Condividi su:

Cosa vedere a Ingolstadt

Tutti gli articoli della Germania

Mappa di Ingolstadticona-articoloSulle rive del Danubio, nel tratto in cui percorre il Land della Baviera, troviamo Ingolstadt, città con poco più di 135.000 abitanti nota per essere sede dell’Audi.
Siamo nel centro della Baviera, una regione tra le più antiche che conserva orgogliosamente le sue tradizioni e il suo ricco patrimonio storico.

Nonostante l’industrializzazione della città causata dalla famosa azienda tedesca, il centro storico è rimasto incontaminato. Le strade sono ancora in ciottoli e gli edifici storici sono stati solamente ristrutturati.
Pronti a scoprire cosa vedere a Ingolstadt?

Cenni storici

Cosa vedere a Ingolstadt, centro storico

Le prime notizie di Ingolstadt risalgono all’806 quando venne citata per la prima volta in un documento di Carlo Magno. Nel 1250 venne proclamata città, divenendo capitale del Ducato di Baviera-Landshut tra il 1392 e il 1447. Fu il duca di Baviera, Luigi VIII, a voler realizzare due degli edifici più importanti della città, il Castello Nuovo e la Chiesa di Nostra Signora, quella che poi divenne nota come Parrocchia Superiore.

Nel 1472 Luigi IX, nuovo duca di Baviera, diede il via ai lavori per l’Università Ludwig-Maximilians mentre il successore, Guglielmo IV, scrisse il Reinheitsgebot nel 1516. Il documento era un decreto che si riferiva alla purezza della birra, un atto legislativo inizialmente valido unicamente in Baviera e poi estero in tutta la Germania. Il suo scopo era di regolare ingredienti e processo di produzione della birra e oggi è il decreto più antico sulla sicurezza alimentare nel mondo.

Nel 1525 si combattè la Battaglia di Ingolstadt con la Compagnia Nera, un gruppo di cavalieri della Franconia che combatterono fianco a fianco ai contadini perdendo terre e uomini. Nel secolo successivo la città divenne la prima fortezza tedesca a resistere contro gli svedesi, vincendo l’assedio con la rinuncia dell’esercito del nord europa a proseguire nel loro attacco. Nel 1799 Ingolstadt venne invece conquistata dai francesi che demolirono la fortezza e l’università venne invece trasferita per ragioni di sicurezza.

Nella Prima Guerra Mondiale Charles de Gaulle, il futuro presidente francese, venne rinchiuso in città come prigioniero di guerra. Conclusosi il secondo conflitto mondiale, in città arrivo l’Audi come seguito alla distruzione delle fabbriche di Chemnitz e di Zwickau, entrambe nella Germania dell’est. L’obiettivo era di trasferire tutta la produzione in Baviera e nel 1949 venne ufficialmente ricostruita diventando da Auto Union in Audi, come oggi conosciuta. Oggi è il principale datore di lavoro della regione.

OneMag-logo
Link-uscita icona Visitiamo Bamberga, una delle città più storiche della Baviera

Cosa vedere ad Ingolstadt

L’antica città fortificata di Ingolstadt richiama ogni anno decine di migliaia di turisti, pronti ad ammirare i monumenti storici e architettonici di questo angolo della Baviera. Passeggiando lungo le sue strade medievali si potranno ammirare le antiche dimore dei nobili, arrivando nell’edificio principale, il Castello, il monumento più noto della città. Il Castello Nuovo, nonostante il suo nome, è stato edificato nel XV secolo ed è visitabile quasi interamente.

Il Castello Nuovo di Ingolstadt

Cosa vedere a Ingolstadt, Nuovo Castello

Cosa vedere a Ingolstadt, il Neus Schloss

Il Castello Nuovo, la fortezza di Ingolstadt, è stato realizzato nel 1417 e successivamente ampliato nella seconda metà del XV secolo in edificio residenziale tardo gotico. L’intero complesso è circondato da un fossato murato. Durante i bombardamenti del secondo conflitto mondiale venne seriamente danneggiato e la sua ricostruzione avvenuta negli anni ’60 dello scorso secolo. L’esterno si presenta oggi parzialmente ricostruito mentre i suoi interni rinnovati, specialmente nell’edificio principale, il Palas, oggi utilizzato come museo.

La sua conversione in residenza fece decadere la sua funzione difensiva. Qui vivevano i duchi della Baviera ma ancora oggi è facilmente intuibile quale fosse la potenza difensiva del Castello Nuovo di Ingolstadt: sono infatti presenti nel cortile 17 cannoni che ben rende l’idea di quello che era l’arsenale di un tempo.
Oggi merita visitarlo proprio per il suo Museo dell’Esercito Bavarese e per i suoi tanti eventi che vengono organizzati all’interno del cortile, tra cui anche il mercatino di Natale e quelli di richiamo storico. Il Museo invece propone anche una mostra che ricorda l’antica storia del Castello, oltre che a varie mostre temporanee quasi sempre a tema storico e militare.

location_icon onemagParadepl. 4, 85049 Ingolstadt
+4984193770

Icona web onemagSito ufficiale

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Visitiamo Lipsia, la città della Sassonia

Il Museo dell’Esercito Bavarese

Cosa vedere a Ingolstadt, Museo dell'Esercito Bavarese

Il castello di Ingolstadt oggi è parzialmente trasformato nel Museo dell’esercito bavarese, il Bayerische Armeemuseum la cui fondazione è avvenuta, nel 1879, a Monaco e qui trasferito nel 1972. Oltre ad ospitare una preziosa collezione di armi e cimeli che riguardano la storia bellica della Baviera, alcune aree interessano l’intera Europa.
Le mostre partono dal tardo Medioevo, per arrivare alla Guerra dei Trent’anni.

Il Bayerische Armeemuseum si compone di due sezioni: la prima è quella del castello che la sua collezione con le guerre fino alla fine dell’800 mentre la successiva, posta nella fortezza del XIX secolo, giusto di fronte, è la più ampia con la collezione che prosegue fino ai giorni nostri. Al suo interno la più grande mostra al mondo dedicata alla Prima Guerra Mondiale. Sono più di 1500 gli oggetti esposti nelle sale che ricordano la brutalità del conflitto e le sofferenze dei soldati e delle famiglie. Interessante la replica di alcuni rifugi che venivano utilizzati come protezione dagli attacchi aerei e i tanti oggetti originali che documentano un periodo assai cruento dello scorso secolo.

Con il medesimo biglietto è anche possibile accedere al terzo edificio, quello della Torre Trivia. Qui ha sede il Museo Bavarese della Polizia, edificio generalmente non menzionato tra le principali cose da vedere a Ingolstadt. La mostra, unica nel suo genere, è concentrata nel periodo più storico, tralasciando invece gli ultimi avvenimenti.

OneMag-logo
Link-uscita icona Il delizioso Museo del Cioccolato Imhoff a Colonia

Gli altri musei di Ingolstadt

Deutsches Medizinhistorisches Museum

Nella maestosa cornice dell’Old Anatomy, l’Università medica costruita nel ‘700, si trova il Deutsches Medizinhistorisches Museum. La struttura, interamente in stile barocco aveva lo scopo di completare un’offerta di studi di primo livello, diventando nel tempo una delle migliori Università europee di medicina. La sua costruzione risale al 1723 su progetto di Gabriel de Gabrieli, architetto svizzero nato nel Canton Grigioni, restaurato l’ultima volta nel 2016 con la realizzazione di nuove aree.

Nel Deutsches Medizinhistorisches Museum ha sede anche il Museo Hortus Medico Botanicus con numerose piante medicinali e un giardino sensoriale, accessibile anche alle persone con difficoltà motorie.

Al piano terra della struttura vi è una esposizione dedicata agli strumenti e alle tecniche utilizzate dai medici nel passato. Poltrone da parto, siringhe per clisteri, lancette usate per il salasso sono solo alcuni degli inquietanti arnesi qua esposti. Salendo le scale accediamo invece al piano superiore dove troviamo le sale dedicate allo studio delle ossa umane e dove sono esposti numerosi scheletri, un utero grafido e anche feti di gemelli siamesi, tra gli altri.

location_icon onemagAnatomiestraße 18-20, 85049 Ingolstadt
+498413052860

Icona web onemagSito ufficiale

 

OneMag-logo
Link-uscita icona A breve distanza di Berlino, nello stato di Brandeburgo, ecco Potsdam

Museo dell’Audi

Cosa vedere a Ingolstadt, il Museo dell'AudiIndubbiamente l’attrazione più visitata di Ingolstadt, il Museo dell’Audi è all’interno dell’Audi Forum, il complesso di 77.000 metri quadrati che contiene, oltre al Museo Audi anche la fabbrica a cui è possibile accedere con una visita guidata, ristoranti, cinema, prove di guida e altro ancora. Inaugurato nel 2000, l’Audi Forum si apre intorno a una piazza centrale e propone una immersione completa nel marchio bavarese.

Il museo si sviluppa su tre piani e racconta la storia del marchio a quattro anelli dal 1899 fino a oggi. Al suo interno sono ospitate centinaia di vetture, tra auto e moto, accompagnate da immagini, presentazioni ed elementi multimediali. Scopriremo quindi l’evoluzione delle vetture in oltre 1 secolo di produzione e la storia di Audi e del suo rapido sviluppo tecnologico.

E’ disponibile anche un tour guidato dove, in circa 2 ore, sarà possibile ammirare l’intero processo di produzione di una vettura. Partiremo dall’idea per arrivare alla creazione del motore e della carrozzeria per concludere con la fase di test nelle piste presenti nell’area del complesso.

location_icon onemagAuto-Union-Straße 1, 85045 Ingolstadt
+498002834444

Icona web onemagSito ufficiale

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Scopriamo il Museo BMW di Monaco, il museo più visitato della Baviera

Museum für Konkrete Kunst

Un’altra tappa da fare in questa città così ricca di attrazioni è il Museo dell’arte concreta, o Museum für Konkrete Kunst in tedesco. Questo museo si concentra sul movimento artistico denominato Concreto il cui apice avvenne durante il XX e il XXI secolo.

Il museo nasce nel 1981 quando il comune di Ingolstadt acquistò la collezione artistica del professor Eugen Gomringer e da allora è in continuo sviluppo grazie anche a varie donazioni. La struttura scelta per ospitare il museo fu l’ala centrale dell’ex Donaukaserme, una caserma del XVIII secolo. Tra le cose da vedere a Ingolstadt, il Museo si distingue proprio per le opere esposte, quelle di artisti appartenenti al movimento Concreto, nato a Milano nel 1948 con l’obiettivo di allontanarsi dai significati simboli e astratti concentrandosi proprio sui significati reali, concreto appunto.

Tra gli artisti presenti nel museo vi sono esposizioni permanenti di Max Bill e Theo van Doesburg, assieme ad un’altra decina di artisti. Le mostre temporanee invece principalmente espongono regolarmente artisti affermati e giovani rappresentanti della tipologia di arte. Concludete la visita al Giardini delle sculture, una interessante mostra all’aperto che ospita, tra le altre, sculture monumentali di Ben Muthofer, Marcello Morandini e Jochen Scheithauer.

location_icon onemagTränktorstraße 6-8, 85049 Ingolstadt
+498413051871

Icona web onemagSito ufficiale

OneMag-logo
Link-uscita icona Scopriamo Hameln, la cittadina inserita nel circuito delle fiabe

Kreuztor, l’emblema di Ingolstadt

Cosa vedere a Ingolstadt, Kreuztor

Torniamo a scoprire le cose da vedere a Ingolstadt nel suo territorio dirigendoci verso la Kreuztor, ingresso alla città, caratterizzata dai suo mattoni rossicci. Da qua si accede alla parte ovest della città ed è facilmente riconoscibile, oltre che per il suo colore, anche per la sua struttura a sette torri. Oggi la porta Kreuztor è il simbolo della città e delle porte che una volta davano accesso all’antica cittadina è rimasta, oltre a questa, solo quella all’intorno del Neues Schloss. Le antiche fortificazioni, oggi trasformate in residenze private, sono ancora presenti lungo il perimetro della città.

La porta nasce nel XIX secolo come uno dei 4 accessi alla città allora fortificata, realizzata in stile gotico e caratterizzata da sei torrette angolari a cui si aggiunge quella centrale, avvalorata con dettagli in pietra calcarea. Della struttura originale sono presenti alcuni ulteriori elementi, come la mezzaluna sulla torre principale e le Panthiere che fuoriescono letteralmente dall’edificio. Oggi è aperto al pubblico grazie a mostre regolari ed eventi culturali.

location_icon onemagKreuzstraße, 85049 Ingolstadt

Icona web onemagSito ufficiale

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Conosciamo Acquisgrana, la città del Land della Renania nel distretto di Colonia

Il Vecchio Municipio

Cosa vedere a Ingolstadt, il Vecchio Municipio

Rimaniamo nella alte stadt per raggiungere il Vecchio Municipio, risalente al XIV secolo. Lo riconoscete facilmente da quasi ogni punto del centro storico per il suo campanile e per la torre gotica, in passato utilizzata come torre di vedetta.

Tre secoli dopo la sua costruzione venne notevolmente ampliato e nel XIX secolo abbandonato per essere trasferito proprio di fronte, nel Nuovo Municipio.
Dal 1985 l’edificio è stato nuovamente riutilizzato come sede del sindaco e alcuni uffici municipali.

Proprio di fronte troviamo una delle principali chiese di Ingolstads, la chiesa di St. Moritz.

location_icon onemagRathauspl. 2, 85049 Ingolstadt

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Düsseldorf, la capitale della Vestfalia

La Chiesa parrocchiale St. Moritz

Cosa vedere a Ingolstadt, la Chiesa di St. MoritzLa chiesa parrocchiale più antica della città è quella di St. Moritz. Situata nel cuore centro storico cittadino, ovvero nell’area pedonale, dove troviamo questo antico edificio costruito nel 1234. La chiesa di Sainkt Moritz ha numerosi elementi che la collegano alla fondazione della città, nel IX secolo.

Tra le cose da vedere a Ingolstadt merita particolarmente ammirare il campanile romanico e la torre gotica che in passato veniva utilizzata come vedetta. Da qui basterà percorrere 200 gradini per salire sulla cima e vedere il magnifico panorama del centro cittadino.

location_icon onemagMoritzstraße 2, 85049 Ingolstadt
+49841934150

Icona web onemagSito ufficiale

OneMag-logo
Link-uscita icona La guida del Residenz, il Palazzo Reale di Monaco di Baviera

La cattedrale di Ingolstadt

Cosa vedere a Ingolstadt, la Cattedrale

La più grande chiesa della città invece è la Chiesa di Nostra Signora, la Cattedrale cittadina, caratterizzata dalle sue 2 torri oblique.
La chiesa fu edificata per conto del Duca Ludwig il Barbuto nel 1425 e subì vari ampliamenti nei secoli successivi alla costruzione. L’edificio si presenta in stile gotico e la caratteristica maggiore sono le imponenti torri oblique che fiancheggiano l’entrata della chiesa.

Entrando nella struttura noteremo subito l’illuminazione e i suoi colori tenui. La navata centrale è affiancata da diversi cappelle in pietra coperte da volte a crociera. Nella chiesa è presente l’altare maggiore di Hans Mielich, che comprende un pannello posteriore raffigurante Santa Caterina. Nel retro della chiesa invece sono esposte vesti, coppe e ostensori appartenenti alla diocesi.

location_icon onemagNeubaustraße 11/2, 85049 Ingolstadt
+498413051831

OneMag-logo
Link-uscita icona Visitiamo la Cattedrale di Nostra Signora di Ingolstadt

Chiesa di Santa Maria della Vittoria

Cosa vedere a Ingolstadt, Chiesa di Santa Maria della Vittoria

Tra gli altri edifici religiosi di Ingolstadt, la chiesa di Santa Maria della Vittoria è collocata nel centro storico ed è particolarmente interessante da visitare per il suo grande affresco, ben 490 metri quadrati.

La chiesa di Santa Maria della Vittoria, la Asamkirche Maria de Victoria, è stata costruita tra il 1732 e il 1736, seguendo il progetto dei fratelli Cosma Damiano ed Egid Quirin Asam. L’edificio è costruito seguendo lo stile barocco all’esterno mentre l’interno si presenta in stile rococò.

location_icon onemagNeubaustraße 11/2, 85049 Ingolstadt
+498413051831

OneMag-logo
Link-uscita icona Scopriamo le 10 città più belle della Germania

Gli eventi di Ingolstadt

Cosa vedere a Ingolstadt, festival

Tra gli eventi ad Ingolstadt segnaliamo a settembre l’Open Flair Festival, organizzato a Klenzepark e caratterizzato da spettacoli in strada, celebrazioni e giostre di ogni genere. A completare l’imperdibile festival – tra i migliori della Baviera – si tengono concerti ed eventi vari il cui accesso è totalmente gratuito.

A cavallo tra ottobre e novembre Ingolstadt diventa sede di uno dei più importanti festival di musica jazz in Germania, il noto Ingolstadt Jazz Days, con artisti di provenienza internazionale. I concerti sono sparsi per tutta la città: locali, pub, teatri, strade e anche hotel per diversi giorni diventano sede di numerosi concerti di musica jazz e blues.

In primavera inoltrata, alla fine di Aprile, si svolge un evento dedicato totalmente alla birra, simile allo ⇒ Oktoberfest della vicina Monaco. Il festival della Birra di Ingolstadt è intitolato 1516 Fest zum Reinen Bier, 1516 come l’anno in cui è stato siglato in decreto legge descritto nei cenni storici. Solitamente il 1516 Fest zum Reinen Bier si svolge nei quartieri di Dollstraße e Hohe Schul.

Concludiamo gli eventi ad Ingolstadt parlando di uno dei festival all’aperto più amati di tutto il Land: il Taktraumfestival. Celebrato nel castello di Reduit Tilly a Klenzepark, Ingolstadt cambia totalmente aspetto, assumendo un’atmosfera medievale, sede di installazioni artistiche, micro eventi che si tengono tutti i giorni e numerosi festival musicali, con generi che spaziano dall’elettronica al rock, intrattenendo le persone di tutte le età.

OneMag-logo
Link-uscita icona Conosciamo Passavia, l’unica città tedesca alla confluenza del Danubio, dell’Inn e dell’Ilz

Quando visitare Ingolstadt

Cosa vedere a Ingolstadt, Klenzepark
Ingolstadt, Klenzepark

Il periodo migliore per pianificare una vacanza ad Ingolstadt è sicuramente l’estate, quando il clima regala giornate di sole ma piacevoli e senza particolare umidità. Il clima nei mesi più caldi, luglio ed agosto, arriva mediamente a 23°C e difficilmente scende sotto i 12°C nelle ore notturne, regalando piacevoli giornate e notti fresche per riposare serenamente.

Diverso invece il periodo invernale, quando le temperature possono scendere anche a -5°C e non di rado si trovano precipitazioni nevose.
Le giornate di pioggia sono piuttosto costanti durante tutto l’anno, una media di oltre 12 giorni di pioggia per ogni mese.


 

Condividi su: