Cosa vedere sull’Isola di Ponza

Tutti gli articoli della provincia di Latina

Cosa vedere a Ponza, mappa

Icona articolo

L’isola di Ponza è una delle isole che compongono le Isole Pontine, note anche come Isole Ponziane, sei piccole meraviglie nel Golfo di Gaeta. L’isola di Ponza è anche uno tra i borghi del Lazio da non perdere, grazie alle sue bellezze naturali che comprendono anche alcune tra le spiagge da preferire se si è in vacanza da queste parti.

L’isola si trova proprio di fronte a San Felice Circeo e a una cinquantina di km dal Parco Nazionale del Circeo. Arrivarci è molto semplice: basterà salire su uno dei tanti traghetti e aliscafi che partono quotidianamente da Anzio, Napoli, Terracina o Formia. In estate sono numerosi le imbarcazioni che permettono di raggiungerla.
L’Isola di Ponza è vicina a Zannone e a Palmarola, facilmente raggiungibili in barca.

 

Cosa vedere a Ponza e dintorni

Cosa vedere a Ponza, panorama
L’attrazione principale da vedere a Ponza sono naturalmente le sue spiagge, oltre 40 km di coste ricche di calette, scogliere, grotte sommerse e spiagge.
Prima di scoprirle però merita ricordare che la storia di Ponza risale al tempo dei greci e dei romani, entrambi civiltà che le hanno governato e che hanno lasciato numerosi reperti ancora oggi parzialmente visibili, come le due necropoli e i resti di due ville romane.

Sempre del periodo romano meritano una visita le numerose cisterne distribuite nel territorio. Inserite se avete fretta tra le cose da vedere a Ponza la Cisterna Romana della Dragonara, un ingegnoso sistema di raccolta dell’acqua piovana. La sua visita è possibile esclusivamente con un tour guidato che prevede una passeggiata lungo dei corridoi sotterranei, illuminati giusto per permettere la visita.

Se volete invece avere un’idea della bellezza dell’Isola di Ponza, salite sulla cima del Monte Guardia dove potrete godere di una impagabile vista sull’interno arcipelago pontino. Aggiungete quindi tra le cose da vedere a Ponza il Faro del Monte della Guardia, raggiungibile attraverso un sentiero scavato nella roccia nella località Punta della Guardia. Siamo in quello che è definito il simbolo della città, la sua costruzione risale al 1886 e per lungo tempo è rimasto in funzione con diversi operatori che si alternavano per illuminare il tratto di costa e permettere alle imbarcazioni di raggiungere in sicurezza l’isola. Dalla metà degli anni Settanta il faro è automatizzato ma è ancora operativo mediante il sistema a valvole solari anche se questo ha purtroppo degradato l’edificio, attualmente in stato di abbandono.

Torniamo nuovamente nel centro urbano per visitare il Giardino Botanico, ricco di fiori e perfetto per una passeggiata con i più piccoli. In caso di pioggia potreste valutare anche il Museo della Santa Lucia, il piroscafo affondato nel 1943 a Ventotene dopo essere stato colpito con una bomba.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Gaeta, antico fascino affacciato sul Tirreno

Le spiagge di Ponza

Le spiagge di PonzaPonza è ricca di spiagge o calette che possono essere raggiunte a piedi o in barca. Tuttavia tra le tante spiagge sono poche quelle raggiungibili a piedi ma tutte sono tipicamente inseririte in un contesto tipico mediterraneo in grado di offrire alcune tra le emozioni più forti di una vacanza tipicamente balneare.

Ecco quindi alcune tra le spiagge che meritano di essere assolutamente inserite tra le cose da vedere a Ponza:

 

  • Spiaggia del Frontone: La spiaggia più affollata di tutta l’isola ma anche quella dove il divertimento è assicurato. La ragione di tanta frequenza è dovuta ai collegamenti marittimi in partenza dal porto principale che, con una spesa minima, conducono proprio sulla spiaggia. La Spiaggia del Frontone di Ponza è tra le più attrezzate e aperta fino a tarda notte grazie ai locali che rimangono aperti fino a notte inoltrata.
  • Spiaggia Chiaia di Luna: Siamo nella più nota spiaggia di Ponza, una grande baia caratterizzata da uno sfondo accecante derivato da una enorme parete di tufo. Accessibile unicamente via mare, la Spiaggia Chiaia di Luna era già frequentata nei tempi degli antichi Greci, che la utilizzavano come approdo, grazie alla sua conformazione geologica che permetteva un riparo piuttosto certo.
  • Cala Feola: Questa piccola spiaggia si caratterizza per le sue acque, che si presentano particolarmente cristalline e pulite. Nei dintorni di Cala Feola vi sono numerosi ristoranti e mercati del pesce, laddove è possibile gustare alcune delle pietanze migliori dell’isola.
  • Spiaggia delle Felci: Verosimilmente alle precedenti spiagge, anche quella delle Felci vanta acque cristalline. La peculiarità più evidente è la ricca presenza di fauna marina: tanti pesci colorati popolano le calme acque al largo della spiaggia delle Felci.

Ultimo aggiornamento 4 agosto 2021