0
Condividi su:

Il Circolo d’Oro
Bellezze naturali dell’Islanda

icona-articoloLontano dai tour delle grandi città, proiettato verso le bellezze naturali e paesaggistiche, troviamo il turismo ambientale che permette di scoprire e conoscere spettacoli spontanei ed inimitabili che rendono suggestive ed uniche certe vacanze.

Il Circolo d’oro in Islanda rientra proprio in questa categoria di turismo e permette di entrare in contatto con alcuni dei paesaggi più emozionanti e sorprendenti dell’isola.

Il Parco Nazionale Thingvellir

Islanda, Parco Thingvellir

Il parco nazionale Thingvellir è solitamente la prima tappa del tour nel Circolo d’oro.
E’ contemporaneamente un sito di importanza storica ed ambientale. Era, infatti, la sede dell’antico parlamento islandese, fondato nel 930, che pare essere anche il più antico del mondo.

Il Parco nazionale venne creato nel 1930 e qui, il 17 giugno 1944 venne proclamata l’indipendenza dell’Islanda.
Il Parco è stato dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
Da ammirare la spaccatura tra le placche continentali, particolarmente evidente nella gola di Almannagjá.

Il lago Thingvallavath, il più grande bacino naturale d’Islanda, da la possibilità di nuotare nella faglia di Sifra, cioè proprio nella spaccatura tra le placche continentali eurasiatica e americana.
L’acqua del lago è molto fredda, ma ha una visibilità sino a 100 metri e questo la rende un’esperienza di immersione straordinaria per gli appassionati di diving.

L’ingresso al Parco di Thingvellir è libero così come al suo centro multimediale che illustra le caratteristiche della storia e della natura del luogo. Il centro è aperto da marzo a novembre con orario 9-17, da giugno ad agosto dalle 9 alle 19.

OneMag-logo
Harpa Concert Hall, il fascino moderno dell’Islanda

I Geysir

Geyser in Islanda

Un’importanza particolare spetta al Grande Geysir, signore della zona dei getti d’acqua sotterranea. L’Islanda ospita molti dei geyser presenti sull’intero pianeta, e molti di essi si trovano proprio nella valle di Haukadalur, nel Circolo d’oro.

Tra tutti spicca proprio il Grande Geysir, è il più famoso del mondo e quello che ha dato il nome a tutti i fenomeni di questa categoria.
La formazione del Geysir risalirebbe al 1294.

Accanto a lui c’è il più piccolo Strokkur che erutta regolarmente ogni 4-8 minuti. Geysir, invece, dopo essere stato capace di innalzare colonne di acqua sino a 60 metri, oggi è quasi completamente inattivo.
Qualcuno attribuisce ai turisti la mancata attività, con sassi lanciati nella bocca, altri invece agli scienziati americani che per anni hanno buttato sapone nel cratere per studiarne l’intensità delle eruzioni.
Qualunque sia la ragione, oggi è perlopiù stabile e la sua visita è completamente gratuita, da associare con il vicino museo multimediale Geysisstofa.

La cascata di Gullfoss

Gullfoss, cascata in Islanda

Gullfoss è la terza attrazione del Circolo d’oro ed è una delle cascate più belle d’Islanda.
Il suo doppio salto arriva in un canyon piuttosto stretto, creando un effetto straordinario, soprattutto nelle belle giornate di sole.

Negli anni venti dello scorso secolo, la cascata fu interesse di alcuni investitori stranieri.
Era infatti loro intenzione di usufruire la cascata per ricavarne l’energia idroelettrica.
Il proprietario del terreno, tuttavia, non volle vendere il terreno e gli imprenditori si rivolsero al governo islandese, il quale autorizzò l’esproprio.
La figlia del proprietario non si diede per vinta e come risposta all’esproprio minacciò di buttarsi nelle gelide acque, se i lavori non fossero immediatamente interotti.
Nonostante l’intenzione degli imprenditori di voler nuovamente ricorrere alle vie legali e alla ulteriore nuova vittoria, decisero di rinunciare definitivamente al progetto. L’opinione pubblica era oramai contraria e sarebbe stato difficile realizzare una attività proficua commercialmente con queste premesse.

Oggi la cascata è interamente visitabile e, grazie a numerosi sentieri che si inerpicano nei dintorni, è possibile ammirarla frontalmente o dalla sua sommità.

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0