La gastronomia dello Sri Lanka, viaggiare con gusto

La gastronomia dello Sri Lanka, viaggiare con gusto per scoprire una cultura gastronomica non poi così differente dalla tipica dieta mediterranea. Tra le cose da gustare nello Sri Lanka segnaliamo riso e curry a base di carne, di pesce e di verdure. Inoltre tra le cose da mangiare nello Sri Lanka ricordiamo gli short eats, una sorta di diverse varianti tra polpette e tortini ma spesso anche involtini. Annoveriamo anche i dolci tipici del Paese come il Pani Pol, un piccolo pancake cosparso di jaggery aromatizzato alla cannella e al cardamomo. Ecco la gastronomia dello Sri Lanka.

Guida alla cucina dello Sri Lanka

icona-articoloI prodotti dello Sri Lanka sono sempre freschissimi, raccolti e prodotti quasi sempre nei loro ricchi terreni fertili.
L’isola dello Sri Lanka è l’isola delle spezie per eccellenza, qua vengono prodotti i migliori condimenti di tutta l’Asia e vengono esportati in tutto il mondo.

Si tratta di una cucina che unisce le tradizioni locali con gusti internazionali.
Mangiare è spesso un’esperienza esaltante, che lo facciate in un semplice locale di street food specializzato in riso e curry o in un lussuoso ristorante di pesce con vista sull’oceano

La gastronomia dello Sri Lanka

Il riso è l’alimento principale della cucina dello Sri Lanka e l’ingrediente base del piatto nazionale, il riso al curry. Anche la farina di riso rientra fra i prodotti indispensabili, costituendo l’elemento base di diversi piatti tipici.
E’ una gastronomia soprattutto vegetariana, facile quindi comprendere come siano le verdure tra le principali protagoniste. Ma anche tanta frutta, come il cocco, quasi sempre presenti sulle tavole dello Sri Lanka.

La gastronomia dello Sri Lanka è caratterizzata da sapori piccanti, una vera e propria caratteristica che quasi identifica la tipica cucina.

I piatti simbolo della cucina dello Sri Lanka

Riso al curry
Riso e curry a base di carne

Il piatto che più identifica la gastronomia dello Sri Lanka è indubbiamente il riso e curry.
Lo si prepara con un piatto di riso posto in centro a cui da contorno di posizionano diversi piccoli piattini con salse e curry, ognuno diverso dall’altro. Si potrà provare il curry a base di carne, di pesce e di verdure.
Anche gli aromi utilizzati per la preparazione di ogni singolo condimento varia e questo, di fatto, rende ogni riso e curry sempre diverso dal precedente.

Altro piatto comune è composto da piccole crepes, sottili ma croccanti. Sono gli hopper, cucinate a forma di scodelle e servite sempre con accompagnamento di verdure e con una salsina la cui base sono i ceci. Oltre ad essere un piatto estremamente economico, è un vero e proprio vanto della cucina dello Sri Lanka.

OneMag-logo
Sri Lanka, consigli di viaggio

Sri Lanka e street food

Street food nello Sri Lanka
Street food

Estremamente consumato è anche il kotthu rotti, una tipica e antica ricetta che prevede l’uso di pane non lievitato e mescolato con una moltitudine di ingredienti. Anche qua è spesso comune trovarlo diverso rispetto al precedente.
E’ anche l’alimento simbolo dello street food locale e non sarà difficile vederlo consumato in piedi, magari mentre si osserva la preparazione del successivo.

Ma gli estimatori dello street food conoscono bene agli gli short eats, una sorta di diverse varianti tra polpette e tortini ma spesso anche involtini, preparate in vari modi. Vengono fritti e quasi sempre serviti con l’aggiunta di qualche spezia piccante.
Per coloro che vogliono mangiare qualche alternativa più dolce, da non perdere la piccola piadina ripiena di uovo, utilizzata sia come colazione che come delizioso spuntino pomeridiano.

OneMag-logo
Kandy, viaggio nel centro dello Sri Lanka

I dessert della cucina dello Sri Lanka

Pani Pol
Pani Pol

Una cucina che si rispetti non può essere carente di dessert tipici, lo Sri Lanka non fa eccezione. Anche in questo caso non rimane che scegliere tra le tante proposte da cui partire.
Uno dei dolci più comunemente gustati vedono il cocco come elemento principale. Parliamo dei pittà, dolci di forma cilindrica a base di farina e cocco e cotti a vapore nel bambù.
Da provare anche il Pani Pol, consumato sia a colazione che dopo cena, un piccolo pancake cosparso di jaggery aromatizzato alla cannella e al cardamomo.
Infine merita ricordare il curd, simile come sapore allo yogurt naturale, preparato in realtà con panna acida e servito con il kitul, una melassa ottenuta con lo zucchero di palma non raffinato.

Quando si mangia nello Sri Lanka

Quando si mangia nello Sri Lanka
Tipico pranzo dello Sri Lanka

Gli abitanti dello Sri Lanka in genere consumano tre pasti al giorno. Tenete presente che ogni pasto ha i suoi piatti specifici, quindi, ad esempio, difficilmente troverete una tipica pietanza da pranzo, come il riso e curry, all’ora di cena.
Per il resto gli orari seguono molto la tradizione mediterranea.

La prima colazione in genere si consuma all’alba ed è a base di hopper e frutta. Quasi tutti bevono tè al latte, ma nelle grandi città alcuni preferiscono una tazza di caffè. Gli alberghi e le guesthouse frequentate da turisti propongono quasi sempre una prima colazione in stile occidentale.

Normalmente si pranza tra le 12 e le 14.30 ed il piatto base è il riso e curry che, a seconda del locale, può essere uno spuntino veloce o diventare un vero e proprio banchetto.

Di solito la cena viene servita tra le 19 e le 21. Se non vi va di rimpinzarvi di piccantissimi curry prima di andare a letto, ordinate un piatto di pesce o di riso fritto, in genere poco speziati.

OneMag-logo
Parchi Nazionali dello Sri Lanka, safari e avventure

Dove mangiare nello Sri Lanka

I ristoranti dello Sri Lanka

Lo Sri Lanka si distingue dalla maggior parte dei paesi asiatici in quanto quasi tutti gli abitanti preferiscono mangiare a casa. Tranne che nelle località balneari e nella capitale, fuori da questi luoghi i ristoranti, e perfino le bancarelle gastronomiche, sono in numero relativamente limitato.
In linea di massima consumerete la colazione in albergo, dove spesso potrete anche cenare. Gli alberghi più grandi propongono pranzi stile buffet e cene occidentali.

In quale paese hotel non significa sempre hotel?

Nello Sri Lanka, appunto. Qua infatti i ristoranti possono essere anche chiamati ‘hotel’, generando una inevitabile confusione.
Fortunatamente il problema può crearsi solo nelle grandi città. Sostanzialmente sono dei locali piuttosto semplici, senza grosse pretese, che offrono tavola calda, fredda e panini. Sono relativamente simili ai nostri bar.

Condividi su: