Chiesa di San Pietro e Paolo a Vilnius

La Chiesa di San Pietro e Paolo a Vilnius


Condividi su:

Visitare la Chiesa di San Pietro e Paolo a Vilnius

Tutti gli articoli della Lituania
Mappa della Chiesa di San Pietro e Paolo a Vilnius
Mappa della Chiesa di San Pietro e Paolo a Vilnius

Icona articolo onemagPosta sopra la collina che domina il fiume Neris, la Chiesa di San Pietro e Paolo è tra gli edifici religiosi più caratteristici della città. Definito infatti un capolavoro architettonico, la chiesa cattolica di San Pietro e Paolo è nota per i suoi oltre 2000 statue in stucco realizzati da scultori italiani, oltre alle centinaia di decorazioni e di statue presenti nella chiesa. La facciata si presenta con un caratteristico color crema e risale a uno dei rifacimenti, avvenuto nel XVII secolo. Si trova nella parte a nord-est della città vecchia, a qualche minuto a piedi dalla Cattedrale.

Esiste anche una leggenda riguardo la nascita di questo edificio. La Chiesa di San Pietro e Paolo sorge in un luogo anticamente adibito al culto pagano della dea dell’amore Milda. Il Grande Atamano delle forze armate della Lituania ordinò la costruzione di questa chiesa di stile tardo-barocco nel 1668, a seguito della vittoria in battaglia contro l’esercito russo. Secondo la leggenda, il Grande Atamano decise di finanziare la costruzione dell’edificio dopo essersi salvato in battaglia nascondendosi nelle rovine dell’ex monastero.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Klaipėda, il fascino scandinavo del Mar Baltico

Guida della Chiesa di San Pietro e Paolo

Ci troviamo in cima alla collina che fronteggia il fiume Neris, la Chiesa cattolico romana di San Pietro e Paolo è un capolavoro architettonico tra i più importanti di Vilnius. Parte centrale di un ex complesso monastico, la chiesa si erge solitaria alle spalle di un alto muro di mattoni. L’edificio si riconosce facilmente per il suo elegante stile, composto da una facciata semplice nelle linee di color crema, realizzata nel XVII secolo. Alzando lo sguardo, dal frontone centrale dell’edificio si sviluppa la grande cupola fiancheggiata da due torri decorate e con il tetto rosso.

Conclusa la visita all’esterno non resta che scoprire gli ambienti interni della Chiesa di San Pietro e Paolo. Varcando l’imponente ingresso principale si possono ammirare le caratteristiche figure araldiche scolpite che decorano la porta. L’ambiente interno si presenta con un’ampia navata ben luminosa, con un soffitto davvero sorprendente, composto da numerosi intricati ornamenti in stucco e rappresentazioni di scene religiose e mitologiche.

Il bianco è il colore che in assoluto predomina in questa chiesa, sia esternamente che internamente, in parte grazie alle famose 2000 statuette in stucco che rappresentano uno dei più ricchi patrimoni artistici del proprio genere. Salta all’occhio anche l’assenza dell’altare maggiore originale, di cui non si conoscono le motivazioni per cui non sia presente. A sostituirlo vi sono quattro statue dei profeti e da un dipinto centrale che illustra l’addio di San Pietro e Paolo. Prima di lasciare la Chiesa di San Pietro e Paolo di Vilnius meriterebbe ammirare il ciclo di affreschi che adorna la cupola.

Cosa vedere a Vilnius, Box


 

Condividi su: