Condividi su:

Isola di Sylt, Germania

Leggi tutti gli articoli della Germania
Mappa dell'Isola di Sylt, Germania
Mappa dell’Isola di Sylt, Germania

Icona articolo onemagNell’estremo nord della Germania, immersa tra le acque del Mare del Nord, si erge elegante la piccola e suggestiva Isola di Sylt. Nota meta turistica, una delle più importanti di carattere balneare nel Nord Europa, l’Isola di Sylt presenta un’estensione di circa 99 chilometri quadrati per un’ammontare della popolazione di 21 mila residenti stabili. È soprattutto a partire dai primi anni del 2000 che questa isola ha iniziato a svilupparsi nel turismo di massa, fino ad allora prediletta più da turisti alla ricerca di luoghi alternativi e incontaminati.

Non stupisce, inoltre, che questa isola glamour sia anche soprannominata la “Regina del Mare del Nord”. Basta uno rapido sguardo per contemplare la bellezza davvero senza eguali dell’Isola di Sylt, dove il fascino del Nord Europa assume un carattere paradisiaco. In tempi remoti, questa isola era parte integrata della penisola dello Jutland, che si estende lungo parte della Germania e della Danimarca e che ancora oggi è chiaramente visibile la sua posizione al confine con i due paesi.

I processi di erosione del terreno, nel corso del tempo, staccarono l’odierna isola fino alla sua forma e posizione attuale. Questi processi di erosione sono presenti ancora oggi, ma le variazioni sono così minime da essere impercettibili. L’isola di per sé non vanta un particolare patrimonio artistico, piuttosto riesce a distinguersi da tutte le altre mete insulari del Nord Europa per il suo grande fascino, in grado di stupire anche il più esperto dei viaggiatori. È giunta l’ora di partire insieme in questo indimenticabile viaggio: ecco cosa vedere (e fare) all’Isola di Sylt, in Germania.

OneMag-logoLink-uscita icona OneMag-logo
Link-uscita icona Vacanze estive ad Amburgo, ecco cosa fare

Cosa vedere a Sylt: l’isola chic amata dal jet set tedesco

Cosa vedere a Sylt: l'isola chic amata dal jet set tedesco
Cosa vedere a Sylt: l’isola chic amata dal jet set tedesco

L’Isola di Sylt abbiamo già visto essere la Regina del Mare del Nord. Questo prestigioso titolo, assegnato dalla più severa delle giurie, quella data dai suoi turisti, ci suggerisce di ritrovarsi in un luogo incantevole e dal forte carattere, in grado di regalare ricordi indelebili a chi la sceglie come meta vacanziera. Nonostante non sia la più grande delle isole nel Mare del Nord, Sylt vanta una dimensione abbastanza discreta, di 99 chilometri quadrati, con un ammontare complessivo di 21 mila abitanti.

Che sia per una fuga romantica nel fine settimana o per una lunga vacanza in famiglia, Sylt è in grado di soddisfare e intrattenere i visitatori a lungo, grazie a una discreta lista di siti d’interesse. Il nostro itinerario consigliato ha come prima tappa il Westerland, il principale centro dell’Isola di Sylt, da cui si può percorrere la ben nota Friedrichstraße, incantevole via dello shopping, che sorge giusto accanto alla spiaggia, ricca di bistrot e club.

Kamopen è invece la seconda tappa che abbiamo scelto per questo itinerario, una piccola e graziosa località, a tal punto bella da essersi guadagnata il soprannome de Saint-Tropez del Nord, con un buona offerta di locali alla moda e agriturismi tipici. Noi suggeriamo di dedicare un pomeriggio abbondante in rassegna alla visita di Kamopen, così da intrattenersi prima della successiva tappa. Non perdetevi una visita alla sua splendida Scogliera Rossa, un luogo ricco di grande fascino.

È vero, l’Isola di Sylt ha un aspetto ben diverso da quello che comunemente si può vedere nel resto della Germania. Tuttavia, anche questa porzione di Germania conserva alcune tradizioni tipiche tedesche, come quelle legate al consumo di birra, imprendibile anche all’Isola di Sylt. Viceversa, Sylt custodisce alcuni luoghi di grande fascino e stupore che la rendono una destinazione davvero unica nel suo genere. Il più incantevole è forse il villaggio di Hornum, piccolo nelle dimensioni ma incredibilmente bello, caratterizzato da qualche piccola abitazione dall’architettura caratteristiche e dominato dal suo faro rosso e bianco, che quasi ci trasporta dentro un racconto marinaio dal sapore nostalgico.

Una delle tradizioni locali che più risultano interessanti è il Biikebrennen, un grande falò che viene accesso solitamente nel mese di febbraio. Le enormi fiamme che si sollevano, per la tradizione folcloristica locale, servono per scacciare gli spiriti maligni che pervadono l’isola. Fuori dal fascino e suggestione data dalla storia legata al Biikebrennen, con la sua storia e tradizione secolare, anche la sola accensione del fuoco è uno spettacolo pirotecnico senza eguali nel Nord Europa.

OneMag-logo
Link-uscita icona Skagen, Danimarca | Cosa vedere a Skagen

Cosa fare sull’Isola di Sylt

Villaggio di Hornum sulla costa meridionale dell'isola di Sylt, Germania
Villaggio di Hornum sulla costa meridionale dell’isola di Sylt, Germania

Visitati tutti i principali luoghi d’interesse dell’Isola di Sylt è giunto il momento di dedicarsi a quelle che sono le varie attività che meritano essere vissute durante la propria permanenza. Il mare e le spiagge sono la principale prerogativa turistica di Sylt. I lunghi litorali sabbiosi che costeggiano la rigogliosa natura sono teatro di un’affascinante spettacolo davvero caratteristico: in alcuni tratti, infatti, la spiaggia è completamente ricoperta da sedie e sdrai, solitamente bianche e blu, in cui potersi rilassare in compagnia dei propri compagni di viaggio.

Il mare che bagna le spiagge, invece, è particolarmente apprezzato per gli sport acquatici. Risultano di particolare interesse il surf e il windsurf, grazie al mare movimentato, tanto che Sylt è spesso sede di gare e competizioni, dalle più piccole di portata locale alle più grandi con partecipanti provenienti da tutto il mondo. Le acque del Mare del Nord sono perlopiù indicate ai surfisti con almeno minima esperienza, tuttavia i neofiti possono cimentarsi per la prima volta nello sport con l’aiuto di alcune scuole presenti in tutta l’isola.

Il clima di Sylt risulta essere particolarmente mite nonostante la latitudine molto alta. Le calde giornate, poco umide mediamente, sono però soggette a venti costanti e talvolta poco piacevoli. Le località balneari, a fronte della situazione climatica, si sono attrezzate per dare protezione ai propri ospiti, senza che però rinuncino al relax in spiaggia. Sono tipiche di questi posti gli Strandkorb, delle particolari cabine che, all’occorrenza, possono permette agli ospiti sia di godersi il bel sole limpido, sia di proteggersi dal vento e dalla pioggia improvvisa, grazie a un sistema efficiente di chiusura autonoma.

Sylt non è solo mare e spiaggia. Gli amanti della natura, infatti, possono stare tranquilli: anche per voi l’Isola di Sylt è la meta perfetta. Infatti, il turismo di massa qua non ha mutato il paesaggio naturalistico, ricco di vegetazione verde smeraldo, ma anzi, ha permesso di tutelarlo. Il volto più selvaggio di Sylt cela una vasta scelta di percorsi, tra sentieri e piste ciclabili, che si addentrano nell’entroterra incontaminato, attraversando l’isola e giungendo alle sabbiose coste, in alcuni punti caratterizzate da alte dune suggestive.

Per terminare, è impossibile non segnalare la ricca cultura gastronomica del posto. Tante sono le taverne e i ristoranti in cui potersi cimentare a gustarsi le pietanze tipiche del posto, premiate per la loro qualità e ricercatezza. Il piatto forte del posto è indubbiamente il pesce fresco servito direttamente nei bistrot sulla spiaggia. Molto gustoso è anche la carne di agnello e il dessert tipico di questa regione, il Rote Grütze.


 

Condividi su: