Cosa vedere alle isole Lofoten,
l’incantevole arcipelago della Norvegia

Tutti gli articoli della Norvegia

icona-articoloLe Isole Lofoten sono una delle zone più belle della Norvegia, il luogo dove imponenti montagne incontrano spiagge di sabbia bianca, dove villaggi di pescatori affacciano su uno dei paesaggi più incredibili d'Europa. Siamo nel nord della Norvegia, all'interno del Circolo Polare Artico, un arcipelago composto da isole connesse fra loro da ponti oppure da un traghetto. Al vostro arrivo sarete accolti da un paesaggio che comprende anche i tipici piccoli e bassi edifici colorati, splendidamente inseriti in un contesto naturale quasi incontaminato.

Le Isole Lofoten sono abitate da meno di 24.000 abitanti, un numero decisamente esiguo rispetto alla vastità del territorio, quasi tutti dediti alle due attività economiche principali, pesca e turismo.  Il basso numero di abitanti è facilmente comprensibile dai numerosi territori del tutto privi di abitazioni o di vita umana, dove flora e fauna può crescere del tutto indisturbata e dove solo qualche settimana all'anno vedono il passaggio di turisti. La strategica posizione, caratterizzata dalla Corrente del Golfo, mitiga moltissimo il clima, rendendolo piuttosto piacevole in estate, rispetto alle altre zone della Norvegia Settentrionale. Pronti quindi a scoprire cosa vedere alle Isole Lofoten, Norvegia?

 

Come raggiungere le Isole Lofoten

Cosa vedere alle Isole Lofoten, l'aeroporto di Svolvaer
L'aeroporto di Svolvaer, Isole Lofoten

Nonostante possa sembrare semplice raggiungerle, preventivate sempre qualche imprevisto.

Le Lofoten dispono di due aeroporti e un traghetto che le connette direttamente alla terraferma, a Bodø. Tuttavia, nonostante la meticolosità norvegese, il clima e altri imprevisti sono all'ordine del giorno. Preventivate quindi di partire anche in notevole ritardo, complicando potenzialmente anche i piani di viaggio più organizzati. Meglio in ogni caso, se ne avete la possibilità, lasciarvi qualche giorno di tollerenza rispetto al vostro rientro, ne beneficerete indubbiamente.

Aereo

Come anticipato due sono gli aeroporti delle Lofoten, Leknes e Svolvaer. Il primo è piuttosto centrale mentre il secondo è quello presente nella capitale, il luogo dove ipotizzare di alloggiare.
Fuori dalle Isole Lofoten potreste invece valutare di atterrare a Bodø da dove un traghetto vi permetterà di raggiungerle in poco meno di 3,5 ore. La traversata, tuttavia, potrebbe anche non essere semplice piacevole da percorrere, in base al clima e alla tipologia di mare che incontrerete.

Il modo più semplice da ovunque partiate è raggiungere Oslo ma verificate giorno e orario, non escludete che vi sia la possibilità di fare scalo a Bodø ma anche a Tromsø. Sono poche infatti le compagnie in assoluto che atterrano sulle Isole Lofoten e potreste incontrare difficoltà a conciliare i vari voli di rientro. In linea di massima dalla capitale occorre un viaggio di poco più di 2 ore per raggiungere Svolvaer ma, ribadiamo, preventivate possibili scali e anche cambi di programma.
I prezzi, infine, possono essere anche piuttosto alti quindi verificate con cura il vostro percorso.

Traghetto

Già preso in considerazione per il viaggio in aereo, da Bodø si possono raggiungere le Isole Lofoten. Anche in questo caso il traghetto può ritardare oppure anche, in caso di forte maltempo, essere del tutto annullato. Se soffrite di mal di mare meglio in ogni caso evitare, anche la giornata più serena può rapidamente cambiare e le poco più di 3 ore di viaggio potranno sembrarvi davvero troppe.

 

Auto

Nonostante siano una destinazione remota, le Lofoten possono essere raggiunge anche in auto. Parte magari di un percorso per scoprire il Nord Europa, sono in molti a partire da Tromsø per poi raggiungerle. Anche se avete scelto di viaggiare in aereo sarà poi estremamente utile noleggiare una macchina, nonostante sia presente una buona rete di trasporti pubblici. Tuttavia orari e percorsi potrebbero limitarvi davvero tanto e impedirvi di visitare quanto vorreste.

Se siete cicloturisti evitate di prendere in considerazione di visitare le Lofoten in periodi diversi rispetto ai mesi estivi.  Anche guidare, se non abituati, potrebbe essere impegnativo e pericoloso.

 

Cosa vedere nelle Isole Lofoten

Svolvær

Cosa vedere alle Isole Lofoten, vista panoramica sul porto della città di Svolvaer
Vista panoramica sul porto della città di Svolvaer alle Isole Lofoten

Svolvær è la porta di accesso alle Lofoten, la capitale non ufficiale e città più grande con circa 5.000 abitanti. Città aeroportuale, si atterra allo Svolvær Airport Helle, a circa 5 km dal centro città, con voli diretti da Bodø e da Oslo, attivi solo in alta stagione.

Nonostante sia la città più grande delle isole, Svolvær è una città accogliente che rimane fondamentalmente una piccola città. L'intera cornice della città sono le alte montagne e il mare aperto, posto proprio di fronte al centro cittadino. Sceglietela come base di partenza, qui trovate il numero maggiore di opzioni per alloggi ma anche ristoranti, locali e altri servizi che potrebbero servirvi. Potrete anche scegliere di dormire in un rorbu, che vedremo subito dopo e svegliarsi al mattino pronti a visitare la città, ricca di musei e gallerie d'arte. I più avventurosi potranno ovviamente scegliere di praticare le attività sportive più classiche, come pesca o kayak.

Dormire in un Rorbu

Cosa vedere alle Isole Lofoten, Casa Rorbu
Casa Rorbu delle Isole Lofotem

A Svolvær potreste provare l'emozione di dormire in un Rorbu. Disponibile a dire il vero anche in altre isole, i rorbu sono le casa del rematore, ovvero le abitazioni utilizzate dai pescatori norvegesi.
Per velocizzare la loro attività di pesca, infatti, molti pescatori sceglievano di non fare ritorno in città o nelle loro abitazioni ma dormire direttamente sul mare. Per questa ragione in molti hanno scelto di costruire delle capanne che con il tempo sono diventate vere e proprie abitazioni in legno, tutte colorate come tipico delle abitazioni norvegesi.

I rorbu sono oggi dei dei simboli delle isole Lofoten, la classica casetta presente quasi ovunque nelle zone costiere del nord della Norvegia. Non sempre isolate, oggi i Rorbu sono stati adeguati alle esigenze turistiche e, smessi i panni di abitazione di pescatori e magazzino, sono diventati alloggi di lusso per turisti esigenti.
Li troverete anche in piccoli agglomerati con diverse dimensioni e caratteristiche.

 

Trollstigen, la scenografica strada nei fiordi norvegesi

La Trollstigen, letteralmente Strada dei Troll, è un'importante passo di montagna situato nel cuore della Norvegia e rappresenta uno dei più ambiti itinerari su asfalto...

Reine

Cosa vedere alle Isole Lofoten, villaggio Reine
Il villaggio Reine, Isole Lofoten

Più piccola ma altrettanto incantevole è Reine, borgo di pescatori collocato a sud-ovest, centro amministrativo della città di Moskenes, situata a nord rispetto il Circolo Polare Artico.

Anche qui siamo in un caratteristico villaggio con casette rosse di pescatori, con un paesaggio del Reinefjord che saprà regalare emozioni uniche. Si tratta di uno dei villaggi più fotografati della Norvegia e il suo passato lo ricorda come centro dedito al commercio via mare di baccalà e pesce. Reine è composta da tante piccole isole, connesse fra loro da altrettanti ponti, ognuna con le sue peculiarità. Qui sono presenti il maggior numero di rorbu e molti dei suoi poco più di 300 abitanti ne è proprietario di almeno una.

 

Altro da vedere alle Lofoten

Cosa vedere alle Isole Lofoten, Aurora Boreale
Aurora Boreale vista dalle Isole Lofoten

Da non perdere anche altri due villaggi nelle Isole Lofoten.

Nusfjord, noto per aver conservato interamente l'architettura unica dei suoi edifici, eretti tra le fine del XIX e l'inizio del XX secolo, e Henningsvær, collegato via terra con le altre isole dell'arcipelago solo negli anni '80. Proprio questa caratteristica ha permesso di salvaguardare sia la cultura folcloristica del luogo che il paesaggio, interamente incontaminato.

Non può mancare una gita ad Å, il paese con il nome più corto del mondo, dentro cui troviamo il Museo dello Stoccafisso, dedicato interamente alla storia ed alle tecniche della pesca norvegese.

Dedicando una parentesi alla storia, le Isole Lofoten hanno avuto uno stretto legame con la popolazione vichinga. Da non perdere nelle Isole Lofoten è il Museo Lofotr, dedicato interamente all'epoca vichinga, con numerosi documenti e cimeli collegati alla storia storia di questa popolazione nel territorio delle Isole Lofoten. Inoltre, a Borg sono stati rinvenuti i resti della più grande abitazione privata costruita durante il periodo vichingo, le cui misure superano, solo in lunghezza, gli 80 metri.

Aggiungendo anche il sole di mezzanotte e l'aurora boreale, le Isole Lofoten rappresentano la meta turistica perfetta per gli appassionati di escursioni, di paesaggi e panorami in generale. Altra attrazione imperdibile alle Isole Lofoten è La strada turistica delle Lofoten, un percorso lungo circa 250 km, con partenza da Raftsundet ed arrivo ad Å, lungo cui è possibile godere dei principali luoghi dell'arcipelago.

Continua a scoprire la Norvegia