La Basilica dei Frari, un gioiello di Venezia

Cosa vedere alla Basilica dei Frari, un gioiello di Venezia, il complesso religioso dedicato all'Assunzione di Maria e secondo solo alla Basilica di San Marco. La Basilica dei Frari ha origine nel 1220 ed Il progetto della stuttura è opera di frate Scipione Bon. La facciata della Basilica è costruita in pieno stile veneto. bizantino. Al suo interno, tra le cose da vedere alla Basilica dei Frari, troviamo alcune sculture veneziane e opere di Tiziano, ovvero la Pala dell'Assunta e la Madonna di Ca'Pesaro. Ecco cosa vedere alla Basilica dei Frari, un gioiello di Venezia.

Basilica dei Frari, il complesso religioso di Venezia

icona-articoloLa Basilica dei Frari, dedicata all’Assunzione di Maria, è situata a Venezia, nel sestiere di San Polo, nell’omonimo Campo dei Frari. Nel 1923, Papa Pio XI le conferì il titolo di Basilica minore. Rappresenta uno dei più importanti complessi religiosi di Venezia, secondo solo alla Basilica di San Marco.

L’edificio è un magnifico esempio di architettura gotica veneziana.
La sua storia ha origine al 1220, quando i primi frati Francescani si recarono a Venezia portando a termine la lavorazione molto dopo, nel 1492.

OneMag - Logo Micro
Cosa vedere a Venezia

Cosa vedere alla Basilica dei Frari, Venezia

La struttura esterna

Il progetto della Basilica dei Frari è opera di frate Scipione Bon, che ideò la struttura sviluppandola per oltre 100 metri di lunghezza e per 28 metri in altezza.
La facciata è caratterizzata da pilastri abbastanza semplici ed è decorata alla sua sommità da diverse piccole edicole ognuna caratterizzata da capitelli e colonnine in pieno stile veneto-bizantino.

La struttura interna

La Basilica dei Frari, un gioiello di Venezia

Il suo interno è dominato dal meraviglioso coro dei frati impreziosito dagli stalli lignei (posti in cui vi si prendono posto i monaci durante le celebrazioni), realizzati da Marco Cozzi nel 1468, e dal recinto marmoreo, situato ancora oggi nella sua posizione originaria, realizzato nel 1475.
La pianta della Basilica è strutturata a forma di croce latina e si sviluppa in tre navate aventi archi ovali, questi si appoggiano a sei colonne per lato e collegate fra loro da catene. In corrispondenza delle navate sono presenti tre finestroni in pietra d’Istria.

Sul finestrone posto alla sinistra, scolpito sulla cornice, troviamo il giglio di Firenze ed il Leone di Venezia.
Al suo interno vi sono ben 17 altari, abbelliti da pale di famosi ed illustri artisti, oltre a sette cappelle absidali. Posta sulla parete destra, dopo un lavabo di origine lombarda, si può ammirare una graziosa tavola risalente al 1400 che rappresenta Maria, madre della Misericordia.
Nel corso dei vari secoli la Basilica ha assunto sempre di più le sembianze di un prezioso luogo al cui interno si conservano eccezionali opere d’arte, pronte per essere ammirate.

Tramite queste opere di un valore importante è possibile fare un vero e proprio viaggio che attraversa la storia della devozione e dell’arte veneziana dal 15° al 18° secolo.

OneMag - Logo Micro
La storia di Murano, le caratteristiche dell’isola veneziana

 

Le opere artistiche conservate

La Basilica dei Frari, un gioiello di Venezia

Sono tre le perle esposte all’interno della Basilica dei Frari e ognuna è della massima importanza.
La prima è la “Pala dell’Assunta” realizzata dall’illustre maestro veneziano Tiziano. Sempre opera sua è anche la “Madonna di Ca’Pesaro“, seconda delle tre grandi opere.
Il terzo gioiello è invece situato nella sagrestia ed è costituito dal Trittico, realizzato da Giovanni Bellini, esposto sull’altare. Questa meravigliosa opera, capolavoro della pittura veneziana del 15° secolo, è inserita in una stupenda cornice lignea, creata dall’artista Jacopo da Faenza.

All’interno della Basilica dei Frari è conservata, tra le altre opere, la statua di San Giovanni Battista, uno dei gioielli più pregiati che portano la firma di Donatello. Vi sono anche vari monumenti sepolcrali appartenuti ad illustri personaggi della storia cittadina, che fanno della Basilica una meravigliosa collezione di scultura di scuola veneziana. Lo stesso Tiziano è qui sepolto.

Condividi su: