Condividi su:

La Contea di Jogeva, Estonia

Tutti gli articoli dell’Estonia

Jovega, Estonia, mappa

 

icona-articolo

Con poco meno di 40.000 abitanti, la Contea di Jogeva in Estonia occupa una superficie di oltre 2600 metri quadrati, nella zona est del paese. Il capoluogo, Jogeva, ospita poco più di 5.000 abitanti ed è la zona più abitata, occupando tuttavia una porzione decisamente piccola dell’intero territorio, poco più di 3 km quadrati.

Attraversata dal lago Peipsi, la Contea di Jogeva ha un territorio prevalentemente rurale con foreste al cui interno sono presenti meravigliosi laghi glaciali, la principale ragione per cui merita visitare quest’angolo di Estonia.
Al suo interno sono presenti due Riserve Naturali, quella di Endla e di Alam-Pedja, conosciute a livello internazionale.
La zona è ricca di storia e perfetta per essere esplorata in auto, scoprendo oltre a una natura mozzafiato anche maestosi manieri che per lunghi secoli hanno alimentato leggende e credenze.

Le città della Contea di Jogeva

Põltsa

Jogeva, Estonia, castello di Poltsamaa

L’attrazione principale della Contea di Jogeva è probabilmente il Castello di Poltsa, luogo che in estate ospita i principali eventi dell’intero territorio.
Al suo interno troviamo, nell’interno della fortezza, il Museo della gastronomia con tanto di cantina e avvalorato da una galleria d’arte. Il suo magnifico giardino è perfetto da visitare nel periodo estivo, quando le rose regalano colori imperdibili, oltre un migliaio di specie diverse. Approfittate anche per visitare la cittadina, definita la città dei ponti per la presenza di ben 18 ponti.

Sono presenti anche dei manieri, tra cui merita visitare il Purrmani Manor, realizzato nel 1860 in stile neo-rinascimentale. Oggi al suo interno è ospitata una scuola ma l’edificio è visitabile in estate, a lezioni chiuse, per comprendere anche la storia del territorio.
Altro maniero interessante di Poltsamaa è l’Adavere Manor, anch’esso sede scolastica e purtroppo non visitabile.

OneMag-logo
Link-uscita icona Narva, il fiume e la città della Estonia

Voore

Jogeva, cattedrale Puhtitsa
Cattedrale Puhtitsa

Area prediletta agli amanti della natura, Voore è più nota per essere la città dove si svolge il Festival dell’aglio. Ogni anno, il 25 di agosto, Vooremaa si trasforma e regala ai suoi visitatori tutto quanto possibile della pianta nota per le sue proprietà curative, oltre che ottima in cucina.
Gli amanti della natura invece non avranno certo problemi a muoversi nei suoi dintorni per ammirare le oltre 500 specie di alberi che i suoi dintorni ospitano.Qui troviamo anche la riserva naturale di Endla mentre spostandosi a Kuremaa troveremo una meravigliosa spiaggia perfetta per nuotare e per divertirsi.

Kuremaa è tappa anche per una delle principali attrazioni di Voore, ovvero il Convento Kuremäe, fondato nel 1891 e unico convento russo ortodosso ancora oggi funzionante in Estonia. La sua storia ricorda come ai piedi della collina su cui è posizionato esistesse una sorgente miracolosa, definita tale per i poteri curativi, in cui è anche possibile fare il bagno. Il Convento è aperto al pubblico.

Imperdibile anche il Museo Jogewa, il museo della Contea di Jogeva che racconta la storia del territorio e che include anche una interessante esposizione di armi della seconda guerra mondiale. Gli appassionati di storia apprezzeranno anche il Forte di Kassinurme e il Bosco Sacro, un’area fondata oltre 7000 anni fa e al cui interno il forte è stato oggetto di una parziale rivisitazione, quando basta per renderla la meta ideale dove festeggiare con balli e danze di guerra in costume. Il bosco sacro è invece una delle aree più rispettato di tutto il paese.

OneMag-logo
Link-uscita icona Tallinn, guida turistica della capitale dell’Estonia

Il lago Peipsi e i suoi dintorni

Jogeva, Estonia, lago Peipsi
Il lago Peipsi ghiacciato
Altra area che riveste particolare interesse, specie a livello culturale, è quella intorno al lago Peipsi. Qui la storia è tra le protagoniste, con alcuni dei primi edifici del paese costruiti nel suo territorio, tra cui il primo edificio religioso, risalente al 1879 e distrutta durante la seconda guerra mondiale. Oggi al suo posto rimane unicamente il campanile e un edificio che comprende un museo e due parchi divertimento.

Le Riserve Naturali

Jogeva, Estonia, Riserva Naturale Edla
Riserva Naturale Edla

Come abbiamo già avuto modo di conoscere la Contea di Jogeva è uno dei principali territori per l’ecoturismo, grazie a due, importanti, riserve naturali.
La prima si estende per 81 kmq e si sviluppa su tre contee differenti: Järva, Lääne-Viru e, ovviamente, quella di Jogeva. Si caratterizza per i suoi numerosi sentieri e itinerari che attirano visitatori da tutto il mondo.

Da non perdere è la Riserva Naturale di Alam-Pedja, molto più estesa, che ricopre una superificie complessiva di 260 kmq. È relativamente recente, in quanto istituita nel 1994, e ricopre parte delle contee di Jogeva, Viljandi e Tartu. Interessante, infine è la Riserva paesaggistica di Vooreema, ubicata nell’omonima vicina contea.


 

Condividi su: