Condividi su:

Cosa vedere a Kyrenia, Cipro Nord

icona-articolo

Tra le destinazioni turistiche più popolari di Cipro Nord, Kyrenia è una magnifica città sviluppata attorno al porto, da cui è immediatamente visibile il Castello di Sant’Ilario. Circondata dai monti, Kyrenia offre un panorama eccellente con il turchese del mare da una parte e dal verde delle montagne che, salendo, diventano roccia. La catena montuosa di Kyrenia si estende per oltre 150 km lunga costa di Cipro Nord, contribuendo a dare ulteriormente una calma atmosfera che la caratterizza in ogni suo angolo.

Kyrenia, Girne in italiano, è abitata da poco più di 33.000 residenti, mentre in estate il suo numero sale fino quasi a decuplicarsi. Kyrenia è famosa per le sue stradine tortuose nel centro storico che conducono al castello bizantino, posto in cima alla collina. Una volta raggiunta si potrà ammirare l’intero panorama, con una magnifica visuale dall’alto della zona portuale.
Nel lungomare, invece, i tanti ristoranti e locali invitano a rilassarsi e ad ammirare i scorci, tutti pronti a confermare la storia di Girne.
Pronti a scoprire cosa vedere a Kyrenia?

Cenni storici

Cosa vedere a Kyrenia, il porto

La città di Kyrenia è stata fondata dai greci intorno 1200 a.C., una delle più antiche della Repubblica di Cipro. Poco è noto prima della costruzione del castello, avvenuto nel VII secolo per opera dei bizantini che lo eressero come fortificazione di difesa contro le possibili incursioni arabe.

Nel 1191 il castello venne invece conquistato da Riccardo Cuor di Leone, il re d’Inghilterra, che lo utilizzò come residenza personale durante la sua permanenza sull’isola. Venne presto trasformato anche in luogo di reclusione, dove vennero rinchiusi i tanti prigionieri che si opposero alla conquista della città.
Da questa data, la fortezza vide diversi passaggi di proprietà. Il re Riccardo lo vendette ai Cavalieri Templari per poi essere donato a Guy de Lusignan, il re di Cipro. Nel XIV secolo i veneziani lo hanno ampliato con una cinta fortificata, parte della quale è ancora oggi visitabile. Ulteriori modifiche vennero apportate dagli ottomani quando Kyrenia ospitava l’unico porto settentrionale dell’isola.

Oggi il porto è naturalmente utilizzato solo a livello turistico. Da barche per la pesca, ai piccoli yacht, Kyrenia è l’attracco ideale per una vacanza di mare. A due km a est di Kyrenia è stato costruito un porto appositamente ideato per ricevere le navi commerciali e i passeggeri dalla Turchia.

Durante il dominio britannico, la città è stata il luogo preferito dei funzionari in pensione, che la sceglievano per la posizione e per la tranquillità. Con l’arrivo del turismo turco, inglesi e greci abbandonarono Girne, definitivamente.

Oggi, a distanza di 40 anni, Kyrenia supporta una grande industria turistica in crescita sopratutto da Regno Unito, Germania e Turchia.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Nicosia, la capitale dell’isola di Cipro

Cosa vedere a Kyrenia

Cosa vedere a Kyrenia, il castello di San Ilarione
Il castello di San Ilarione

Il piccolo porticciolo e il quartiere della Città Vecchia, posta appena dietro la baia, ospitano le principali attrazioni di Kyrenia. Immancabile naturalmente il castello, in cui è possibile visitare la prigione, la cappella e due piccoli musei.

Il castello di San Ilarione ha anche una piccola leggenda che lo racconta come la magione ispiratrice di Walt Disney per realizzare l’immaginaria fortezza di Biancaneve. Posto a 732 metri di altezza è la struttura più alta di Kyrenia.

L’entrata nel castello avviene attraverso un ponte di pietra che conduce direttamente alla piccola cappella bizantina di San Giorgio del XII secolo. I suoi mosaici e le colonne corinzie sono stati incorporati nella struttura dai veneziani. Il lato occidentale del castello ospita la prigione sotterranea. Sul lato nord-orientale del bastione di Lusignano sono esposti i manichini vestiti con armature dell’epoca.
Tra i bastioni troviamo i musei: la Galleria di Tomb Finds e il Kyrenia Shipwreck Museum.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Alcune delle città fantasma più incredibili al mondo, una è proprio a Cipro

I musei di Kyrenia

Shipwreck Museum

La Galleria di Tomb Finds contiene la raccolta di reperti provenienti da siti archeologici circostanti, le ceramiche di epoca ellenistica e le tombe dell’età del bronzo di Kirni.
Il Kyrenia Shipwreck Museum contiene i resti del più antico naufragio recuperato dalle acque cipriote.
La nave mercantile greca affondata al largo della costa di Kyrenia intorno al 300 a.C. è stata scoperta da un subacqueo locale nel 1967. Il suo carico era costituito da anfore piene di mandorle, grano e vino.

Da visitare anche la Cyprus House, un vecchio magazzino di carruba – il frutto dell’omonimo albero – oggi restaurato, che contiene esposizioni etnografiche di abiti tradizionali, mobili e artigianato tessile cipriota.
Posto nella zona portuale, ospita anche mostre proprio sulle origini del porto, quando veniva utilizzato per l’esportazione di carruba in tutta Europa.

OneMag-logo
Link-uscita icona Visitiamo Omodos, la capitale cipriota del vino
L’abbazia di Belle Pais

Da vedere a Girne anche l’Archangelos Michael Church e il suo Museo delle Icone. Costruita nel XIX secolo, con il suo campanile bianco che si innalza sopra gli edifici circostanti sul porto, ospita al suo interno il museo che espone icone del XVII e XVIII secoli.
Per completare la visita di Kyrenia non perdetevi le tombe greco-romane. Di antica realizzazione, sono delle tombe scavate nella roccia e utilizzate proprio nel periodo della dominazione greca e romana.

A pochi km da Kyrenia trovate invece l’abbazia di Belle Pais, uno tra i migliori esempi di architettura gotica di tutta Cipro. La sua costruzione è avvenuta tra il 1324 e il 1358 e la sua posizione, sulla montagna di Girne, regala una spettacolare vista.

Ultimo aggiornamento: 30 settembre 2020


 

Condividi su: