Isole Lofoten, il magnifico arcipelago della Norvegia

Isole Lofoten, il magnifico arcipelago della Norvegia


Condividi su:

Cosa vedere alle Isole Lofoten,
l’incantevole arcipelago norvegese

Tutti gli articoli della Norvegia
Isole Lofoten, mappa
© Apple Maps

icona-articoloLe Isole Lofoten sono quel meraviglioso arcipelago composto da cinque antichissime isole posto nell’area settentrionale della Norvegia. Il territorio è prevalentemente montuoso con diverse praterie che confinano con la costa impreziosita da un mare limpido. Siamo oltre il circolo polare artico ma nonostante ciò le temperature sono piuttosto sopportabili, grazie alla corrente del Golfo che riesce a stemperarle e a renderle davvero piacevoli durante l’estate. Qui abitano poco più di 25.000 residenti stabili, quasi tutti dediti alla pesca o al turismo, quest’ultimo in forte ascesa negli ultimi anni.

Ampie distese di altopiani, fiordi altissimi e acque turchesi, dalle sembianze quasi caraibiche. Anche i piccoli villaggi che punteggiano l’intero arcipelago costituiscono un’attrattiva a sé stante, con piccoli e bassi edifici variopinti che punteggiano l’intero territorio.

Le Isole Lofoten sono una delle destinazioni maggiormente conservate di tutto il mondo, rimaste quasi per intero incontaminate, se non per le piccole abitazioni e porti che permettono ai residenti di viverci. La fauna, cosi come la flora, non è stata contaminata col trascorrere degli anni, e l’atmosfera che si vive alle Isole Lofoten è a dir poco eccezionale. Qui tuttavia si viene per ammirare l’aurora boreale, il cui periodo migliore è da fine ottobre a inizio marzo grazie alle ore notturne che sono superiori a quelle di luce.

Le isole Lofoten

Cosa vedere alle isole Lofoten, Mappa

Le Isole Lofoten sono circondate dal Mare di Norvegia, a nord-est del Paese e relativamente vicino alla città di Tromsø, altra meta visitata per il sole di mezzanotte. La città principale è Svolvær, nella contea di Nordland, circa 5.000 residenti. Le isole Lofoten occupano un territorio di circa 1.227 km quadrati.

Se avete deciso di pianificare una vacanza da queste parti organizzatevi come prima cosa noleggiando un’auto. Se volete muovervi con la rete pubblica di mezzi di trasporto considerate che ovviamente i tempi saranno nettamente dilatate e non tutte le destinazioni raggiungibili. Detto questo i mezzi sono efficienti e puntuali anche nel caso di intemperie. Pianificate con cura anche l’aspetto economico, alberghi e ristoranti in Norvegia e in tutta la Scandinavia sono piuttosto costosi. Non perdete l’opportunità di dormire in un rorbu, vedremo più avanti di cosa si tratta. Se avete scelto l’inverno come periodo, affinate ancora di più la vostra ricerca visto che molte strutture possono essere chiuse.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Tromso, la città dell’aurora boreale della Norvegia

Come raggiungere le Isole Lofoten

Isole Lotofen, veduta
© Flickr – Ph. Ben Fredericson (xjrlokix)

Sono diverse le alternative che permetteranno di raggiungere facilmente le Isole Lofoten. Diversi gli aeroporti che possono essere scelti ovvero quello di Tromsø, di Svolvaer oppure di Bodø. In molti casi dovrete poi salire a bordo di un traghetto, un viaggio di poco meno di 4 ore che dovrete naturalmente aggiungere al vostro precedente volo. Meglio, forse, rimanere un paio di giorni a visitare la città prescelta per il vostro atterraggio. Se invece avete fretta o preferite evitarvi la traversata scegliete di atterrare a Leknes, il centro urbano più popolato delle Lofoten.

Se invece preferite l’avventura e avete scelto di raggiungere le Isole Lofoten in traghetto, allora scegliete l’aeroporto di Bodø. Da qua la linea che conduce a Moskenes vi porterà direttamente nel piccolo villaggio nell’estremo sud dell’isola Moskenesoya. Qualora abbiate già noleggiato un’auto potrete imbarcarla ma solo previa prenotazione, cosa invece non indispensabile se viaggiate senza mezzo di trasporto. Il traghetto è sempre in funzione tranne in alcune giornate festive, prima di partire verificate orari sul sito ufficiale.

 

Icona web onemag

Sito ufficiale traghetti Norvegia

OneMag-logo
Link-uscita icona  Trollstigen, l’imperdibile Strada dei Troll

Cosa vedere nelle Isole Lofoten

Nonostante le distanze siano piuttosto ridotte, per scoprire i villaggi e le altre cose da vedere alle Isole Lofoten, specie in inverno, dovrete sempre considerare le ore di luce, sempre poche rispetto alle nostre latitudini.

 

Svolvær

Cosa vedere alle isole Lofoten, Svolvaer
Il principale agglomerato urbano è Svolvær, definita la capitale dell’arcipelago, nonché la più antica città del Circolo Polare Artico. Siamo sulla costa meridionale di Austvågøy, tra le isole più grandi che compongono l’arcipelago delle Isole Lofoten.

Una volta raggiunta avrete la possibilità di ammirare un panorama incredibile e anche partecipare a una escursione in mare aperto per il Whale Watching osservando quindi orche e balene nel loro habitat naturali. In città non perdetevi le numerose gallerie d’arte e musei, tra cui uno dedicato alla Seconda Guerra Mondiale. La cittadina è anche la meta preferita da numerosi artisti, pittori e musicisti in particolar modo, che qua hanno trovato l’ispirazione per la creazione per le proprie opere.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visita al Museo Acquaria Polaria di Tromso

Reine

Isole Lofoten, Reine
© Flickr – Ph. Audun Bie

Più piccola ma altrettanto incantevole è Reine, borgo di pescatori collocato a sud-ovest, centro amministrativo della città di Moskenes, situata a nord rispetto il Circolo Polare Artico. Situata sull’isola di Moskenesøya, Reine è considerata una delle destinazioni più affascinanti di tutte le località presenti al di sopra del Circolo Polare Artico.
Il suo passato la ricorda come centro dedito al commercio via mare di baccalà e pesce, oggi i suoi poco più di 300 abitanti vivono principalmente di turismo.
Se decidete di visitare Reine preparatevi ad ammirare vette altissime da cui apprezzare il panorama delle isole Lofoten. Reine è infatti nota in tutto il mondo per i magnifici scenari, grazie alla strategica posizioni ai piedi di ripide scogliere.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visita al Museo Acquaria Polaria di Tromso

Å

Il villaggio di Å alle Isole LofotenPoche altre località delle Lofoten hanno goduto di una tale ascesa nel turismo come Å, la cittadina con il nome più corto del mondo, assieme ai villaggi di Y e U. Å, infatti, è diventata una meta rinomata su scala mondiale proprio per la peculiarità del nome brevissimo, composto da una sola lettera. Tuttavia, ad aver decretato il reale successo di questo villaggio è indubbiamente la sua bellezza.

Il suo nome, tradotto dal norvegese, significa “piccolo fiume”, e rappresenta sia l’ultima lettera dell’alfabeto norvegese che l’ultima città delle Lofoten che si raggiunge attraverso Strada Europea E10. In questo specifico tratto, la scenografica E10 assume il nome di Strada di Re Olav. Prima dell’ascesa turistica, Å era un piccolo villaggio di pescatori incentrato sulla pesca del merluzzo.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Guida di Larvik, Norvegia

Henningsvaer

Appena quattrocento abitanti risiedono nel pittoresco villaggio di Henningsvaer, graziosa cittadina affacciata per tre quarti sul mare e ricca di piccoli canali che le hanno valso il soprannome de la Venezia delle Lofoten. La cittadina è considerata una delle più importanti stazioni di pesca di tutte le Lofoten, dove tradizionalmente da secoli si pesca il merluzzo, che qua ritrova il proprio habitat ideale per fecondare le uova.

Il centro cittadino, nonostante sia di dimensioni contenute, è incredibilmente affascinante. Si trovano infatti numerose case, negozi, officine e bar, oltre a qualche albergo e delle scuole. Una cittadina che nel suo insieme si presenta piacevolissima da visitare e ricca di sorprese. Da non perdere le varie rastrelliere su quale viene messo ad essiccare lo stoccafisso, conosciute con il nome de “cattedrali delle Lofoten“.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  I Caraibi in Norvegia, benvenuti a Manshausen

Dormire in un Rorbu

Cosa vedere alle Isole Lofoten, Rorbu
Un viaggio alle Isole Lofoten non può dirsi completo senza aver dormito in un Rorbu. Traducibile come ‘casa del rematore‘, il Rorbu è una tra le immancabili esperienze da provare nelle isole Lofoten. Sono le abitazioni utilizzate dai pescatori norvegesi direttamente sul mare i quali, per avvantaggiarsi, non facevano ritorno a casa. È uno dei simboli delle Isole Lofoten, la classica casetta rossa presente praticamente ovunque nelle zone costiere del nord della Norvegia. Non sempre isolate, oggi i Rorbu sono stati adeguati alle esigenze turistiche e, smessi i panni di abitazione di pescatori e magazzino, sono diventati alloggi di lusso per turisti esigenti.
Li troverete anche in piccoli agglomerati con diverse dimensioni e caratteristiche.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa vedere a Bergen, Norvegia

Le attrazioni delle Isole Lofoten

Attrazioni Isole Lofoten

Non può mancare una gita ad Å, il paese con il nome più corto del mondo, dentro cui troviamo il Museo dello Stoccafisso, dedicato interamente alla storia ed alle tecniche della pesca norvegese. Da non perdere anche altri due villaggi nelle Isole Lofoten: Nusfjord, noto per aver conservato interamente l’architettura unica dei suoi edifici, eretti tra le fine del XIX e l’inizio del XX secolo, e Henningsvær, collegato via terra con le altre isole dell’arcipelago solo negli anni ’80, caratteristica che ha permesso di salvaguardare sia la cultura folcloristica del luogo che il paesaggio, interamente incontaminato.

Dedicando una parentesi alla storia, le Isole Lofoten hanno avuto uno stretto legame con la popolazione vichinga. Da non perdere nelle Isole Lofoten è il Museo Lofotr, dedicato interamente all’epoca vichinga, con numerosi documenti e cimeli collegati alla storia di questa popolazione nel territorio delle Isole Lofoten. Inoltre, a Borg sono stati rinvenuti i resti della più grande abitazione privata costruita durante il periodo vichingo, le cui misure superano, solo in lunghezza, gli 80 metri.

Aggiungendo anche il sole di mezzanotte e l’aurora boreale, le Isole Lofoten rappresentano la meta turistica perfetta per gli appassionati di escursioni, di paesaggi e panorami in generale. Altra attrazione imperdibile alle Isole Lofoten è la strada turistica delle Lofoten, un percorso lungo circa 250 km, con partenza da Raftsundet ed arrivo ad Å, lungo cui è possibile godere dei principali luoghi dell’arcipelago.

Ultimo aggiornamento: 05 novembre 2021


 

Condividi su: