La Cattedrale di sale a Zipaquirá, Colombia

La Cattedrale di sale a Zipaquirá, Colombia, l'edificio di culto realizzato interamente sottosuolo in una ex miniera.

Cattedrale di sale a Zipaquirá, Colombia

icona-articoloUna delle attrazioni più incredibili del Sud America. Siamo in Colombia, a circa 41km verso nord dalla capitale Bogotà, nel comune minerario di Zipaquira, tra i più importanti del dipartimento di Cundinamarca ed anticamente appartenente alla regione dell’antica Savana di Bogotà.

La storia

Cattedrale di sale a Zipaquirá, Colombia

Il centro urbano vide la sua fondazione nel 17° secolo, sin da subito era celebre l’importanza del territorio adiacente: uno tra i migliori luoghi nel paese per gli scavi minerari di sale. Gli anni passano, gli scavi incrementano e la vita dei minatori diviene sempre più opprimente. E’ celebre che i colombiani siano tra i più devoti al mondo, motivo per cui anche in uno tra i luoghi maggiormente opprimenti del paese si è deciso di realizzare un luogo sacro.

Nell’ultimo decennio del 20° secolo viene quindi progettata, ideata e realizzata la più pittoresca e surreale cattedrale del continente sudamericano: la Cattedrale di Sale a Zipaquirá.

La struttura

Cattedrale di sale a Zipaquirá, Colombia

L’ingresso, che avviene presso un tunnel, può non auspicare un’escursione piacevole visto la scarsa illuminazione, l’ambiente parecchio umido e il sentore di zolfo nell’area, tuttavia si cambierà presto idea una volta che saremo all’interno della maestosa cattedrale.

L’unico edificio di culto letteralmente scavato nel sale è sito a circa 600 metri sotto terra, nell’ormai dismessa miniera di sale. Notevolmente trafficata durante la Pasqua ed il Natale, la chiesa è una meraviglia architettonica, strutturata e ramificata lungo le varie caverne e tunnel realizzati interamente dai minatori.

Il tempio si presenta con tre navate, rappresentanti la nascita, la vita e la morte di Cristo. A coronare la struttura vi è una cupola, da cui pende il lampadario, ed alla base è possibile ammirare l’enorme croce che dalla parete illumina l’intero ambiente di un colorito violaceo.

In origine i minatori pregavano radunandosi in un piccolo santuario risalente agli anni ’30 e costruito all’interno delle caverne. All’epoca era venerata la Vergine del Rosario di Guasá, il patrono dei minatori, per proteggerli da gas tossici, esplosioni e da altri incidenti.

Informazioni generali

Cattedrale di Sale a Zipaquirà

Dopo aver estratto il sale, i minatori hanno lasciato sulla loro scia una vasta rete di grotte, buche e passaggi. L’ingegnere minerario in pensione Jorge Castelblanco afferma che le caverne maggiormente utilizzate sono già chiuse. Tuttavia i minatori e gli ufficiali della chiesa di Zipaquirá, figure influenti in questo paese profondamente cattolico, persuasero il governo colombiano a convertire gli spazi vuoti in una chiesa nel 1953.

I problemi strutturali costrinsero la sua chiusura nel 1990. Fu allora che 127 minatori assieme ad un buon numero di scultori si impegnarono per costruire l’attuale cattedrale, situata a 50 metri circa al di sotto del santuario originale.

La chiesa sta anche dando nuova vita all’economia locale. L’estrazione del sale a Zipaquirá è diminuita, ma ora turisti e pellegrini religiosi si affollano qui. La guida turistica Andrés Ortiz ha dichiarato che il sito riceve circa 600.000 visitatori ogni anno.

All’inizio del nuovo millennio l’intera popolazione colombiana viene coinvolta nella selezione delle cosiddette “Sette Meraviglie della Colombia“. La Cattedrale di Sale è stata l’attrazione più votata, garantendosi il titolo come ‘La prima meraviglia della Colombia’.

Scopri di più:

Colombia, i luoghi da non perdere
Marrakech, la capitale culturale del Marocco
Angkor Thom, l’ultima capitale dell’impero Khmer
Le esperienze alternative da fare a Bogotà

 

Condividi su: