La regione de La Mosquitia dell'Honduras

La regione de La Mosquitia dell’Honduras


Condividi su:

La Mosquitia,
natura protetta e civiltà sconosciute

Tutti gli articoli dell’Honduras
La Mosquitia, mappa
© Apple Maps

Icona articolo onemag

Al settentrione dell’Honduras troviamo la regione della Mosquitia, inserita tra le catene montuose del Rio Platano e del Rio Coco, un territorio che ospita quasi un quinto dell’intera popolazione del paese. Nonostante la sua vastità, la regione è tra le più incontaminata in assoluto, con la quasi totale assenza di servizi che vanno oltre ai primari. Visitare quest’area dell’Honduras è riservata non solo ai più avventurosi ma anche a coloro che hanno un forte spirito di adattamento.

Eppure la regione non è dimenticata, anzi. Qui ha sede la Riserva della Biosfera del Rio Platano, la più famosa delle cinque riserve qua presenti, istituita con lo scopo di proteggere la foresta pluviale dell’America centrale. Per accedervi segnatevi i due piccoli villaggi, quello di Palacios e di Brun Laguna, i due punti di ingresso.


Le aree protette dell’Honduras

La Mosquitia, Honduras, area protetta
© Federica.Borio / Flickr

Sul territorio dell’Honduras troviamo ben 107 aree protette e le foreste tropicali svettano sulle cime più alte per scendere sulle spiagge sul mar dei Caraibi. Qui hanno invece sede tre parchi nazionali, due riserve biologiche e appunto la Biosfera del Rio Platano. L’UNESCO ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità la selva tropicale de La Mosquitia per il suo valore naturale e archeologico. Quest’area si trova nella foresta pluviale più grande e, fortunatamente, ancora intatta, del Centro America, raggiungibile unicamente via mare o in via aerea.

Ospita oltre 2 mila indigeni che vivono secondo le tradizioni della propria cultura. Qui trovano il proprio habitat perfetto numerose specie animali come giaguari e coccodrilli, tapiri e pecari, lamantini, scimmie cappuccino e aironi. Ma il fascino del luogo si fonda anche sulla sua ricchezza archeologica. I ricercatori hanno mappato terrapieni e tumuli scoprendo un deposito di sculture in pietra. Le rovine sono state rinvenute nel 2012 e esplorate in segreto sotto la sorveglianza dell’esercito locale.

Fermarsi intorno alle aree protette è complicato a causa della scarsa offerta di servizi voluta per preservare i luoghi, ma la visita de La Mosquitia non può essere evitata per avvicinare una delle realtà ambientali più suggestive del nostro pianeta della quale serbare un prezioso ricordo.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo l’isola di Roatan in Honduras

La regione de La Mosquitia

La Mosquitia, Honduras

La regione de La Mosquitia è costituita prevalentemente da una pianura caldissima e molto umida con numerosi corsi d’acqua. Qui si trova la laguna de Caratasca o laguna delle lucertole, il più grande bacino costiero del Paese. Le sue acque saline sono poco profonde e a separarla dal mare c’è solo una sottile striscia di sabbia.

La Mosquitia viene definita la piccola Amazzonia del Centro America per le sue caratteristiche naturali. Qui abitano i Miskitos, il più grande gruppo etnico della regione, poco meno di 30.000 abitanti che comunicano fra loro utilizzando una variante unica dell’inglese, poco comprensibile tuttavia anche ai nativi britannici. Le altre comunità, con un numero decisamente inferiori di abitanti, risiedono prevalentemente vicino al Rio Patuca.

Palacios è situato a ovest della Laguna Ibans, una delle tre lagune costiere appartenenti alla Riserva della Biosfera del Rio Platano, scelta spesso per iniziare i viaggi organizzati nella Riserva. Nei suoi dintorni sono presenti altri villaggi di più piccole dimensioni, come Batalla e Plapaya, entrambi ottimi punti di osservazione per la rigogliosa natura della zona.
A una trentina di km ha invece sede Brus Laguna, una città di passaggio dove è però possibile noleggiare barche e anche guide specializzate per attraversare il Rio Sigre e raggiungere in questo modo l’estremità meridionale della Riserva.

Il capoluogo è Puerto Lempira, la città più grande di La Mosquitia, circa 11.000 abitanti. Siamo nell’estremità orientale della Laguna de Caratasca, la più grande. La sua posizione a 110 km a est di Brus Laguna la rende il punto di attracco aeroportuale e la sua distanza con la Riserva non permette di considerarla una tappa da visitare. La sua vicinanza con il Nicaragua, tuttavia, potrebbe permettere di selezionarla come tappa per visitarlo. L’economia della città è quindi principalmente basata sulla pesca.

Ultimo aggiornamento 14 marzo 2021


 

Condividi su: