Isole Cayman, l’arcipelago a sud di Cuba

Isole Cayman, l'arcipelago a sud di Cuba composto da 3 isole e paradiso per i sub che qua arrivano da tutto il mondo. Ecco le Cayman

Guida delle isole Cayman

icona-articoloA 772 chilometri a sud-ovest delle coste di Miami, nel mar dei Caraibi Occidentali, si trova l’arcipelago delle Cayman.
Territorio Britannico oltremare, composto da tre isolette, ciascuna con le proprie peculiarità.
La più sviluppata è l’isola –Grand Cayman– a 150 chilometri dalle altre due isole.

Cosa vedere nelle Isole Cayman

Le isole Cayman Brac e Little Cayman

Little Cayman

A nord-est troviamo invece le due isole meno sviluppate: Cayman Brac e ⇒ Little Cayman.

Li dove il mare dei Caraibi raggiunge una profondità di 7600 metri, sorgono le isole Cayman, simili alla punta di montagne sottomarine emerse.
Essendo collocate nelle vicinanze della più grande depressione sottomarina, le pareti reef che circondano le Cayman attraggono sub da tutto il mondo.

Per questo motivo le Cayman al momento solo le mete più ricercate da sub grazie alla rigorosa politica di conservazione marina. Stingray City rimane l’attrazione sottomarina più gettonata, con oltre centinaia di pastinache che si lasciano avvicinare ed accarezzare sott’acqua.

Per chi invece non è amante delle immersioni, le isole sono dotate di barche dal fondo trasparente e di mini sottomarini che raggiungono i 30 metri di profondità, per poter comunque godere delle meraviglie marine delle isole Cayman.

Cristoforo Colombo e le Isole Cayman

Stingray City, Isole Cayman

Il primo europeo a scoprire le isole Cayman fu Cristoforo Colombo, il 10 maggio 1503. In seguito ad una tempesta venne dirottato dalla rotta per Hispanola.

Egli non sbarcò sulle isole con l’intento di esplorarle, eppure rimase affascinato dalle numerose tartarughe che popolavano le isole, tanto da chiamarle Las Tortugas. Dopo un centinaio di anni vennero però ribattezzate con il nome di
las Caymanas”, nome derivante dal nome in lingua caribe dei rettili altrettanto numerosi sulle isole.

Nel XVI secolo, i marinai olandesi, inglesi spagnoli e francesi facevano tappa su queste isole per far scorta d’acqua e di cibo, catturando tartarughe che erano ottimo cibo per i viaggi lunghi.
Le isole Cayman non vennero rivendicate da nessuno e passarono sotto la giurisdizione Inglese.

Essendo la Giamaica colonia inglese, vennero mandati numerosi Giamaicani a costruire abitazioni e zone di commercio per vendere tartarughe, acqua, cocco e verdure ai marinai. Le isole Cayman svilupparono così un’economia marittima. Gli abitanti dell’isola salvarono molti marinai naufragati e recuperarono il legno delle navi per costruire case.

Le isole continuarono a rimanere dipendenti dalla Giamaica fino al 1959, quando poi nel 1962 la Giamaica ottenne l’indipendenza dall’Inghilterra, le Cayman decisero di rimanere territorio Britannico d’Oltremare.

 

Condividi su: