Lazio, veduta


Le province del Lazio

Frosinone

Latina

Rieti

Roma

Viterbo


 

Il Lazio è l’ombelico del mondo occidentale. A tutti gli effetti si tratta del territorio che più tra tutti cambiò le sorti dell’occidente, grazie soprattutto al glorioso Impero Romano, che delineò la cultura e le tradizioni di tutta Europa, portando il continente a presentare il suo odierno aspetto.

Tutto questo territorio ruota attorno a Roma, la città eterna, la capitale d’Italia e uno dei maggiori centri europei, con quasi 3 milioni di abitanti. Tuttavia, l’intera regione è costellata da città e borghi che pullulano di storia e tesori spesso nascosti, a cui si aggiungono eccezionali aree naturali, tra cui riserve, laghi, fiumi e spiagge.

Certo è che il Lazio offre una delle più complete proposte turistiche di tutta l’Italia. Dai monumenti di Roma ai divertimenti di Ostia Lido, fino alle Ville di Frascati e Tivoli, passando per le tombe etrusche nella Tuscia, oltre ai luoghi leggendari legati alla Chiesa. Il Lazio significa Roma, e Roma significa anche Vaticano, il più piccolo degli stati di tutto il mondo. Tanti i Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO, tra cui l’antichissima Villa Adriana, dove visse l’omonimo imperatore, e l’elegante Villa d’Este, massimo capolavoro rinascimentale nel Lazio.

A queste pregevolissime opere si aggiungono le Necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia, nella Tuscia Viterbese, e l’aree naturalistiche del Monte Cimino e del Parco Regionale di Bracciano-Martignano, area protetta compresa tra i due laghi di Bracciano e Martignano.

 

Mappa del Lazio

Per raccontare Roma non basterebbe nemmeno un’intera collana di enciclopedie, considerando il suo passato e gli innumerevoli siti d’interesse.

L’archeologia è però presente anche fuori dalla capitale italiana. Due tappe fondamentali per scoprire il passato del mondo occidentale sono quelle al Parco Archeologico dell’Appia Antica e il Parco Archeologico di Ostia Antica. Non troppo distante, nei pressi di Civitavecchia, si trova il Sito Archeologico delle Terme Taurine, a cui si aggiunge anche il Sito Archeologico dell’antica città di Gabi. Sull’antica Via Tiberina invece è obbligata la tappa negli scavi etruschi di Vulci, oltre alle Necropoli etrusche di Tuscania e Cerveteri. La lista poi prosegue nel sito di Lucus Feroniae, nella cittadina di Capena, e nell’area archeologica del Tuscolo, compresa tra Montecompatri, Monte Porzio Catone e Frascati. Di luoghi d’interesse storico troviamo anche Veio, uno dei maggiori centri etruschi nel Lazio, il tempio di Giove Anxur, a Terracina, e il tempio di Ercole, a Cori.

La stagione estiva è prerogativa di turismo balneare, che si può vivere lungo i circa 360 chilometri di costa, composta da tratti di maggioranza sabbiosa, con alte dune e antiche torri di guardia per l’avvistamento degli incursori saraceni. L’offerta regionale sulle spiagge rispecchia quella archeologica, a livello quantitativo, ma anche qualitativo. Ostia Lido, con tutta probabilità, racchiude la quintessenza del divertimento balneare di Roma. Ciononostante, sparse su tutto il litorale sono situate spiagge annoverate con premi ambiti, come la Bandiera Blu, molte delle quali sono considerate le più belle di tutta Italia.

Tra le altre spiagge di riferimento da visitare nel Lazio citiamo la spiaggia di Sabaudia, caratterizzata da dune sabbiose e un contorno piastrellato dalla tipica vegetazione mediterranea. Nel Circeo si trova invece la spiaggia Litorale del Circeo, nota per il mar cristallino, come nel caso dell’isola di Ventotene, il punto più meridionale della regione, con la sua pittoresca Cala Nave. La spiaggia di Levante e Ponente a Terracina è un altro importante punto di riferimento per la balneazione, cosi come la spiaggia di Tor Caldara, ad Anzio. Molto suggestiva è la Grotta di Tiberio, una cavità naturale molto apprezzata dagli amanti dello snorkeling.

Parlando di snorkeling che iniziamo a raccontare il ricco patrimonio laziale per le immersioni. Primo tra tutti è il sito delle Secche di Tor Paterno, situato tra Ostia e Tor San Lorenzo, e La Secchitella e Grotta dei Gamberi, a Ventotene. La Riva di Traiano, nel litorale romano, è un’eccellente luogo per le immersioni, come Punta del Pecoraro e Torre del Marangone, a Civitavecchia. Molto suggestivo è il Relitto dell’Aderno, a 3 miglia nautiche dal porto di Civitavecchia, come anche a Ponza il Relitto Punta Papa.