Ishigaki, il Giappone paradisiaco che non ti aspetti

Cosa vedere a Ishigaki, la paradisiaca isola giapponese situata nella prefettura di Okinawa, nell'area meridionale del Giappone, a breve distanza dalla costa di Taiwan. Tra le cose da vedere sull'Isola di Ishigaki segnaliamo la Baia di Kabira con il suo corallo blu e la sua fauna marina variopinta. Tra le cose da visitare sull'Isola di Ishigaki segnaliamo il Faro di Hirakubo e la Nagura Wetlands, l'ecosistema composto da mangrovie. Ecco cosa vedere ad Ishigaki.6 min


0
31 shares
Isola di Ishigaki

Cosa vedere a Ishigaki,
l’isola paradisiaca del Giappone

 

icona-articoloIshigaki, l’isola dell’arcipelago Yaeyama, è situata nell’area meridionale del Giappone, a circa 200 km di distanza dalla costa orientale di Taiwan.
L’isola è popolata da circa 50.000 residenti, distribuiti su una superficie di circa 230kmq.
T
ra i luoghi più peculiari del territorio giapponese, Ishigaki è tra le isole più affascinanti di tutta l’Asia perfetta per coniugare in un unico viaggio il fascino del Giappone all’atmosfera paradisiaca delle isole dell’Oceano Pacifico.

Oltre alla sua bellezza naturale, Ishigaki è anche il principale snodo commerciale dell’Arcipelago Yaeyama, nella prefettura di Okinawa. E’ qui che troviamo il noto Parco Nazionale di Iriomote-Ishigaki, dentro cui è conservata la barriera corallina di Shirabo, celebre per il suo raro corallo blu.
Non basta, Ishigaki è anche una meta apprezzata dagli appassionati di snorkeling e anche di surf, attività outdoor sempre più in crescita tra i visitatori dell’isola giapponese.

OneMag - Logo Micro
Link-uscita icona Miyajima, l’isola sacra del Giappone

Cenni storici

Cosa vedere all'Isola Ishigaki, veduta dall'alto
L’isola Ishigaki vista dall’alto

Ishigaki è il nome sia dell’isola che della principale città presente.
La fondazione risale al 1908 come piccolo villaggio il cui nome era Yaeyama Village, comune che comprendeva le attuali municipalità di Ishigaki, Ōhama e Miyara.
Nel 1914 il villaggio assunse il nome di Ishigaki Village, diventando nel 1947 città e abbandonando il termine village e quindi nota unicamente come Ishigaki.

 

Nell’aprile del 1952 con il Trattato di San Francisco, che sanciva l’accordo di pace tra i paesi coinvolti nella Seconda Guerra Mondiale, l’intera prefettura di Okinawa entra nel protettorato statunitense, questo fino al 1972.
L’Isola di Ishigaki diventa località turistica solamente nel 2013, con l’apertura dell’Aeroporto Minami-Nushima Ishigaki, collegato con Tokyo con circa 3 ore e mezza di volo.

Cosa vedere ad Ishigaki

Baia di Kabira

Cosa vedere all'isola di Ishigaka, la Baia di Kabira
Ishigaka, la Baia di Kabira

L’attrazione più celebre dell’Isola Ishigaki è la Baia di Kabira, situata in una piccola penisola sulla costa occidentale. La Baia di Kabira è caratterizzata da un litorale sabbioso completamente bianco, affacciato a un mare azzurroturchese che la trasforma in una oasi paradisiaca. Il fondale della baia è costellato da coralli blu e caratterizzato da una variopinta fauna marina, con una delle biodiversità più ampie di tutto il continente asiatico.

Nelle immediate vicinanze troviamo numerosi locali, perfetti per rilassarsi sorseggiando un drink e ammirando il contorno di sabbia, mare e palme.

OneMag - Logo Micro
Link-uscita icona Giappone, queste le città da visitare

L’Isola di Kojima

Cosa vedere all'Isola di Isola di Kojima
L’Isola di Kojima

Da non confondersi con l’omonima isola disabitata di Kojima, nella prefettura di Hokkaido (nel nord del Giappone), l’Isola di Kojima di Pal è una piccola isoletta posta dinnanzi alla Baia di Kabira, facilmente raggiungibile a piedi durante la bassa marea.

L’Isola di Kojima riesce a distinguersi rispetto agli altri paesaggi dell’Isola di Ishigaki per la sua atmosfera unica. La fitta vegetazione rende l’ambiente umido e, durante le giornate soleggiate, i raggi solari si addentrano nella macchia boschiva, creando un’ambiente verosimile alle grandi foreste pluviali.

Faro di Hirakubo (Hirakubozaki)

Cosa vedere sull'isola di Ishogaki, Faro di Hirakubo
Faro di Hirakubo

Cambiamo totalmente direzione, raggiungendo l’estremità settentrionale dell’Isola di Ishigaki.
Qui troviamo il Faro di Hirakubo, la principale torre luminosa dell’isola di Ishigaki.
Situato sul dorsale di un piccolo colle, il Faro di Hirakubo è facilmente raggiungibile da un sentiero che parte dall’omonimo comune di Hirakubo.
Si potrà parcheggiare nelle vicinanze e raggiungere l’attrazione, da cui ammirare i dintorni da una posizione privilegiata.

Se volete una prospettiva panoramica differente da quella offerta dal faro, dirigetevi a nord-est dell’isola per trovare l’Osservatorio Tamatorizaki.
Qui, saliti in cima alla piccola collina, avrete modo di osservare l’intero lato orientale dell’isola, dopo aver percorso un sentiero ricco di fiori.

OneMag - Logo Micro
Link-uscita icona La baia di Tokyo, l’insenatura dell’Oceano Pacifico

Nagura Wetlands

Cosa vedere sull'isola di Ishigaki,Nagura Wetlands
Ishigaki,Nagura Wetlands

Tra le altre cose da vedere sull’Isola di Ishigaki troviamo la Nagura Wetlands, un ecosistema di mangrovie situato lungo l’area corallina del Giappone.
L’area, sviluppata lungo l’omonimo fiume Nagura, è l’habitat naturale perfetto per oltre 200 specie di uccelli e 60 di crostacei, tra cui numerosi esemplari rari.

 

OneMag - Logo Micro
Link-uscita icona Acquario Kaiyukan di Osaka

Le attrazioni della città di Ishigaki

 

Grotta di Limetone, Ishigaki
Grotta di Limetone

Tra le cose da vedere a Ishikari segnaliamo i suoi musei, luoghi perfetti per conoscere la storia dell’arcipelago delle Yaeyama.

Proprio il Museo Yaeyama è il luogo perfetto per iniziare a scoprire la fantastica cultura locale in questo edificio dove sono conservati vari oggetti, tra cui indumenti tradizionali ma anche delle canoe in legno, utilizzate sia per spostarsi che per pescare.

Se volete apprezzare ulteriormente le meraviglie della natura cercate invece la grotta di Limetone Ishigaki, dove potrete attraversare un sentiero di 600 metri ed entrare all’interno di una cava di oltre 200.000 anni composta soprattutto da coralli.

 

Se invece avete voglia di rilassarvi in famiglia, non mancate di visitare il Banna Park, uno dei parchi più popolari tra gli abitanti, dove trovare immensi boschi e piante probabilmente mai viste prima. Anche qua è possibile godere di un ulteriore punto panoramico salendo sulla cima del monte Banna, la cui altitudine è di 230 metri.

Cosa vedere sull'isola di Ishigaki, Banna Park
Banna Park

La principale area dello shopping e dell’intrattenimento della città si sviluppa attorno al porto e al terminal dei bus e qui si concentrano negozi, ristoranti e centri commerciali.

Mercato di Ishigaki
Mercato pubblico


L’incrocio 730 rappresenta il cuore della città e da qui le strade partono conducendo ad alcune delle maggiori attrazioni della città. Tra queste non perdetevi il Municipio e l’edificio storico Farmer’s Market, un mercato coperto che ospita i principali ristoranti, negozi e caffetterie della città.

Altro mercato popolare è l’Ishigaki Public Market, perfetto per acquistare souvenir, frutta e verdura fresche e i vari prodotti locali, come il sale di Ishigaki e la bevanda alcolica artigianale Awamori.

Interessante da visitare anche la residenza Miyara Dunchi,  raro esempio di tipica dimora samurai costruita  nel 1819. Purtroppo non accessibile al suo interno, merita passeggiare nei suoi graziosi giardini.

Le altre spiagge di Ishigaki

Cosa vedere sull'isola Ishigara, la Spiaggia Yonehara
Spiaggia Yonehara

Una delle vere sorprese dell’isola sono naturalmente le sue spiagge, alcune perfette per le immersioni subacque.
Prestate però attenzione alle eventuali regole se scegliete Ishigaki come meta balneare. Nella spiaggia di Kabira, ad esempiom è vietato nuotare a causa delle forti correnti.
Ecco alcune delle altre spiagge di Ishihaki.

  • Sunset Beach: Situata nella costa occidentale del comune di Hirakubo, Sunset Beach è tra le spiagge più gettonate per via della sua incredibile pulizia, per la sabbia bianca e per il mare trasparente.
  • Spiaggia Yonehara: Più adatta alle famiglie, la spiaggia Yonehara è il punto di riferimento nell’Isola di Ishigaki per lo snorkeling, visto l’accessibile e favorevole baia che permette di praticare le immersioni senza necessariamente avere esperienza.
  • Spiaggia Sukuji: Situata nella costa parallela della Baia di Kabira, la Spiaggia Sukuji è perfetta per chiunque desideri relax e mare facilmente accessibile: le onde sono pressoché assenti cosi come le forti correnti.
OneMag - Logo Micro
Link-uscita icona Acquario Kaiyukan di Osaka

Quando andare all’Isola di Ishigaki

Quando visitare Ishigaki

L’Isola di Ishigaki, cosi come per gran parte della prefettura di Okinawa, gode di bel tempo per quasi l’intero arco dell’anno.
I mesi più adatti per la balneazione sono compresi tra Luglio ed Ottobre, facendo però particolare attenzione ad Agosto, in quanto è uno dei mesi più piovosi.

Nonostante il clima abbastanza mite, visitare l’Isola di Ishigaki in inverno è sconsigliato, in quanto non si godrebbe appieno del magnifico mare e del sole, per gran parte del tempo coperto da fitte nuvole.

La primavera è la stagione più adatta alle escursioni nell’Isola di Ishigaki. Il clima è piacevole e le precipitazioni sono scarse. La balneazione in questo periodo non è consigliata, in quanto le correnti possono essere più forti della media annuale.

Raggiungere l’Isola di Ishigaki dall’Italia

Come raggiungere L'isola di Ishigaki dall'Italia

Per raggiungere l’Isola di Ishigaki dall’Italia è necessario recarsi nella terraferma giapponese.

Dalle città di Tokyo ed Osaka sono presenti voli regolari che vi permettono di raggiungere l’Isola di Ishigaki in poco tempo: 3 ore e mezza da Tokyo e 3 ore da Osaka.

Anche il capoluogo della prefettura di Okinawa, Naha, è direttamente collegato con l’Isola di Ishigaki, il volo ha una durata di circa 1 ora.

Come muoversi sull’isola di Ishigaki

Mappa di Ishigaki  

Grazie all’aeroporto costruito nel 2013, l’arrivo ad Ishigaki è stato decisamente semplificato.

Il nuovo aeroporto si trova, infatti, ad una decina di km dalla città.

Il modo migliore per scoprire l’isola è quello di noleggiare un’auto, tutte le principali compagnie internazionali hanno qua un loro ufficio.

Gli spostamenti in bus sono invece garantiti con partenze ogni 30 minuti dall’aeroporto e allo stesso modo per il ritorno.
Se invece volete spostarvi da una città all’altra i collegamenti sono meno frequenti.

Tra il centro di Ishigaki con la baia di Kabira potrete usufruire della Kabira Line, la compagnia che la collega ogni 2-3 ore circa, in base all’orario.

Se volete usufruire dei mezzi pubblici potrete acquistare il pass giornaliero che vi permetterà di muovervi senza limiti.
Per raggiungere in taxi il centro città dall’aeroporto prevedete una percorrenza media di circa 30 minuti ed una spesa di circa 25€.


 


Like it? Share with your friends!

0
31 shares