0
Condividi su:

Guida di Kromeriz, Repubblica Ceca

icona-articolo

Con i suoi poco meno di 30.000 abitanti, Kromeriz è posizionata nella regione di Zlin, nella Moravia meridionale. Influenzata storicamente da Olumuc, città universitaria capoluogo dell’omonima regione, Kromez è indubbiamente una delle città più belle della Repubblica Ceca.

Cosa vedere a Kromeriz, Repubblica Ceca

Cenni storici

Cosa vedere a Kromeriz, Repubblica Ceca

Le prime notizie di Kromeriz risalgono al 1107 quando i vescovi di Olumuc, città distante una cinquantina di km, hanno scelto il castello come loro ufficiale residenza estiva.
Sono questi gli anni del primo importante sviluppo del piccolo borgo della Moravia.
Nel XIII secolo, Kromeriz si trova invasa dai tedeschi, che portarono alla fortificazione dell’intero nucleo urbano.

Kromeriz venne ancora alla ribalta durante la Guerra dei Trent’anni, una serie di conflitti armati che interessarono tutta l’Europa centrale tra il 1618 e il 1648. Furono gli svedesi a distruggerla completamente ma già nel 1664 i vescovi decisero di ricostruire la fortezza andata distrutta. Furono gli architetti italiani Lucchese e Tencalla, sotto ordine di uno dei vescovi più influenti, Carlo II di Liechtenstein-Kastlekorn, a dare seguito al nuovo castello.
Kromeriz vide nuovamente in pericolo il proprio Palazzo Vescovile durante la metà del Settecento per opera dei prussiani, nella loro guerra di conquista.

Oggi Kromeriz è inserita tra le principali città storiche della Repubblica Ceca e il suo centro dichiarato Monumento nel 1978.
Il Palazzo Vescovile è composto al castello, dal gardino floreale e dal giardino del castello. Monumento Nazionale nel 1995, il Palazzo Vescovile è annoverato tra i Patrimoni UNESCO dal 1998.
Ogni estate Kromeriz vede una propria invasione di turisti di provenienza internazionale grazie al castello barocco ma non solo. Il centro storico è ricco di portici, di abitazioni colorate e anche da meravigliosi giardini. E’ altrettanto una zona ad alto valore enologico, vista la presenza di numerose cantine, grazie alla sua fertile terra che la circonda.

Cosa vedere a Kromeriz

Cosa vedere a Kromeriz, Repubblica Ceca

Kromeriz è una città che unisce storia, arte e cultura. Come visto, furono i vescovi di Olumuc a dare il primo impulso alla cittadina, per secoli abitanti nel sontuoso castello.
La città ha comunque altro da offrire anche se, indubbiamente, è il Palazzo Vescovile a essere la prima cosa da vedere a Kromeriz.

Il Palazzo Vescovile di Kromeriz

Cosa vedere a Kromeriz, Repubblica Ceca

L’attrazione principale, che richiama ogni anno migliaia di turisti, è il Palazzo Vescovile.
Quello che oggi possiamo visitare è la ricostruzione dell’originale castello, avvenuta nel 17° secolo dopo la distruzione avvenuta da parte svedese nella guerra dei trent’anni.
Dopo essere stato ricostruito dagli architetti italiani Tencalla e Lucchese in stile barocco, il Palazzo Vescovile si trovò nuovamente a fronteggiare una emergenza, quella di un devastante incendio. Terminato nel 1698, nel 1752 una piccola fiamma diede origine alla distruzione quasi completa del primo e del secondo piano della struttura. Dopo l’incendio gli interi piani coinvolti vennero ricostruiti in stile tardo barocco e rococò.

Il Palazzo vescovile è aperto al pubblico e al suo interno un percorso guidato vi permetterà di scoprire ogni angolo del sontuoso edificio.
Percorso visitatori:

  • Sala di rappresentanza: all’inizio del vostro tour avrete modo di ammirare le sale più belle del castello, impreziosite con preziose collezioni d’arte. Erano proprio i vescovi, infatti, a voler sostenere l’arte all’interno del castello. Durante il tour si potranno anche ammirare numerosi oggetti rari appartenenti alla Repubblica Ceca.
  • Galleria di immagini: verrete accompagnati nella sala di immagini più importante, dopo la Galleria Nazionale di Praga, di tutta la Repubblica Ceca. Qui avrete modo di vedere numerose opere pittoriche dell’Europa Centrale dal XV al XVIII secolo.
  • Cosa vedere a Kromeriz, Repubblica Ceca
    Ph: Courtesy Arcibiskupský zámek v Kroměříži

    Sala terrena: nota anche come la sala con accesso ai giardini, la Sala terrena è all’aperto e decorata con imitazioni di grotte, caratteristica comune di molti castelli barocchi. Imperdibili le sculture rappresentanti scene della mitologia antica.
    La sala non ha subito trasformazioni a seguito dell’incendio ed è possibile ammirare le meravigliose decorazioni con affreschi murali del 17° secolo.

  • Via Residentia: siamo in presenza di altre sale di rappresentanza dei vescovi e degli arcivescovi, tra cui la Sala dello Zar.
  • Torre del castello: l’unica attrazione gratuita è la torre del castello, alta 84 metri. I suoi piani raccontano la storia del complesso del castello, con anche alcune mostre tematiche. Una volta raggiunta la cima avrete modo di vedere un panorama unico di tutta l’area. Per accedervi senza aver acquistato il biglietto della visita al castello, cercate l’ingresso separato. 
    L’ingresso è suggerito solo ai visitatori in forma fisica, vista la difficoltà del percorso.

– I giardini del castello

Cosa vedere a Kromeriz, Repubblica Ceca

La vera attrazione del castello sono però i due meravigliosi giardini, il Giardino Fiorito e il Giardino del Castello.
Le due aree verdi formano una vera oasi di quiete e di bellezza, il posto ideale dove prendersi una pausa e camminare, anche per varie ore.

I Giardini del Castello sono originali del Cinquecento e modificati nel corso del tempo per rispettare i vari gusti nelle varie epoche. Quello che oggi possiamo ammirare è l’ultimo adeguamento, risalente al 1850. La sua estensione è di 64 ettari e comprende una varietà ampia di alberi e piante, il tutto arricchito da numerosi laghetti e fontane.

Il Giardino fiorito è invece precedente, risale al 1650.
Per la sua forma geometrica, una serie di lineamenti simmetrici con ornamenti floreali, viene anche chiamata la Versailles della Repubblica Ceca.

Altro da vedere a Kromeriz

Situata negli immediati pressi del Ginnasio Arcivescovile, la Porta del Mulino è la più recente delle porte di Kromeriz e storicamente fungeva da fortificazione difensiva. Sia la Porta del Mulino che il Ginnasio rappresentano due punti d’interesse per il turismo a Kromeriz. 

Poco distante dalla Porta del Mulino, la Chiesa di San Giovanni Battista è una tappa imperdibile in ogni viaggio a Kromeriz. Costruita tra il 1737 e il 1768, la Chiesa di San Giovanni Battista è situata sul sito dove precedentemente sorgeva un santuario in stile romanico. A caratterizzare questo splendido edificio sono le due torri, che dominano la facciata ai suoi lati. 

Altro interessante edificio religioso è la Chiesa di San Maurizio, fondata dal vescovo Bruno di Schauenburg nel tardo medioevo. Questa chiesa, come per molti altri edifici di Kromeriz, fu distrutta a seguito di un’invasione dell’esercito svedese. 
Imperdibile è il Museo Kromeriz, dove trova spazio una ricca collezione permanente dell’opere d’arte di Maximilián Švabinský, pittore nato nel settembre del 1873 proprio a Kromeriz. 

Ultima attrazioni da non perdere è lo storico birrificio di Kromeriz, inserito all’interno di un complesso turistico che comprende anche un ristorante e un hotel. Il birrificio di Kromeriz trova spazio in un edificio medievale storicamente adibito, dapprima, a residenza per l’alta borghesia, poi, a sede della prima farmacia comunale.

Come raggiungere Kromeriz

L’aeroporto più vicino a Kromeriz è quello di Brno, la seconda città della Repubblica Ceca, oppure quello di Ostrava, ovvero la terza città. Da Brno la distanza è di 60 km circa, mentre circa 90 da Ostrava.
L’alternativa è raggiungere Praga, anche se la distanza è di circa 300 km, ma con numerosi voli diretti dall’Italia. In questo caso potrete prendere il treno, circa 3 ore di viaggio, facendo cambio alla stazione di Hulín.
Kromeriz è connessa con Milano mediante Flixbus con una percorrenza di 17 ore circa e con cambio a Brno.

 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0