La guida su cosa visitare in Irlanda

Cosa vedere in Irlanda, un territorio ricco di montagne, vegetazione, castelli e rovine celtiche. Tra le cose da vedere in Irlanda segnaliamo il Killarney National Park, patrimonio dell'UNESCO dal 1982, e le scogliere di Moher, anche conosciute come le scogliere della rovina. Tra le cose da visitare in Irlanda ricordiamo Cork nota per la sua prigione, divenuta attrazione turistica. Tra le attrazioni in Irlanda annoveriamo la Rock of Cashel costruita nel 5° secolo ed abitata dai re dei Munster fino al 1101. Ecco cosa vedere in Irlanda.

Cosa visitare in un viaggio in Irlanda

Visitare l’Irlanda significa entrare in un territorio caratterizzato da una rigogliosa vegetazione e maestose montagne dove, ovunque o quasi nel paese, trovare castelli e rovine celtiche. L’esperienza di passeggiare nelle foreste è quasi equivalente a passare un paio d’ore in uno dei tipici pub, spesso inseriti in insoliti contesti gaelici.
L’Irlanda è questo ma anche molto molto più. E’ una esperienza perfetta per qualsiasi viaggiatore appassionato di storia ma che al contempo vuole rilassarsi tra città, scogliere e Parchi Nazionali.
Ecco alcune delle attrazioni da visitare in un viaggio in Irlanda.

Cosa vedere in Irlanda

Parco nazionale di Killarney

Cosa visitare in Irlanda

Siamo nella Contea di Kerry dove troviamo forse il miglior modo per entrare subito nello spirito irlandese, il Killarney National Park.
Qui il territorio selvaggio ed incontaminato ha ricevuto il riconoscimento UNESCO nel 1982 come Riserva della Biosfera ed è qua che si viene per passeggiare tra distese di querce e i meravigliosi laghi che si affacciano sulle Purple Mountains.
E’ un vero paradiso per tutti coloro che amano la fauna selvatica del posto, una serie di escursioni che hanno come protagonista la natura tipica dell’Irlanda, tra falchi e rondoni.

onemag Logo Ultra Micro
Irlanda, parco nazionale di Killarney

Sligo

Cosa visitare in Irlanda

Una piccola e graziosa cittadina, Sligo è caratterizzata da un affascinante centro medievale. Qui si hanno modo di osservare le graziose case a schiera costruite nel XIX secolo raggiungibili attraversando ponti ad arco in pietra con strade a grossi ciottoli.
Siamo alla foce del fiume Garavogue nella Sligo Bay, dove la cittadina riveste il ruolo di capoluogo dell’omonima contea. E’ tra le città meno conosciute a livello turistico, spesso solo considerata meta di passaggio, ma è una delle località da inserire in un viaggio in Irlanda.
Niente di meglio che assaporare l’essenza irlandese passeggiando lungo il fiume pedonale, dove è possibile rilassarsi in uno dei tanti locali qua presenti. E dalla tranquillità del fiume è facile immergersi tra gli abitanti di Sligo addentrandosi nelle colorate vie del centro, spesso avvolte da musica diffusa, soprattutto nei periodi di festival.

La Rocca di Cashel
Cosa visitare in Irlanda

E’ il momento di apprezzare e conoscere meglio la storia dell’Irlanda. Con un fascino quasi inquietante, la Rock of Cashel è stata in passato la capitale dei re dei Munster dal V° Secolo fino al 1101. In quell’anno la fortezza venne ceduta alla Chiesa, diventando sede dell’arcivescovado.
Praticamente nulla rimane dell’antica fortezza e gli edifici rimasti sono quelli costruiti fino al XV Secolo.
Sono particolarmente interessanti da ammirare gli storici edifici come la Cappella di Cormac oppure la Round Tower, risalenti all’epoca dei Munster.

Dingle

Cosa visitare in Irlanda

Tra le cose da visitare in Irlanda suggeriamo Dingle, una penisola tra i luoghi più suggestivi da ammirare in tutto il paese. Parte del fascino è dato dal mare che si infrange sugli scogli e dall’intero panorama circondante, verde come la bandiera d’Irlanda. Dingle è posto tra le spiagge e le scogliere della Contea di Kerry e vicino alla meta di pellegrinaggio del Monte Brandon.
Il modo migliore per esplorare la penisola è attraversando il Connor Pass, un valico che da Kilcummin porta proprio alla città di Dingle. In questo percorso avrete modo di ammirare laghi glaciali e panorami mozzafiato.
Immerso nel fascino irlandese, la città è praticamente circondata da barconi da pesca, la principale attività commerciale insieme alle distillerie, che da queste parti regalano un whisky di notevole fattura.

onemag Logo Ultra Micro
Kilkenny e il suo castello

Le scogliere di Moher

Le scogliere di Moher

Le scogliere di Moher, anche conosciute come le scogliere della rovina, sono una delle attrazioni in assoluto tra le più visitate di tutta l’Irlanda. Con una lunghezza di oltre 8 km, è una camminata praticamente a strapiombo in cui è possibile avere una vista spettacolare della costa e delle isole che affiancano l’Irlanda.
Il momento ideale per passare da queste parti è durante il tramonto quando i colori regalano emozioni ancora più intense.
Informatevi presso il Centro Visitatori prima di intraprendere la meravigliosa passeggiata, potreste trovare utili informazioni per scoprire i milioni di anni di storia geologica.

Cork

La città di Cork

Con i suoi 120.000 abitanti, Cork è la seconda città più grande dell’Irlanda, dopo Dublino. E’ la città che più di ogni altra ha avuto una grande rinascita culturale durante il periodo di recessione della capitale e per questo, ancora oggi, gli abitanti sono particolarmente orgogliosi di vivere a Cork. A dire il vero vi è quasi un desiderio di indipendenza dal resto dell’Irlanda e, magari, potreste anche sentire parlare della fantomatica “Repubblica Popolare di Cork”.
Facile quindi comprendere come esista una profonda rivalità con la capitale e per gli abitanti non vi è certo alcun complesso di inferiorità.
Cork è a tutti gli effetti una città culturale, nominata anche in passato “Capitale europea della cultura“.
Cork è anche la meta ideale per visitare il sud dell’Irlanda e le sue ulteriori attrazioni ma, una volta arrivati, non mancate di visitare Kinsale, poco distante, un villaggio costiero meta ideale per coloro che apprezzano la buona tavola.

onemag Logo Ultra Micro
La prigione di Cork diventa attrazione turistica

Castello di Blarney

Il Castello di Blarney

Risalente al 1200, siamo poco distanti da Cork dove troviamo questa fortezza caratterizzata da un insieme di torri e bastioni in rovina. Rientra tra i siti di carattere storico più visitati. Posto nella città di Blarney, il castello è accessibile solo in parte a causa delle sue condizioni.
In cima al castello troviamo la pietra di Blarney, che è anche la pietra più baciata al mondo. Secondo una leggenda dando un bacio alla pietra si ottiene l’abilità di convincere chiunque a fare qualunque cosa. Ma è, oltre alla leggenda, anche la modalità in cui è possibile baciare questa pietra che raccoglie migliaia di curiosi.
Si dovrà infatti salire, attraverso una serie di strette e tortuose scalinate, fino alla cima e quindi sdraiarsi sulla schiena e inclinare la testa fino a rendere possibile il bacio. Il tutto però prevede che la maggior parte del proprio corpo rimanga sospesa nel vuoto ad una vertiginosa altezza di 25 metri. Oggi, naturalmente, è stata messa in sicurezza e sono state poste delle ringhiere in ferro e una guida piuttosto robusta e preparata è a vostra disposizione per aiutarvi. Nessun pericolo, quindi, ma le forti emozioni sono comunque assicurate.

Le isole Aran

Le isole Aran in Irlanda

Poste a 48 km dalla Contea di Galway, le tre isole note come Aran sono da inserire tra le cose da vedere in Irlanda. I loro nomi, Inis Mór, Inis Meáin e Inis Oírr, sono elencati in ordine di grandezza. Qui abitano stabilmente poco più di 1200 persone che hanno scelto di vivere in quello che è da sempre il simbolo della atmosfera più autentica dell’Irlanda.
Dopo aver navigato per questi km, attraversando il mare grigio-bluastro, si approderà in una dimensione che sembrerà quasi parallela alla nostra.
L’arcipelago offre bellissime pianure carsiche scavate da ruscelli e canyon, ricche fioriture di trifoglio rosso e altri fiori artici che emergono dai grykes, le fessure naturali del terreno roccioso.
Sono le terre dove per migliaia di anni poeti ed artisti hanno abitato, convinti della magia del luogo e dei benefici per il loro estro. Chissà, provate a visitarle per vedere se avevano ragione.

onemag Logo Ultra Micro
Limerick, cosa vedere nella patria dell’Irish Coffee

Glendalough

Visitare Glendalough in Irlanda

Incastonato tra le ondulate colline della contea di Wicklow, nella parte orientale dell’Irlanda, la splendida valle di Glendalough attira i visitatori con il suo mix di storia e meraviglie naturali.
L’intera zona è da sempre una delle principali escursioni da Dublino, quando si vuole staccare dal caos della capitale. L’antica abbazia nel cuore del sito risale agli inizi del VI secolo, fu fondata dal venerato San Kevin di Glendalough e presenta
delle architetture religiose altomedievali tra le meglio conservate del paese.
Nei suoi dintorni i viaggiatori possono addentrarsi in un bosco di querce e felci, noccioli e cenere di montagna, dove le silenti volteggiano tra i baldacchini e i sentieri segnalati penetrano nel Parco Nazionale dei Monti Wicklow.

Da non perdere anche i due laghi, Lower e Upper Lake, due meravigliosi specchi d’acqua che riflettono le ripide colline spesso imbiancate.

Burren National Park

Il Burren National Park in Irlanda

Percorrendo ben 15 km quadrati attraverso la Contea di Clare, il Burren National Park (noto anche come The Burren ) rappresenta sicuramente uno dei paesaggi più suggestivi e indimenticabili d’Irlanda. E’ uno dei tanti luoghi magici dove il silenzio e la natura primeggiano su tutti.
Cesellato dalle tante rocce carsiche che formano i letti delle colline a nord di Limerick, l’area è piena di fessure e grykes che esplodono con fiori e piante rare.
E se questo non bastasse all’interno troviamo alcune tombe monolite delle antiche tribù gaeliche.
Facile quindi comprendere le ragioni di tanto turismo in questo angolo di vera Irlanda.

onemag Logo Ultra Micro
Irlanda, parco nazionale di Killarney

 

Condividi su: