La Chiesa di Sant’Anna a Vilnius


Condividi su:

Visitare la Chiesa di Sant’Anna a Vilnius

Tutti gli articoli della Lituania
Mappa della Chiesa di Sant’Anna a Vilnius
Mappa della Chiesa di Sant’Anna a Vilnius

Icona articolo onemag

Vilnius è una delle più importanti capitali europei per quanto riguarda l’arte e l’architettura. Considerata la città con il centro storico meglio conservato in Europa, Vilnius custodisce un’opera architettonica assolutamente imperdibile. Parliamo della Chiesa di Sant’Anna, progettata in stile gotico e realizzata nel XVI secolo su quella che in precedenza era una precedente chiesa in legno. La particolarità è nella sua struttura, realizzata con oltre 30 tipi di mattoni diversi e con una facciata riccamente decorata da archi gotici. Da non perdere anche il campanile, in stile neogotico. All’interno sono da ammirare le vetrate colorate e l’altare barocco.

Situata ai margini meridionali del centro storico di Vilnius, non molto distante dalla ⇒ Cattedrale e Giardino Bernardinų, la Chiesa di Sant’Anna è regolarmente accessibile ai turisti tutti i pomeriggi, fatta eccezione per il lunedì. Consigliabile è visitarla di domenica mattina, quando nel corso della mattinata si celebrano due messe molto affascinanti. L’ingresso, sia durante le messe che in tutti gli altri momenti, è gratuito. La Chiesa di Sant’Anna è stato uno dei principali monumenti architettonici che permisero al centro storico di Vilnius di venir insignito come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

OneMag-logo
Link-uscita icona Castello di Trakai: il maestoso maniero sulle sponde del Lago Galvė (Lituania)

Visitare la Chiesa di Sant’Anna di Vilnius

Consacrata nel 1500, la Chiesa di Sant’Anna si presenta esternamente in un pregevole stile gotico con elementi fiammeggianti. Verosimilmente a moltissimi altri edifici del centro di Vilnius, dall’inaugurazione la Chiesa di Sant’Anna è rimasta pressoché invariata. Progettata dall’architetto boemo Benedikt Rejt, la chiesa presenta ben trentatré tipologie di mattoni differenti, con una facciata ben decorata con archi gotici e Colonne di Gediminas. Ogni decorazione della Chiesa di Sant’Anna è decorata nei minimi dettagli, specialmente nelle caratteristiche sfumature di colore che caratterizzano la struttura esterna.

L’edificio è stato oltretutto visitato da Napoleone Bonaparte in persona, nei primi anni del XIX secolo. Secondo la tradizione, Napoleone affermò che avrebbe voluto portare la Chiesa di Sant’Anna a Parigi “nel palmo della sua mano”. L’unico, importante, elemento architettonico che Napoleone non fece in tempo ad ammirare è il maestoso campanile neogotico, implementato sul lato del complesso nel 1870 circa.

Internamente la Chiesa di Sant’Anna presenta un’ambiente molto spazioso e ben curato, con una pavimentazione di tradizionali mattonelle a scacchi. Lo stile rispecchia pienamente i canoni del barocco, con pareti sontuose e decorate con particolari lavorazioni in pietra e mattoni rossi a nido d’ape. Interessante è elegante altare barocco, con sculture e icone incise nelle sue nicchie. Lo spazio interno, inoltre, risulta essere ben illuminato, grazie alla luce che penetra dalle alte finestre decorate con vetrate colorate.

 

Cosa vedere a Vilnius, Box


 

Condividi su: