La notte polare della Norvegia, lo spettacolo naturale

La notte polare della Norvegia, lo spettacolo naturale più spettacolare dell'emisfero nord insieme alle aurore boreali e al sole di mezzanotte, visibili in Europa unicamente in Norvegia, precisamente nelle isole Svalbard, a circa un migliaio di km dal Circolo Polare Artico. I due fenomeni si rilevano ovviamente all'opposto, in inverno il sole infatti non sorge mai e la notte dura 24 ore. Se volete provare questa emozione, senza dovervi recare all'estremo delle isole Svalbard, potete decidere per Tromso, uno dei nuclei urbani più a nord del mondo. Ecco la notte polare e il sole di mezzanotte, gli spettacoli naturali della Norvegia. 3 min


0
La notte polare della Norvegia

Dove trovare la notte polare in Norvegia

icona-articoloLa natura, sappiamo, è in grado di regalare spettacoli magnifici ed irripetibili dall’uomo.
Se vi trovate in  Norvegia, quanto più possibile vicino al Polo Nord, avrete modo di ammirare degli spettacoli naturali come il sole di mezzanotte o le aurore boreali.

Ma in inverno lo spettacolo più insolito è quello delle notti polari, ovvero quasi due mesi senza alcun raggio di sole, il buio più completo.
In Europa l’unico luogo dove poter ammirare completamente la notte polare è in Norvegia, la più settentrionale tra i tre paesi scandinavi.

Notte polare e il sole di mezzanotte

La notte polare della Norvegia

Entrambi sono fenomeni naturali e uno è praticamente contrapposto all’altro.
In estate nelle vicinanze del Circolo Polare Artico è infatti possibile vedere, alla mezzanotte ora locale, i raggi di sole come abitualmente possibile nelle ore diurne.
Siamo in pratica di fronte ad un tramonto continuo che incessamente dura per tutte le 24 ore. Capo Nord, il luogo più estremo, assiste a questo fenomeno per diverse settimane, ovvero da metà maggio fino alla fine di luglio.

In Europa l’unico posto dove poter trovare le notti polari (ricordiamo che il fenomeno è presente anche in Alaska ) sono le isole Svalbard, a meno di un migliaio di chilometri di distanza dal Circolo Polare Artico.
Certo vivere da queste parti non è semplice, come del resto nemmeno raggiungere questo territorio coperto per oltre il 60% di ghiaccio. Qui è la natura, e solo lei, a decidere come vivere.

Parlare di notte polare significa ovviamente avere esattamente l’opposto del fenomeno del sole di mezzanotte. Durante il periodo invernale, infatti, la notte dura 24 ore, ovvero il sole non sorge mai.
Per essere precisi il fenomeno ha due cicli che differenziano, in qualche modo, il giorno dalla notte. Nella parte diurna infatti si avrà un periodo più vicino alla luce del crepuscolo e di notte piena durante le rimanenti ore.

Dove assistere alla notte polare

La notte polare della Norvegia

Se volete provare l’emozione della notte polare senza raggiungere l’estremo delle isole Svalbard potrete decidere per Tromso, cittadina universitaria che è anche contemporaneamente uno dei nuclei urbani posto più a nord di tutto il mondo.
Potrebbe anche essere una idea per le vacanze di fine anno, visto che il periodo è compreso tra la seconda settimana di novembre all’ultima di gennaio.

La notte polare si manifesta, ad ogni modo, su una vasta area e naturalmente il luogo preferito sono proprio le isole Svalbard. Qui abitano più orsi polari che esseri umani.
La capitale da sola ospita circa il 70% di tutto l’abitato delle isole e i più adrenalici potranno scegliere proprio Longyearbyen come luogo per partecipare al fenomeno delle notti più lunghe dell’anno, chiamate anche ‘buio di mezzogiorno’.

Se deciderete di trascorrere qualche giorno (o notte, in questo specifico caso) a Longyearbyen sappiate che andrete a visitare una cittadina moderna con aziende ed industrie ma sopratutto con diversi spettacoli in grado di colmare il divario con il resto del mondo, davvero in apparenza molto lontano.
Niente di meglio che unire l’esperienza della notte polare a Longyearbyen con una visita in questo nucleo urbano più a settentrione del mondo.
Del resto Longyearbyen ha un patrimonio culturale da scoprire, ristoranti di alta classe e anche la possibilità di farvi degustare la birra locale, in assoluto il birrificio più estremo del mondo.

potrebbe interessarti:
Fiordi Norvegesi, viaggio lungo la costa della Norvegia

Precauzioni da osservare

La notte polare della Norvegia

Come noto, la notte polare prova effetti piuttosto importanti sul corpo umano.
L’assenza di luce diurna naturale crea una alterazione al nostro cervello provocando un caldo di umore ed energie.

Se deciderete, quindi, di viaggiare per scoprire la notte polare mettete in preventivo disturbi simili a quelli della depressione. Apatia, malinconia, calo della libido e aumento spropositato per dolci e carboidrati sono i fenomeni più consueti con cui avrete molto probabilmente a che fare. Aggiungete anche la stanchezza e avrete un quadro davvero completo.

Certo è che il fenomeno riguarda naturalmente coloro che da quelle parti ci vivono ma non escludetelo completamente come eventuale controindicazione.

Scopri di più:

Parchi nazionali della Norvegia
Cosa vedere a Bergen, Norvegia

 


Like it? Share with your friends!

0