Kenya, la guida turistica di viaggio

Kenya, la guida turistica di viaggio


Condividi su:

Cosa vedere in Kenya
Informazioni turistiche per una vacanza in Kenya

Tutti gli articoli del Kenya
Guida del Kenya, mappa
© Apple Maps

icona-articoloIl Kenya è posto sulla costa orientale dell’Africa ed è bagnato dall’Oceano Indiano. Nota per le sue spiagge, il Kenya è anche e soprattutto conosciuto per la sua flora e la sua fauna, assolutamente rigogliose. Imperdibili i meravigliosi baobab o le acacie, ma anche le foreste di bambù che caratterizzano buona parte del territorio oppure i colorati fiori o ancora le lobelie con i suoi meravigliosi petali blu. La fauna non è certo di meno, tra rinoceronti neri, leoni, bufali, leopardi e ippopotami. Potremmo continuare a lungo citando la giraffa, l’elefante, la zebra e altri ancora.

In Kenya il turismo è infatti quasi equilibrato tra coloro che amano i paesaggi e le spiagge e coloro che invece scelgono il safari come ragione di vacanza.  La lingua ufficiale è lo swahili ma l’inglese è comunemente parlato, motivo per cui sono molti i turisti provenienti da ogni parte del mondo a sceglierla come meta. Molti gli italiani che scelgono il Kenya per le loro vacanze, grazie anche a collegamenti diretti con Nairobi da Roma, un viaggio però non di certo breve. Sono 9 infatti le ore necessarie per raggiungere la capitale del Kenya senza scali. Una volta arrivati ricordatevi di spostare le lancette in avanti di due ore, una sola durante l’ora legale.
La moneta è lo Scellino Keniota il cui cambio a Marzo 2020 è di 8,50€ per 1.000 KES.

 

Cosa vedere in Kenya

Il Kenya dunque può rappresentare una vacanza ideale per scoprire l’Africa e i suoi paesaggi unendo le località balneari alla natura che qui è decisamente ben rappresentata. Il paese è anche ricco di villaggi e di Riserve Naturali dove è il safari il principale richiamo turistico.

 

Nairobi

Cosa vedere in Kenya, Nairobi

Iniziamo a scoprire cosa vedere in Kenya dalla sua cosmopolita capitale, Nairobi. Con i suoi circa 4 milioni di abitanti, Nairobi è posta a 1600 metri di altitudine, una posizione che le permette di godere di un clima mite e piacevole, ideale da visitare in ogni periodo dell’anno. Siamo anche in una delle città più grandi e importanti del continente africano oltre che una tra le più importanti dal punto di vista economico e culturale. La città, in cui la lingua prevalentemente parlata è l’inglese, è tra le più cosmopolite di tutta l’Africa con una skyline moderna e perfetta per conoscere lo sguardo più attuale del paese.

Nairobi ha diversi nomignoli ma quello più noto è Safari Capital of the World, chiaro riferimento alla principale attività turistica di tutto il paese, il Safari ovviamente. La città si trova nell’area sudoccidentale del Kenya, a nord troviamo il Monte Kenya mentre a sud è il Kilimanjaro a richiamare la principale attenzione. Tra le tante cose da vedere a Nairobi merita il National Museum, con le sue sale dedicate a varie sezioni e il Karen Blixen Museum realizzato proprio nella fattoria dove la scrittrice ha vissuto.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Idee di viaggio per Nairobi

Parco Nazionale di Nairobi

Cosa vedere in Kenya, Nairobi National Park

Proseguiamo le nostre cose da vedere in Kenya visitando il parco nazionale più antico del Kenya, il Parco Nazionale di Nairobi, l’unico parco al mondo posto a breve distanza da una città. Sono solo 7 infatti i km che lo separano dalla capitale del Kenya.

Il parco è stato fondato nel 1946 e la sua estensione è ridotta, solo 117 km quadrati, un territorio in cui sono però protette varie centinaia di specie di uccelli e numerose specie faunistiche tra cui leoni, bufali, rinoceronti e molte altre. E’ spesso meta di safari per coloro che scelgono di visitare la capitale, anche se negli ultimi anni sono numerose le proteste per l’inquinamento atmosferico e per i rumori provocati anche dalla zona industriale della capitale, in continua espansione verso i confini del Parco. Nei mesi di luglio e agosto e in quelli di gennaio e febbraio si può ammirare parte della migrazione annuale di zebre e gnu, alla ricerca di nuovi terreni e di acqua.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona   Dove andare in vacanza in Africa nel mese di settembre

Amboseli National Park

Cosa vedere in Kenya, Amboseli National Park

L’Amboseli National Park, chiamato in precedenza Maasai Amboseli Game Reserve, è stato fondato nel 1948 e la sua superficie raggiunge quasi 400 km quadrati. L’area naturale si estende tra il Kenya e la Tanzania e qui fino agli anni ’70 viveva la popolazione locale dei Masai.

Oggi il Parco Amboseli è inserito tra i Patrimoni UNESCO come riserva della Biosfera Terrestre. Al suo interno è possibile osservare il Monte Kilimangiaro.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo il Parco Nazionale Amboseli

Karura Forest

Cosa vedere in Kenya, Karura Forest

Quasi all’interno dei confini urbani di Nairobi, a pochi minuti dal centro cittadino, troviamo la Karura Forest, una vera oasi verde cittadina. Al suo interno sono presenti tre fiumi e una cascata di circa 15 metri, la vera e propria principale attrazione. Non solo, alla Karura Forest si viene anche per percorrere i tanti km di sentieri che conducono a grotte e paludi, una vera foresta in un contesto pressoché urbano.

La Karura Forest ospita al suo interno una varietà unica di flora a fauna. In passato questa meraviglia della natura era poco visitata mentre una recente rivisitazione completa del territorio le ha permesso di essere oggi annoverata tra i principali punti escursionistici da visitare dalla capitale kenyota.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopriamo il Lago Nakuru, il miglior modo in Africa per ammirare la natura

Masai Mara

Cosa vedere in Kenya, Masai Mara

Quando si pensa ai safari nella savana l’immagine più rappresentativa è quella del Masai Mara, un territorio dalle calde tonalità di colori punteggiato dai caratteristici alberi di acacia. Tra le cose da vedere in Kenya il Masai Mara è dal 1961 un territorio protetto, dove gran parte delle forze economiche del parco sono dedicate al contrasto del bracconaggio e alla tutela delle magnifiche specie faunistiche. Siamo in quello che è possibile definire l’iconico paesaggio africano, quasi totalmente pianeggiante, dove branchi di leoni soggiornano ai piedi degli ombreggianti alberi e dove mandrie di zebre corrono in un lungo e in largo.

Sono le zebre infatti una delle specie protagoniste della Grande Migrazione. Gnu, elefanti, giraffe e altre specie si spostano in grandi gruppi per scappare dal territorio inospitale durante la stagione secca, che corre da Giugno ad Ottobre.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Safari in Africa, ecco cosa sapere

Tsavo National Park

Cosa vedere in Kenya. Tsavo National Park

Composto da due parchi separati, il Tsavo National Park si suddivide infatti in Tsavo Est e Tsavo Ovest, tra le città di Nairobi e Mombasa. Parliamo del più grande Parco Nazionale presente in Kenya, quasi 22.000 km2 e la sua suddivisione in due distretti deriva dalla presenza della ferrovia che da Mombasa si dirige nel centro del Kenya, costringendo a una separazione impossibile da superare altrimenti.

Siamo in uno dei parchi più antichi del Kenya, situato nel distretto di Taita-Taveta, fondato nel 1948.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Africa, le spiagge e le isole più spettacolari

Lamu

Cosa vedere in Kenya, Lamu

Proseguiamo le cose da vedere in Kenya con Lamu, città dell’omonima isola, senza dubbio una delle località più suggestive del paese. Vedendo la mappa del Kenya probabilmente non si farà neanche caso all’esistenza dell’isola, per via della stretta vicinanza con la terra ferma. Si tratta di uno dei luoghi più colorati del paese, dove diverse auto d’epoca sono parcheggiate vicine al paradisiaco litorale quasi totalmente incontaminato.

Non può essere percepita totalmente la bellezza dell’isola e della città di Lamu fin quando non la si visita. Anche il semplice sorseggiare un succo di frutta accompagnati dalla fresca brezza su uno dei bar sul lungo oceano è un’esperienza davvero unica.

Monte Kenya

Cosa vedere in Kenya, Monte Kenya

In pochi forse sanno che il Kenya ha preso il nome dall’omonimo monte e non viceversa.
Con i suoi 5100 metri si tratta dell’altopiano più alto del paese e casa del popolo Kikuyu, uno dei più antichi della storia che ancora oggi preservano le proprie tradizioni.

Il Monte Kenya, il secondo più alto del continente, non è un altopiano da ammirare in lontananza, bensì da scoprire nel suo cuore. Un paesaggio non troppo diverso da quello delle Alpi che ogni anno ospita migliaia di escursionisti affascinati dalla sua aspra vetta.
Per gran parte dell’anno la cima è totalmente innevata e le temperature crollano di gran lunga sotto lo zero, ma nei mesi più caldi la neve si scioglie lasciando la vetta completamente colorata di verde.

 

Parco nazionale di Hell’s Gate

Cosa vedere in Kenya, Parco nazionale di Hell's Gate

Spostandoci verso nord-ovest dalla capitale troviamo il Parco nazionale di Hell’s Gate.
Non si tratta di un territorio tutelato come quello del Masai Mara, che ha lo scopo di preservare la fauna, bensì qua viene protetta la particolare morfologia.

Il territorio, ampio poco meno di 70 chilometri quadrati, è caratterizzato da peculiari formazioni rocciose. Le strette gole donano l’idea di ritrovarsi un film d’avventura e il territorio di per sé possiede un’atmosfera quasi surreale. La presenza del vulcano Longonot, è la ragione di questa insolita atmosfera, un cratere che nei millenni ha composto le formazioni rocciose, come le varie e tante rocce appuntite o le scogliere rossastre.

Le spiagge del Kenya

Cosa vedere in Kenya, le spiagge

Il Kenya possiede una tra i più bei litorali dell’Africa. Lunghe distese di sabbia bianca, acque trasparenti e calette riparate da palme. Acqua cristallina e decine di spiagge deserte, nulla da aggiungere per una vacanza al mare perfetta.

 

Ultimo aggiornamento 4 giugno 2021


 

Condividi su: