Interlaken, cosa vedere nella cittadina dell’Oberland Bernese

La guida di Interlaken, ecco cosa vedere nella celebre cittadina turistica posta nell'Oberland Bernese. Tra le cose da vedere a Interlaken segnaliamo il Kursaal Center, un luogo perfetto per passeggiare ricco di folclore e dove ha sede un simpatico casinò, ricco di slot machine ma dove è anche presente l'American Roulette o dove tentare la fortuna mettendosi alla prova con il poker. Tra le attrazioni da non perdere a Interlaken ricordiamo il Höhematte Park, il Museo del Turismo della regione del Jungfrau e il Harder Kulm, una terrazza panoramica posta a oltre 1300 metri di altitudine. Ecco la guida di Interlaken in Svizzera.5 min


0
Guida di Interlaken, Svizzera
Condividi su:

Guida di Interlaken, Svizzera

icona-articolo

Popolare destinazione turistica invernale, Interlaken è incastonata tra il lago di Thun a ovest e quello di Brienz a est. Nota meta anche estiva, Interlaken è conosciuta al turismo di eccellenza fin dal 19° secolo, grazie a paesaggi idilliaci e a una natura rigogliosa che offre panorami indimenticabili.
Il suo nome già lascia intuire quello che ci attende, un grande spazio aperto posto proprio fra due laghi, con giardini fioriti e prestigiosi ristoranti e hotel che si affacciano su Höheweg, il viale principale di Interlaken.
Sia che ad accompagnarvi ci sia la neve o il sole, lanciate uno sguardo verso il panorama che vi circonda, le imponenti cime dell’Eiger, Mönch e Jungfrau, le avventura alpine per definizione.

Storia di Interlaken

Storia di Interlaken

Le origini di Interlaken risalgono al 1133 quando al suo interno era presente un Monastero agostiniano, a cui in seguito venne affiancato un convento femminile, patrocinato da Lotario III, l’imperatore del Sacro Romano Impero.
Le prime notizie parlano proprio del Monastero, cresciuto di popolarità durante il 13° e il 14° secolo ma subito dopo entrato in profonda depressione. Problemi di natura economica ma anche di contrasti con i borghi vicini, crearono inizialmente un calo di religiosi nel convento maschile e, nonostante alcuni interventi diretti da Berna, il monastero femminile si trovò costretto a chiudere.

Nel 1528 Berna aderisce alla Riforma Protestante, portando anche il convento maschile alla completa chiusura, trasformato poi in ospedale. Per la ripresa delle sue attività religiose si dovrà attendere il 1841.
Nel frattempo Interlaken era destinata a crescere e svilupparsi in modo importante.
Nel 19° secolo, la cittadina dell’Oberland Bernese era diventata il luogo prediletto per nobili e famiglie reali, che qui fecero erigere anche bellissimi castelli.
Molti anche i personaggi illustri che fecero di Interlaken la loro seconda casa. E’ il caso di Felix Mendelssohn Bartholdy ma anche di Lord Byron e Johann Wolfgang von Goethe, giusto per citare i più noti.
Mendelssohn in particolare non nascose mai il suo amore per la Svizzera e a Interlaken dedicò una serie di acquarelli dipinti dopo la morte della sorella.

Grazie ai diversi personaggi illustri, Interlaken divenne presto anche una città ben collegata al resto della Svizzera e dell’Europa. Già nel 1835 i laghi sono stati dotati di navigazione a vapore e nella seconda metà del 19° secolo Interlaken era costruita la linea ferroviaria. Datata 1893 è invece la ferrovia a cremagliera, in grado di unire la città lacustre alle montagne, da dove poter ammirare un panorama esclusivo sia del lago di Brienz che di quello di Thun.
E, sempre nel 19° secolo, si costruiscono anche i grandi e storici alberghi come l’Hotel Bristol, inaugurato nel 1880, l’Hotel Gotthard, nel 1890, e il primo fra tutti, l’Hotel Krebs, nel 1860.

OneMag-logo
10 cose da vedere a Berna, la pittoresca capitale della Svizzera

Cosa fare a Interlaken

Interlaken oggi è una meta sportiva e dedicata al relax.
Aperta tutto l’anno al turismo, Interlaken è da scoprire passeggiando lungo le sue strade, in special modo sul viale Höheweg, il vero fulcro di tutta la cittadina.

Kursaal Center

Cosa vedere a Interlaken
Nel suo centro storico è imperdibile il Kursaal Center (website ⇒ Kursaal Center) e anche luogo perfetto per passeggiare. Al suo interno avrete modo di provare la tradizionale cucina svizzera nel ristorante Spycher, un luogo ricco di folclore in grado di proiettarvi tra passato e futuro con deliziose preparazioni.
Sempre nel complesso del Kursaal troverete un simpatico casinò, ricco di slot machine ma dove è anche presente l’American Roulette o dove tentare la fortuna mettendosi alla prova con il poker.
Qui al Kursaal si organizzano eventi tra cui, oltre a meeting e a congressi, anche spettacoli teatrali e concerti.

OneMag-logo
Biel-Bienne, metropoli orologiera della Svizzera

Höhematte Park

Cosa vedere a Interlaken

Nel cuore del centro storico troviamo il grande parco, quello acquistato dagli Agostiniani per costruire il loro convento. Dal 1860 l’area è diventata di proprietà privata con l’obiettivo però di lasciarla esattamente come area verde.
Una passeggiata in questo angolo cittadino permetterà proprio di visitare i rimanenti dettagli del vecchio Monastero. Da ammirare i disegni delle finestre e il campanile risalente al 14° secolo e i resti di una cappella del 1452.

OneMag-logo
Le gole dell’Aare a Meiringen in Svizzera

Il Museo del Turismo

Pronti a scoprire tutto su Interlaken e i suoi dintorni?
Allora non perdetevi il Museo del Turismo, la storia delle vacanze nella regione del Jungfrau raccontata in diversi padiglioni di questo edificio in legno del 17° secolo.
Il Touristik-Museum racconta nel dettaglio gli spostamenti del XIX secolo con le locomotive a cremagliera, le prime biciclette e anche le carrozze postali, con cui spostarsi per ammirare il lago.
Nei suoi tre piani espositivi, grande spazio a immagini e a reperti storici in grado di far comprendere perfettamente l’importanza del turismo in questa meravigliosa località dell’Oberland Bernese.

OneMag-logo
10 cose da vedere a Berna, la pittoresca capitale della Svizzera

Harder Kulm

Cosa vedere a Interlaken

Una delle attrazioni da lasciare senza fiato chiunque, persino i più abituati a panorami cosi meravigliosi. Parliamo della terrazza panoramica posta a oltre 1300 metri di altitudine da dove poter ammirare le vette che circondano l’Oberland di Berna.
Il ghiacciaio del Jungfrau, con i suoi 4158 metri, il Mönch e l’Eiger sono gli assoluti protagonisti, insieme naturalmente ai laghi di Thun e Brienz.

Per raggiungerla si potrà prendere la funicolare, l’antico mezzo di trasporto che da oltre un secolo conduce sul fianco della montagna in un percorso che è altrettanto mozzafiato.
Una decina di minuti è il tempo necessario per arrivare sopra, in un piccolo viaggio che saprà conquistarvi già dalla sua base di partenza, una piccola stazione che si trova giusto a poca distanza da quella ferroviaria di Interlaken Ost.
Lo spettacolo ovviamente inizia una volta raggiunta la cima, proprio a Harder Klum, dove la terrazza panoramica saprà farvi iniziare, o proseguire, a sognare.

Una volta conclusa la vostra esperienza siete pronti per entrare, giusto alle spalle, nel ristorante, aperto tutto il giorno da colazione a cena, in grado di completare l’escursione da Interlaken.
La terrazza è aperta dal 10 aprile al 1° novembre 2020 (da verificare negli anni successivi) con corse ogni 30 minuti.

OneMag-logo
Blausee, il lago blu intenso del Canton Berna

Quando andare a Interlaken

Meteo di Interlaken

Il clima di Interlaken è di tipo alpino con inverni rigidi e temperature anche di diversi gradi sotto lo zero. Da stazione sciistica, facile comprendere che le precipitazioni nevose siano piuttosto copiose.
Durante l’estate Interlaken è invece soleggiata e con temperature gradevoli.
Il mese più freddo è gennaio mentre quello caldo è luglio, con temperature che possono raggiungere anche i 25°C.
Durante l’estate sono frequenti le piogge, a volte intense ma quasi sempre risolte in poche ore.

OneMag-logo
Thun, cosa vedere nel borgo romantico della Svizzera

Come raggiungere Interlaken

Come raggiungere Interlaken

In aereo Interlaken è raggiungibile dall’aeroporto di Zurigo-Kloten o di Basilea, entrambi a circa 2 ore di treno dalla destinazione. L’aeroporto più vicino, ma con meno scali rispetto a Zurigo e Basilea, è quello di Berna dove in circa 1 ora si potrà arrivare a Interlaken.

In treno Interlaken è invece facilmente raggiungibile da qualunque destinazione in Svizzera, con collegamenti diretti da Berna. Due le stazioni presenti, la Interlaken Ost e Interlaken Ovest. Quest’ultima garantisce i collegamenti dal Vallese, quindi con il Sempione e la Val d’Ossola in Italia.
L’Autopostale Svizzera assicura inoltre diversi servizi di autobus locali e regionali.

Interlaken può essere facilmente raggiunta anche in auto. Prendendo come punto di partenza Milano, sono disponibili due percorsi principali con cui è possibile raggiungere Interlaken.

Il primo tragitto consiste nel recarsi in Svizzera seguendo l’A9 in direzione Como. Superando il confine con la Svizzera alla dogana di Brogeda, si segue l’A2 fino a Stansstad, nei pressi di Lucerna. Qui si cambia con l’A8, che in circa 70 km permette di recarsi direttamente ad Interlaken.

La seconda soluzione disponibile è più breve come distanza in chilometri, ma richiede in media più tempo. Da Milano bisogna seguire l’Autostrada dei Laghi fino a Gravellona Toce, in Piemonte, da cui si prosegue fino a varcare il confine con la Svizzera presso Trasquera, sul Passo del Sempione.
Entrati in Svizzera si segue l’A8, la stessa strada che permette di raggiungere Briga. È necessario poi uscire ad altezza Gampel, dove si cambia con una tortuosa strada che si segue per circa 50 km. Raggiunta la località di Spiez, sul Lago di Thun, si cambia con l’A6, che si segue per una ventina di chilometri sino a raggiungere Interlaken.

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0