.

 

Numero 1 (uno) OneMag

Buenos Aires

Le città dell'Argentina, Buenos Aires

Grande è l’aggettivo che meglio descrive Buenos Aires, per fare prima detta Baires, capitale dell’Argentina e città più estesa del Paese, tra le maggiori dell’America latina, nonché uno dei più ampi porti del continente. Baires, patria del tango argentino, sorge sulle sponde del Rio de la Plata che la delimita ad oriente, mentre i 24 chilometri dell’Avenida General Paz la chiudono a sud come fa a nord-ovest il fiume Matanza-Riachuelo. Una corona particolare che si staglia nella pampa, l’insieme delle pianure fertili argentine.

Buenos Aires e la guida alle migliori attrazioni della città

Buenos Aires e la guida alle migliori attrazioni della città

Guida di Buenos Aires, la capitaledell'Argentina

icona-articoloGrande è l'aggettivo che meglio descrive Buenos Aires, per fare prima detta Baires, capitale dell'Argentina e città più estesa del Paese, tra le maggiori dell'America latina, nonché uno dei...

caratterizzare la città è il clima pampeano, variante del clima sub-tropicale umido caratterizzato da estati calde ed umide ed inverni miti.
Le condizioni climatiche, con il mese di luglio che richiede cappotto e sciarpa, favoriscono il turismo tutto l’anno ed i visitatori, soprattutto europei, approfittano dei nostri periodi invernali per andare a godere del sole latino. Arrivando nella capitale argentina si percepisce l’energico passo di rinascita che sostiene la nuova primavera della città in netta ripresa dal periodo del tracollo economico, di qualche anno fa, fatto di mercatini del baratto e clamorose manifestazioni. E tutt’intorno c’è aria di ristrutturazione animata dalla passione della gente latina che sembra sempre inebriata dalle melodie del tango.

 

E te, quale di queste città vorreste assolutamente visitare? Faccelo sapere nella nostra pagina Facebook!

Continua a scoprire l'Argentina: