Condividi su:

La Cattedrale di San Patrizio, Dublino

Tutti gli articoli dell’Irlanda

icona-articolo

La Cattedrale di San Patrizio, St. Patrick’s Cathedral, è la chiesa più grande d’Irlanda intitolata al Santo Patrono del Paese. In origine una piccola chiesetta in legno, la sua costruzione risale al XII secolo e si trova poca distanza dal pozzo utilizzato da San Patrizio per battezzare i fedeli nel 450 d.C.
Durante la sua costruzione, la Cattedrale di San Patrizio di Dublino era fuori dalle mura cittadine ma con l’espansione della città oggi rientra tra il tessuto urbano della moderna capitale irlandese.
Scopriamo la Cattedrale di San Patrizio, Dublino.

Cenni storici

La Cattedrale di San Patrizio a Dublino, veduta

La prima costruzione risale al 1191 quando i Normanni, gli allora governatori sul territorio d’Irlanda, costruirono la prima chiesetta in pietra. La sua attuale forma viene assunta nel XIII secolo, quando venne completamente restaurata, dandole la forma dell’attuale Cattedrale.
Ancora prima, tra il V e il X secolo, al posto della chiesetta normanna era presente un’altro piccolo tempio, realizzato in legno. Di fatto ci troviamo nell’area religiosa più antica d’Irlanda.

Diverse le ristrutturazioni, tra le quali la ricostruzione della torre ovest a seguito di un incendio nel 1370. La sua guglia venne invece aggiunta nel 1749, completando la forma che oggi possiamo ammirare.
L’ultimo importante restauro risale al 1860. Un devastante incendio ne compromise la sicurezza e la funzionalità e grazie ai contributi di Sir Benjamin Guinness, baronetto e filantropo, è stato possibile ripristinarla.

OneMag-logo
Link-uscita icona  L’insolita attrazione turistica d’Irlanda, ecco la prigione di Cork

Gli interni

La Cattedrale di San Patrizio a Dublino, gli interni

All’interno della Cattedrale di San Patrizio merita osservare il battistero, le cui piastrelle sono quelle originali del XII secolo, insieme a vari monumenti sepolcrali.
Ampio spazio è dedicato alle targhe poste come ringraziamento per i benefattori che nel corso dei secoli hanno contribuito al funzionamento della Cattedrale. Tra i busti vanno citati quelli di Douglas Hyde, Turlough O’Carolan e Jonathan Swift.

All’ingresso è in bella mostra la statua di Benjamin Guinness e nella struttura è presente anche quella del marchese di Buckingham, il primo maestro dell’Ordine di San Patrizio.
All’inizio della navata centrale potrete invece vedere una croce: è il punto esatto in cui aveva sede il pozzo di San Patrizio.

Tra gli altri elementi di interesse vi è la “Porta del Capitolo“, un simbolo posto a memoria della fine della guerriglia tra Kildare e i conti di Ormond. La visita si conclude con una passeggiata nel verde del piccolo parco adiacente alla struttura.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Come trascorrere la serata a Dublino? Ecco i tre pub con musica live da non perdere

Informazioni utili

La Cattedrale di San Patrizio a Dublino, veduta dall'esterno

L’accesso alla Cattedrale di Dublino è a pagamento, accessibile gratuitamente invece per i possessori della ⇒ Dublin Pass. Nei mesi estivi, da Marzo a Ottobre, l’accesso è aperto dalle 9.00 alle 17.30 con chiusura posticipata alle 18 il Sabato. La domenica invece l’orario rispetta quello del calendario delle messe.

Nei mesi invernali l’orario è dalle 9.30 alle 17 tutti i giorni eccetto la domenica per cui vige l’orario unico dalle 9 alle 10.30 e dalle 12.30 alle 14.30.

Condividi su: