Isole Cayman, paradisi caraibici o fiscali?

Guida alle Isole Cayman, cosa vedere nel paradisiaco arcipelago caraibico, inserito all'interno dei Territori d'Oltremare del Regno Uniti. Le tre piccole isole poco distanti da Cuba hanno molto da offrire in termini turistici. Grand Cayman, Brac Cayman e Little Cayman sono i loro nomi. Gli appassionati di snorkeling e diving trovano qui un mare dalle acque eccezionalmente limpide e ricche di fauna ittica. Tra le cose da vedere sulle Isole Cayman segnaliamo la capitale George Town e il suo castello. Tra le cose da non perdere sulle Isole Cayman ricordiamo, inoltre, la Nostromo’s Beach su Grand Cayman, la Cayman Turtle Farm e la Seven Mile Beach, una delle spiagge più belle dei Caraibi. Da non perdere anche i numerosi musei e le Grotte di Cristallo. Ecco cosa vedere alle isole Cayman.7 min


Guida alle Isole Cayman

Guida delle isole Cayman

icona-articoloPiù note come paradisi fiscali che come destinazione turistica, le isole Cayman sono la perfetta rappresentazione della natura caraibica. Esse si trovano nel cuore dei Caraibi e sono tre piccole isole non lontane da Cuba.

A 772 chilometri a sud-ovest delle coste di Miami, nel mar delle Antille, si trova l’arcipelago delle Cayman, a sud di Cuba e a nord-ovest della Giamaica.
Il suo territorio è composto da tre isolette tra cui la più sviluppata, Grand Cayman, è posizionata a ben 150 km di distanza dalle altre due.

Grand Cayman, Brac Cayman e Little Cayman sono i loro nomi ed esse sono la mecca degli appassionati di snorkeling e diving che qui trovano un mare dalle acque eccezionalmente limpide e ricche di fauna ittica.

I tre graziosi atolli sono impreziositi da una natura rigogliosa ed a tratti selvaggia che li rende un vero angolo di paradiso, con le loro affascinanti attrattive capaci di soddisfare le aspettative di chi cerca una vacanza all’insegna del relax e di chi preferisce il divertimento.

Introduzione alla guida delle isole Cayman

Cenni geografici e storici

Cosa vedere alle isole Cayman

Nell’atollo Grand Cayman ha sede la capitale delle isole Cayman, George Town mentre gli altri due atolli, Little Cayman e Cayman Brac sono più piccoli e unicamente dedicati al relax e al divertimento.
Le isole sono state scoperte da Colombo nel 1503 e diede loro il nome di Las Tortugas, dalla quantità di tartarughe marine che hanno scelto le isole come loro habitat naturale.
Conquistate dagli inglesi, le Cayman sono sotto la giurisdizione del Regno Unito dal 1670.
Una vacanza alle isole Cayman vi permetterà di rilassarvi in una delle tante magnifiche spiagge oppure praticare le tante attività outdoor da svolgere nell’acqua.

Cristoforo Colombo e le Isole Cayman

Stingray City, Isole Cayman

Il primo europeo a scoprire le isole Cayman fu Cristoforo Colombo, il 10 maggio 1503. In seguito ad una tempesta venne dirottato dalla rotta per Hispanola.

Egli non sbarcò sulle isole con l’intento di esplorarle, eppure rimase affascinato dalle numerose tartarughe che popolavano le isole. Dopo un centinaio di anni le isole vennero  ribattezzate con il nome di “las Caymanas”, nome derivante dal nome in lingua caribe dei rettili altrettanto numerosi sulle isole.

Nel XVI secolo, i marinai olandesi, inglesi spagnoli e francesi facevano tappa su queste isole per far scorta d’acqua e di cibo, catturando tartarughe che erano ottimo cibo per i viaggi lunghi.
Le isole Cayman non vennero rivendicate da nessuno e passarono sotto la giurisdizione Inglese.

Essendo la Giamaica colonia inglese, vennero mandati numerosi Giamaicani a costruire abitazioni e zone di commercio per vendere tartarughe, acqua, cocco e verdure ai marinai. Le isole Cayman svilupparono così un’economia marittima. Gli abitanti dell’isola salvarono molti marinai naufragati e recuperarono il legno delle navi per costruire case.

Le isole continuarono a rimanere dipendenti dalla Giamaica fino al 1959, quando poi nel 1962 la Giamaica ottenne l’indipendenza dall’Inghilterra, le Cayman decisero di rimanere territorio Britannico d’Oltremare.

Cosa vedere alle Isole Cayman

La capitale delle isole Cayman, George Town

George Town, Cayman

George Town è la capitale dell’isola di Gran Cayman ed è da qui che è consigliabile iniziare il tour dell’arcipelago. Subito riconoscibile lo stile coloniale diffuso tra le costruzioni della città, caratterizzata anche dalla gran quantità di colori che circolano tra strade e negozi.
Si trova nella parte a ovest dell’isola e ha un clima tropicale la cui media annuale si aggira intorno ai 28°.

– Cosa vedere a George Town

George Town, turisti

Il Museo Nazionale delle Isole Cayman è indubbiamente uno dei momenti più interessanti per scoprire la storia delle Cayman. Ospitato in uno degli edifici più antichi dell’isola e aperto nel 1990, in questo museo sono conservati documenti e raccolte anche fotografiche che raccontano la vita del luogo. E’ il luogo ideale per scoprire lo stile di vita locale e comprendere meglio gli abitanti delle Cayman.

Impossibile non visitare Heroes’ square, il luogo dove vengono onorati gli eroi nazionali. In effetti in un luogo tanto piccolo l’idea di avere degli eroi nazionali non è così consueta. Al momento in tutta la piazza è presente solo una statua, quella di James Mannoah Bodden. Il conferimento avvenuto post-mortem nel 1994 è quindi il primo, e ancora unico, ed è acclamato in quanto ‘condottiero’ delle Cayman vero un percorso di progresso e modernità.

Il Fort George rientra tra le cose da vedere a George Town, anche se oggi è rimasto ben poco da osservare. La sua costruzione avvenne alla fine del XVIII secolo seguendo uno stile tipicamente inglese con delle aperture in grado di ospitare diversi cannoni.
La struttura venne probabilmente realizzata per difendere le Cayman dagli attacchi spagnoli presenti a Cuba. Più recentemente è invece stata utilizzata come strumento di controllo durante la Seconda Guerra Mondiale come verifica della presenza di sottomarini tedeschi.

OneMag-logo
George Town, la piccola grande città dalle mille attrazioni

– Il Pedro Castle a George Town

George Town, Pedro CastleTra le altre cose da vedere a George Town troviamo anche una struttura davvero imponente, Pedro Castle. Nata nel 1780 come prigione, venne in seguito trasformata in Tribunale e quindi come sede principale del Parlamento. Oggi invece è un museo e l’intero edificio ha per gli abitanti un valore simbolico estremamente importante.

Viene infatti considerato come l’edificio simbolo della democrazia. Proprio qua, infatti, vennero eletti i membri del governo locale ma è anche il luogo dove venne legiferata, quando l’edificio era il Parlamento, l’abolizione della schiavitù.
Semplice comprendere l’importanza di questo edificio per il popolo delle Cayman.

I Musei delle Isole Cayman

Little CaymanTra le cose da vedere alle Cayman non perdetevi la loro storia. Anche se è comprensibile che siate attirati dal mare cristallino e dalle magnifiche spiagge, ritagliatevi del tempo per scoprire qualcosa di più sulle Cayman.
Ecco alcuni dei musei che potreste scegliere per scoprire i diversi aspetti del territorio delle Cayman.
Tutti i musei citati sono nella Gran Cayman.

  • Museo Nazionale: il già citato Museo Nazionale è collocato all’interno del più antico edificio pubblico delle Cayman, e il suo interessante percorso culturale racconta la storia naturale e culturale delle isole, anche attraverso mostre e progetti interattivi;
  • Mission House: sito a Bodden Town, il museo racconta l’arrivo dei primi coloni dell’isola, dalla scoperta di Colombo in poi, con l’arrivo di marinai europei che colonizzarono l’isola, rivendicata poi dagli inglesi;
  • Galleria nazionale: la cultura ai massimi livelli nella National Gallery con una spettacolare collezione d’arte che illustra l’essenza della vita nelle Cayman;
  • Cayman Motor Museum: gestito da Andreas Ugland, ingegnere navale e armatore norvegese scomparso nel 2019, il museo ha una importante collezione di auto e moto di provenienza mondiale, alcune delle quali estremamente rare e anche pezzi unici. Qui è anche esposta l’originale Batmobile, oltre che la storia dei veicoli a motore con dipinti e fotografie.
OneMag-logo
Isole Cayman, l’arcipelago a sud di Cuba

Cosa fare nelle Isole Cayman

Cosa fare nelle isole Cayman

Che si sia scelto Grand Cayman oppure le altre due isole, Cayman Brac e Little Cayman, non avrete che l’imbarazzo della scelta.
Qui il mare dei Caraibi raggiunge una profondità di 7600 metri e le tre isole, simili quasi alla punta di montagne sottomarine emerse, sono nelle vicinanze della più grande depressione sottomarina. Ovvio che tutti e tre gli atolli sono ottimi per gli appassionati di sub ma anche di snorkeling.

Gli amanti delle immersioni saranno sicuramente attratti da Stingray City che è in assoluto l’attrazione più gettonata, con oltre centinaia di pastinache che si lasciano avvicinare ed accarezzare sott’acqua.
Se le immersioni non fanno per voi, niente paura. Non dovrete di certo privarvi delle meraviglie del fondo: salite su una barca dal fondo trasparente oppure, per qualcosa di più esclusivo, su dei mini sottomarini che raggiungono i 30 metri di profondità. Senza nemmeno bagnarvi avrete modo di comprendere perchè la metà è cosi tanto apprezzata anche per il suo fondale marino.

Caverne di Cristallo, lo spettacolo naturale delle Cayman

Le Caverne di Cristallo sono una delle più importanti attrazioni naturali delle Cayman. Sebbene di grotte marine nei caraibi ve ne siano a migliaia, le Caverne di Cristallo spiccano per importanza tra tutte, perlopiù per un fattore di pura bellezza.
Alcune aree delle Caverne di Cristallo, le più accessibili, si presentano egregiamente illuminate da luce solare, grazie alle grandi cavità superiori.

Tuttavia ciò che rende davvero scenografiche le Caverne di Cristallo sono le grotte semi-chiuse, bagnate dalle acque turchesi del Mar dei Caraibi che riflettono su tutte le pareti i leggeri raggi solari.
Seppur vi sia una presenza di roccia calcarea, da cui si formano innumerevoli stalattiti e stalagmiti, alle Caverne di Cristallo cresce rigogliosa una fitta vegetazione tropicale.
La flora, in particolare, caratterizza le grotte per i propri colori e profumi, oltre che per attirrare un’altrettanto variopinta avifauna, composta da esotici uccelli dalle mille sfumature.

Per visitare le Caverne di Cristallo è possibile prendere parte a un tour guidato, dalla durata che può variare dall’ora e mezza sino alle tre ore, circa, e che permette di scoprire anche i più remoti e nascosti angoli delle grotte.

Altre mete delle isole Cayman

Seven Mile Beach, Isole Cayman
Seven Mile Beach

Seven Mile Beach è una delle spiagge più belle dei Caraibi, caratterizzata dai blow holes, forme di erosione sottomarina che generano piccoli geyser. Tutt’intorno decine di pesci colorati e distese di coralli.
E’ inoltre a pochi minuti di taxi dall’approdo delle navi da crociera di George Town e quindi particolarmente frequentata. Una volta arrivati troverete una spiaggia attrezzata ( dal costo di un paio di dollari per l’accesso, mentre per ombrellone e lettino il prezzo sale decisamente) sicuramente bella e probabilmente la più affascinante di tutta questa parte dei Caraibi.

Un’altra meta interessante è la Nostromo’s Beach su Grand Cayman o anche la Cayman Turtle Farm, con le sue 11 mila tartarughe marine verdi. Mentre un’avventura davvero particolare è quella del programma di recupero della Iguana Azzurra, vicino al Parco Botanico, nel centro di Gran Cayman.
Il Queen Elizabeth II Botanic Park è infatti un luogo di una bellezza naturale unita a storia e cultura. Un tradizionale giardino delle Cayman con una esposizione floreale esotica. Ideale per trascorrere un paio d’ora ma anche una giornata intera.

OneMag-logo
Little Cayman, la più piccola delle isole Cayman

Consigli pratici per le isole Cayman

Little Cayman

Per rendere indimenticabili le giornate trascorse alle Cayman, bisogna sfruttare le prime ore della giornata godendo del sole e del mare. La sera è opportuno pensare alla cena nei locali della zona dove assaggiare le specialità a base di pesce e crostacei.

Delle tre isole, Little Cayman è sicuramente la più tranquilla. Qui ci sono solo 170 abitanti e regna sovrana la quiete, grazie alla quale godere di un soggiorno in pieno relax. Inoltre qui come sulle altre due isole, la temperatura media è abbastanza alta e rimane costante per l’intero anno. Questo significa che ogni momento è buono per un eventuale vacanza, anche se è preferibile optare per il periodo compreso tra febbraio e maggio, mesi più secchi con piogge scarsissime.

L’alta stagione turistica da queste parti è concentrata da poco prima di Natale per terminare intorno alla fine di aprile, quindi nella stagione secca. La stagione delle piogge qua invece è considerata da maggio fino a dicembre. Rimane comunque un periodo valido per visitare le isole Cayman. Naturalmente preparatevi alle pioggie ma anche ai prezzi più accessibili, alle spiagge meno affollate e ai locali piuttosto vuoti.
Attenzione ai temporali, spesso si concludono in pochi minuti rendendo quindi valida l’idea di andare fuori stagione ma prestate la massima allerta: a volte i temporali possono trasformarsi in uragani.

Non resta che prenotare e prepararsi a visitare uno dei paesi tropicali più belli al mondo facendo scorta di immagini e sensazioni che rimarranno bene impressi nella memoria da viaggiatori, quella sempre vivida ed affamata.


 


Like it? Share with your friends!