Lassen Volcanic Park, il vulcano dormiente della California

Lassen Volcanic Park, il vulcano dormiente della California


Condividi su:

Lassen Volcanic Park,
il parco americano da non perdere

Tutti gli articoli degli Stati Uniti
Lassen Volcanic Park, mappa
© Apple Maps

icona-articolo

Siamo nella patria dei grandi parchi nazionali dove nella calda terra della California troviamo il Lassen Peak, uno dei vulcani a cupola più maestosi del mondo. Dormiente dal 1915, il Parco del Vulcano Lassen è stato inaugurato nel 1916, lo stesso anno in cui l’allora presidente Wilson decise di istituire il National Park Service. La sua storia coincide anche con le tradizioni religiose di numerose tribù, che allora come oggi considerano sacro il territorio.

L’unico modo per visitarlo è quello naturalmente di noleggiare un’auto e percorrerlo lungo la strada ufficiale che lo attraversa. Nei mesi invernali, da dicembre fino a maggio, le strade vengono chiuse, quindi è possibile visitarlo unicamente durante il periodo estivo, da giugno a ottobre. Come per molti parchi nazionali, il Lassen Volcanic Park è a rischio di chiusura improvvisa anche durante il periodo estivo. Non è da escludere, infatti, che perturbazioni anche a carattere nevoso possano interessare l’area.

 

Cosa vedere al Lassen Volcanic Park

Lassen Peak, veduta

Come per ogni parco degli USA, anche il Lassen è costantemente monitorato e gli appassionati di trekking possono decidere di affrontare la salita al Lassen Peak.
I suoi 3189 metri sono percorribili da escursionisti anche poco esperti, non è raro trovare famiglie che con calma si apprestano a risalire la cima.

E’ un percorso perfetto anche per i più giovani grazie all’ecosistema, flora e fauna meravigliosamente inserite in uno dei contesti naturali molto caratteristici.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Sacramento in California, guida turistica di viaggio

Le attrazioni del Lassen Volcanic Park

Mill Creek Falls

Mill Creek Falls, Lassen Volcan Park, CaliforniaTra le cose da vedere al Lassen Volcanic Park non perdetevi la sua magnifica cascata. La raggiungerete con il sentiero chiaramente indicato dal centro visitatori, all’ingresso del parco.

I suoi poco più di 5 km di sentiero possono essere facilmente percorsi dai giovani in circa 2-3 ore. L’intero sentiero è inserito nella Red Fir forest e passerete a fianco l’East Sulfur Creek, uno degli affluenti dell’Aliso Creek.

Bumpass Hell

Lassen Volcanic Park, Bumpass Hell,

Apprezzato dagli esperti escursionisti, il Bumpass Hell è un percorso leggermente più corto e impegnativo rispetto a quello della cascata, che vi permette di raggiungere una delle aree idrotermali del Lassen Volcanic Park.

Mediante comode passerelle avrete modo di ammirare le classiche sorgenti di acqua termale calde con tanto di pozze di fango. L’area, come racconta il cartello posizionato poco distante, è stata involontariamente scoperta dal cowboy Kendall VanHook Bumpas nel 1865. Il suo rinvenimento gli è purtroppo costato l’amputazione della gamba.

 

Sulphur Works

Lassen Volcanic Park, Sulphur Works

Sempre legato alle sorgenti termali dell’area, il Sulphur Works è una tra le aree più popolari del parco.  Posta infatti lungo la strada principale, immediatamente osservabile da coloro che accendono dall’area meridionale, il Sulphur Works è raggiungibile con un breve sentiero che descrive perfettamente l’attività termale del sottosuolo.

In circa un’ora di camminata sarà possibile ammirare da vicino, rimanendo sempre in totale sicurezza, le varie pozze di fango caratterizzate dal tipico odore sulfureo.

 

Il Terminal Geyser

Lassen Park, Terminal Geyser

Da non perdere al Lassen Volcanic Park è il Terminal Geyser, un geyser interessante seppur più piccolino rispetto a quelli presenti in altri parchi.  Lo si raggiunge percorrendo un sentiero abbastanza lungo, quasi 9 km, attraversabile anche a cavallo grazie all’opzione offerta dal Drakesbad Guest Ranch. In questo delizioso ranch è anche possibile soggiornare, unica soluzione oltre al campeggio, qualora si decidesse di trascorrere la notte nel parco.

Se la vostra scelta sarà di percorrere il trail a cavallo avrete anche modo di portarvi comodamente diversi oggetti, tra cui acqua, snack e l’immancabile macchina fotografica.
Anche questa è una zona caratterizzata da attività idrotermali.

 

Devastated Area Interpretative Trail

Lassen Park, Devastated Area Interpretative Trail

Se volete scoprire con i vostri occhi quale sia l’effetto devastante di una eruzione vulcanica, il Desvastated Area Trail è il sentiero perfetto. In questo percorso della lunghezza di quasi 5 km avrete modo di vedere i risultati dopo l’ultima attività del vulcano, nel 1915. Il sentiero presenta alcuni punti piuttosto pericolosi, a cui si aggiungono diverse rocce vulcaniche da superare. E’ tuttavia possibile percorrerlo senza particolari difficoltà anche per persone con modalità ridotta. Oggi l’area, dopo oltre un secolo, non si presenta effettivamente con caratteristiche cosi apocalittiche o devastanti, come il nome potrebbe far pensare.

Ad aiutare il visitatore ci pensano alcune foto che, lungo il percorso, descrivono meglio la situazione a breve distanza dai giorni dell’eruzione. Lungo il sentiero, non asfaltato ma realizzato in terra battuta, propone anche numerose schede informative che, semplicemente con la pressione di un pulsante, riescono a descrivere perfettamente la storia vulcanica della zona.

 

Lake Helen

Lassen Park, Lake Helen

Caratterizzato da limpide acque di blu acceso, anche il Lake Helen è una delle cose da vedere al Lassen Volcanic Park. La sua principale fonte è la neve che durante l’anno si scioglie dalle montagne. Con la sua profondità di circa 35 metri, il Lake Helen si è formato durante le glaciazioni, periodo in cui sono state create numerose cave, oggi divenute splendidi laghetti. Il suo colore risulta particolarmente acceso grazie all’intensa attività mineraria qua presente. Il lago è intitolato a Helen Tanner Brodt, la prima donna che nel 1864 raggiunse la cima del Lassen.

Ultimo aggiornamento 21 settembre 2021


 

Condividi su: