Lamego, l’antica località portoghese | Cosa vedere a Lamego, in Portogallo


Condividi su:

Cosa vedere a Lamego in Portogallo (Regione di Nord)


Storia, attrazioni e monumenti principali

Leggi tutti gli articoli del Portogallo
Mappa di Lamego, Portogallo
Mappa di Lamego, Portogallo

Icona articoloImmersa nel vasto territorio del Portogallo centro-settentrionale, Lamego è un’importante città d’arte, sede vescovile, di circa diecimila abitanti, in forte ascesa in ambito turistico. La città di Lamego è fortemente caratterizzata dal corso del fiume Douro, uno dei più importanti della Penisola Iberica, dalle cui sponde dista giusto una dozzina di chilometri.

Lamego è inoltre conosciuta per la produzione di vino, definito il più stretto antenato del ben noto vino di Porto. Infatti, il vino di Porto fu ideato partendo come base dal vino di Lamego, venendo modificato e riadattato di stagione in stagione, finché non si ottenne il gustoso prodotto noto in tutto il mondo. Lamego è una città molto antica, le cui origini sono documentate sin dal VII secolo, quando era dominata dai Visigoti, popolo che elevarono l’allora Lamecum a vescovado.

Ciò suggerisce che l’insediamento sia ancor più antico, non escludendo l’esistenza in epoca romana, seppur manchino concrete prove a riguardo. La città è turisticamente favorita dalla relativa vicinanza con Porto, distanti circa centotrenta chilometri per un’ora e mezza di viaggio. Questo rende la città molto interessante per le gite giornaliere, anche se il nostro consiglio è quello di sostarvi per un paio di giornate, così da poter scoprire tutte le attrattive presenti. Scopriamo quindi cosa vedere a Lamego, in Portogallo.

Cenni storici

L'imponente scalinata barocca del Santuario di Nostra Signora di Remedios a Lamego, in Portogallo
L’imponente scalinata barocca del Santuario di Nostra Signora di Remedios a Lamego, in Portogallo

La città abbiamo conosciuto esistere da almeno il VII secolo, periodo in cui l’Europa si doveva ancora spartire completamente dalla caduta dell’Impero Romano. I Visigoti la elevarono a vescovado e d’allora la località visse una lenta ma costante crescita. Lamego seguì le sorti verosimili a tante altre località appartenenti all’odierno Portogallo. Dapprima subentrarono i Mori, venendo poi conquistata dai Cristiani e ancora passò sotto la dominazione islamica.

Il grande evento che segnò la storia delle città è datato 1057. Il re di Castiglia, Ferdinando I Il Grande, nipote del figlio di D. Afonso Henriques, primo re del Portogallo, la conquistò definitivamente, portandola sotto la longeva dominazione portoghese. Dall’anno mille sorsero tanti dei monumenti più iconici di quelli che possiamo oggi visitare. Il castello, nella parte alta della città, ne è il maggior esempio.

La città seguì le sorti del proprio territorio. Per molti secoli notevole fu l’influenza della Chiesa, che predominò sulla città imponendo forti restrizioni su diversi ambiti non solo religiosi, ma anche commerciali e industriali. Questa forte influenza ecclesiastica venne quasi completamente eliminata nel 1834, quando furono estinti i vari ordini religiosi. Questo evento, in particolare, portò a una forte ascesa per la città.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Portogallo: queste le migliori città da non perdere nel paese iberico

Cosa vedere a Lamego, guida alle principali attrazioni turistiche

La città di Lamego, nel suo piccolo centro abitativo, non conta molte attrazioni turistiche o luoghi d’interesse, ma quelli presenti sono di altissimo valore storico, artistico e/o culturale. A seconda del tempo a disposizione, suggeriamo di fare una passeggiata nel centro storico di Lamego, così facendo avrete un’introduzione della città, ottimo per orientarsi durante la propria visita.

La Cattedrale di Lamego

Vista sulla Cattedrale di Nostra Signora dell'Assunta a Lamego
Vista sulla Cattedrale di Nostra Signora dell’Assunta a Lamego

La prima attrazione che consigliamo di visitare a Lamego è la Cattedrale di Nostra Signora dell’Assunta, posta nel cuore del centro storico. La Sé Cattedrale di Lamego è un’eccellente opera monumentale di grande portata, che trasmette ai propri visitatori quella peculiare sensazione di monumentalità che non tutte le chiese riescono a dare. Il motivo per cui la Cattedrale di Lamego possiede questo notevole punto di forza lo ritroviamo nella sua storia: è un edificio molto antico, costruito nel XII secolo in stile romanico, e la sua struttura esterna è rimasta pressoché immutata dalla sua consacrazione.

Le pareti esterne dell’edificio sono plasmate dalla leggera usura dei tanti secoli vissuti, conservando interamente il suo aspetto in maniera a dir poco eccellente. La facciata è divisa in due ordini con tre monumentali portoni d’ingresso, il maggiore – quello centrale – e i due minori – quelli laterali -. A rendere ancor più suggestivo il panorama architettonico è l’imponente torre laterale, di poco più alta dell’edificio principale, che presenta dimensioni di notevole portata.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Santarem | Il capoluogo del Ribatejo, Portogallo

Santuário de Nossa Senhora dos Remédios

Vista sul Santuario di Nostra Signora di Remedios a Lamego
Vista sul Santuario di Nostra Signora di Remedios a Lamego

L’itinerario ci porta in quella che è una delle strade principali di Lamego: Dr. Alfredo de Sousa. Da qui si sale lungo le pendici di un ripido colle, da cui – seguendo un’imponente scalinata barocca di 686 gradini – si giunge nel simbolo per eccellenza della città: il Santuario di Nostra Signora. Edificato in onore di Nossa Senhora dos Remédios, il maestoso complesso architettonico fu costruito a partire da circa metà XVIII secolo, trovando però il proprio completamente solo poco più di un secolo fa: nel 1905.

Il santuario, verosimilmente alla cattedrale, presenta un aspetto monumentale e grandioso, di portata quasi epica se si guarda dalla sua cima il panorama verso la città. In questo caso, il motivo per cui questo santuario – di per sé non molto grande – presenta un aspetto così imponente lo si ritrova nella morfologia del sito su cui si poggia. La forte inclinazione del terreno, sommata a una geologia scoscesa, accentuano notevolmente la maestosità del complesso, reso ulteriormente spettacolare dal folto bosco che ricopre l’adiacente Parque de Santo Estevão.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Monsanto, la piccola città capolavoro nel cuore del Portogallo

Il Museu de Lamego

A questo punto del nostro itinerario, oltre alle due importanti attrazioni poc’anzi menzionate, si avrà una completa panoramica sulla città e sul suo centro storico. La terza, ultima, importantissima attrazione di questa città: il Museu de Lamego, considerato uno dei migliori centri espositivi del Portogallo centro-settentrionale. Ci troviamo in quello che in origine fu il Palazzo Episcopale, che già di per sé si presenta come un magnifico monumento architettonico, il Museu de Lamego, come suggerisce il nome, è dedicato all’arte e alla storia della città e del territorio limitrofo.

La collezione del museo comprende numerosi dipinti, in particolare di Vasco Fernandes, noto con il nome di Grão Vasco, e la collezione di arazzi fiamminghi. L’esposizione è davvero vasta e molto variegata, con diversi argomenti ed epoche trattate, in grado di intrattenere il visitatore con un itinerario che percorre numerose tematiche anche molto differenti tra loro. Al pianterreno si trovano le sale archeologiche, in cui sono esposte arche tumulari medievali, un’antica croce – anch’essa d’epoca medievale -, e varie insegne di famiglie nobili portoghesi.


 

Condividi su: