Islanda, un tour nel Circolo d'Oro

Islanda, un tour nel Circolo d’Oro


Condividi su:

Circolo d’Oro,
il Golden Circle dell’Islanda

Tutti gli articoli dell’Islanda

Mappa dell'Islanda con evidenziato il tracciato della Ring Road (o Route 1)

icona-articoloIl Circolo d’oro dell’Islanda, meglio noto come Golden Circle, è un percorso di circa 300 km che, partendo dalla capitale Reykjavik, raggiunge tre dei principali punti di interesse dell’Islanda. Nonostante un chilometraggio tutto sommato non eccessivo, la durata di questo itinerario potrebbe tranquillamente richiedere un’intera giornata di tempo. Il tutto dipende infatti da quanto tempo si è deciso di dedicare a ogni singola attrazione, considerando che noi tratteremo unicamente le tre principali, quelle per cui il Circolo d’oro dell’Islanda è noto.

Ecco le attrazioni che vengono percorse nel Golden Circle:

  • Il Parco nazionale Thingvellir
  • I Geysir
  • La cascata di Gullfoss

 

Pronti quindi a scoprire il meraviglioso itinerario del Circolo d’oro d’Islanda?

 

Il Circolo d’oro, l’itinerario

 

Il Parco Nazionale Thingvellir

Circolo d'oro in Islanda, Parco nazionale Thingvellir

Il parco nazionale Thingvellir è la prima tappa del tour nel Circolo d’oro. Si parte dalla capitale e si percorre la strada statale che conduce al Þingvellir National Park iniziando fin da subito a scoprire le meraviglie tipiche dell’Islanda con le sue vallate e le montagne con la cima innevata. Il luogo che stiamo andando a visitare non è unicamente un grande punto di riferimento naturale: questa è infatti stata la prima sede del Parlamento Islandese, fondato nel 930, che pare essere anche il più antico del mondo.

Il Parco nazionale è stato creato nel 1930 e qui, il 17 giugno 1944 venne proclamata l’indipendenza dell’Islanda. Oggi inserito tra i Patrimoni dell’Umanità UNESCO, il parco nazionale Thingvellir è perfetto anche per coloro che amano le immersioni o lo snorkeling. Questo grazie al lago Thingvallavath, il più grande bacino naturale d’Islanda, che offre la possibilità di nuotare nella faglia di Sifra, cioè proprio nella spaccatura tra le placche continentali eurasiatica e americana. L’acqua del lago è molto fredda, ma ha una visibilità sino a 100 metri e questo la rende un’esperienza di immersione straordinaria per gli appassionati di diving.

Imperdibile anche la spaccatura tra le placche continentali, particolarmente evidente nella gola di Almannagjá. Se volete avere un’assaggio di quello che vi attenderà alla conclusione del vostro tour del Golden Circle allora prendetevi del tempo per visitare la cascata di Öxarárfoss. L’ingresso al Parco di Thingvellir è libero così come al suo centro multimediale che illustra le caratteristiche della storia e della natura del luogo. Il centro è aperto da marzo a novembre con orario 9-17, da giugno ad agosto dalle 9 alle 19.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Harpa Concert Hall, il fascino moderno dell’Islanda

I Geysir

Il Circolo d'oro in Islanda, i Geyser

La prossima tappa del Golden Circle è ai Geyser di Haukaladur. L’Islanda ospita molti dei geyser presenti sull’intero pianeta, e molti di essi si trovano proprio nella valle di Haukadalur, nel Circolo d’oro. Siamo a circa 60 km dal Parco Nazionale di Thingvellir dove troviamo due geyser, il Grande Geysir e lo Strokkur. Il Grande Geysir, è il più famoso del mondo e quello che ha dato il nome a tutti i fenomeni di questa categoria. La formazione del Grande Geysir risalirebbe al 1294. Geysir, invece, dopo essere stato capace di innalzare colonne di acqua sino a 60 metri, oggi è quasi completamente inattivo. Diverse sono le ipotesi di questo mancato funzionamento e anche i tentativi per farlo riprendere, tutti purtroppo inutili.

Accanto a lui c’è il più piccolo Strokkur che erutta regolarmente ogni 4-8 minuti. L’intera zona è comunque ricca di pozze d’acqua e fango, mentre l’aria che fuoriesce è quella tipica già sentita in alcune aree termali, quella di uovo marcio dato dallo zolfo. Unite la visita ai due geyser con il vicino museo multimediale Geysisstofa.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  La Route 1, la principale autostrada dell’Irlanda

La cascata di Gullfoss

Il Golden Circle in Islanda, cascata Gullfoss

Gullfoss è la terza e ultima delle attrazioni presente nel circuito del Circolo d’oro. Siamo a 15 km circa dai Geysir e raggiungibile in pochi minuti. Ci troveremo di fronte a una delle cascate più belle d’Islanda che nasce dal fiume Hvítá. Se avete scelto di visitarla nel periodo invernale probabilmente la vedrete quasi completamente ghiacciata a causa dei forti eventi. In estate invece, periodo suggerito per la visita, la potrete ammirare grazie a varie passerelle che permettono di vederla da vari punti di vista.
Il suo doppio salto arriva in un canyon piuttosto stretto, creando un effetto straordinario, soprattutto nelle belle giornate di sole.

Negli anni venti dello scorso secolo, la cascata fu interesse di alcuni investitori stranieri.
Era infatti loro intenzione di usufruire la cascata per ricavarne l’energia idroelettrica.
Il proprietario del terreno, tuttavia, non volle vendere il terreno e gli imprenditori si rivolsero al governo islandese, il quale autorizzò l’esproprio. La figlia del proprietario non si diede per vinta e come risposta all’esproprio minacciò di buttarsi nelle gelide acque, se i lavori non fossero immediatamente interrotti. Nonostante l’intenzione degli imprenditori di voler nuovamente ricorrere alle vie legali e alla ulteriore nuova vittoria, decisero di rinunciare definitivamente al progetto. L’opinione pubblica era oramai contraria e sarebbe stato difficile realizzare una attività proficua commercialmente con queste premesse.

Ultimo aggiornamento 3 settembre 2021


 

Condividi su: