Lago Mead e Diga di Hoover, Nevada
Lago Mead e Diga di Hoover, Nevada

Lago Mead, Nevada | Il più grande lago artificiale degli Stati Uniti


Condividi su:

Lago Mead, Stati Uniti d’America | Storia e attività al Lago Mead tra il Nevada e l’Arizona

Leggi tutti gli articoli degli Stati Uniti
Mappa del Lago Mead, Nevada
Mappa del Lago Mead, Nevada

Icona articoloIl Lago Mead è il più grande lago artificiale degli Stati Uniti. Esteso 640 km2, quasi il doppio del nostrano ⇒ Lago Maggiore, il Lago Mead è il cuore energico di Las Vegas. La metropoli dei divertimenti, infatti, è ampiamente alimentata dall’elettricità prodotta dalla famosa Diga di Hoover, che sfrutta la risorsa idrica del lago artificiale producendo energia sufficiente per alimentare l’intera città di Las Vegas.

Il Lago Mead segna il confine tra gli stati del Nevada e dell’Arizona. Con la sua estensione pari dieci volte la superficie di Manhattan, molti definiscono la realizzazione del Lake Mead e dell’annessa Diga di Hoover come la più ambiziosa opera d’ingegneria civile degli Stati Uniti del XX secolo.

Cenni storici

Lago Mead vicino alla diga di Hoover
Lago Mead vicino alla diga di Hoover

Nei primi decenni del XX secolo, Las Vegas era una città molto diversa da quella che conosciamo oggi: principalmente serviva come stazione di sosta per carovane di pionieri dirette in California, assumendo un modesto rilievo nei primi del Novecento, quando fu inaugurata la prima linea ferroviaria della zona. L’economia locale ruotava attorno alle miniere, i cui minerali venivano esportati nel resto del paese proprio attraverso le ferrovie.

Nel giro di pochi anni la rete ferroviaria si espanse notevolmente, provocando una brusca frenata alla crescita della città e del territorio circostante. Nel 1931 cominciarono i lavori di costruzione della Diga di Hoover, che serviva per interrompere il corso del fiume Colorado sfruttandone l’energia idrica per la produzione di elettricità.

Inizialmente il progetto era malvisto dagli abitanti della zona, che lo reputavano uno spreco di soldi e di risorse. Dovettero però ricredersi presto: nel 1936 terminarono i lavori di costruzione, in largo anticipo rispetto la tabella di marcia prevista e anche meno costosi del previsto. Sin da subito Las Vegas e il territorio dell’estremo sud del Nevada ebbero grossi benefici dalla Diga di Hoover.

L’opera ingegneristica diede già nel primo anno gli impulsi che nel giro di pochi decenni avrebbero reso Las Vegas la metropoli che oggi conosciamo. Al progetto della diga seguì quello del Lago Mead, che cominciò a riempirsi grazie all’acqua del fiume Colorado. Il fiume riempì il bacino, dando vita così al Lago Mead lungo 180 chilometri e in grado ci contenere oltre 35 miliardi di metri cubi d’acqua.

Per la creazione del bacino d’acqua furono evacuate diverse comunità, che da lì a breve sarebbero state sommerse. La più nota è quella di St. Thomas in Nevada, il cui ultimo abitante lasciò la cittadina nel 1938, i cui resti sono ancora oggi visibili nei momenti di secca del lago.Originariamente il lago fu ideato come riserva d’acqua potabile per la California meridionale, ruolo che ancora oggi svolge seppur con rilievo minore, fornendo anche parte dello stato del Nevada.

Diversi anni dopo la conclusione dei lavori, fu istituita l’area protetta del Lake Mead National Recreation Area, che dal 1964 tutela il paesaggio sia del lago che delle sue coste, rappresentando anche un’importante attrazione turistica. Nel 2008 venne condotto uno studio dello “Scripps Institution of Oceanography”, che riportò alcuni dati preoccupanti riguardo il bacino d’acqua, prevedendo la completa desertificazione per il 2021. Nel 2021 il lago è ancora pieno d’acqua, seppur a un livello così basso mai registrato dal 1936.

Cosa fare al Lago Mead

Splendida vista della diga di Hoover e del lago Mead - confine tra Arizona e Nevada
Splendida vista della diga di Hoover e del lago Mead – confine tra Arizona e Nevada

Il Lago Mead, come brevemente introdotto, è una gettonata meta turistica. Infatti molte famiglie statunitensi che abitano nell’ovest del paese sono tipiche a condurre periodicamente dei viaggi tra il Nevada e l’Arizona proprio per rigenerarsi dentro e fuori le acque del Lago Mead. È comune praticare immersioni subacquee, come anche fare delle scalate, guidare una moto d’acqua o vivere rilassanti passeggiate nella natura. Sul fondale del lago giace in condizioni sorprendentemente buoni il relitto di un’aereo militare precipitato nel 1948, che attira grandi folle di appassionati e curiosi.

Il Lago Mead presenta circa 900 chilometri di costa, in grado di soddisfare le esigenza di ogni turista, che sia in viaggio da solo, con il proprio partner o con la famiglia. Imperdibile anche l’idea di visitare la Diga di Hoover, regolarmente accessibile ai turisti mediante alcuni tour guidati. Tramite questi tour sarà possibile scoprire il funzionamento della diga e le sue varie componenti, osservandole da una prospettiva in prima persona davvero unica.


 

Condividi su: